Le tipologie di vulcani

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le prime classificazioni dei vulcani risalgono alla fine dell'ottocento. Da quel momento in poi, si è soliti definire quattro tipologie vulcaniche differenti: hawaiano, vulcaniano, stromboliano e peleano. A queste tipologie spesso i geologi aggiungono convenzionalmente anche quella cosiddetta "islandese". C'è da sottolineare che i vari tipi di vulcano sono classificati in base alle modalità in cui avviene l'eruzione. In questa guida vi illustreremo quali sono le tipologie di vulcani e per ciascuna di esse, vi forniremo un'analisi delle principali caratteristiche.

26

Hawaiano

La prima tipologia di vulcano che andiamo ad esaminare è quella cosiddetta Hawaiana. Tale tipologia si contraddistingue come una tipologia di eruzione moderata, con colate laviche molto fluide che si snodano lungo il perimetro del vulcano senza esplosioni. L'espansione della colata lavica, nei vulcani hawaiani, determina la caratteristica forma bassa e piatta del vulcano stesso, tanto da formare una sorta di scudo visibile anche ad occhio nudo.

36

Vulcaniano

La seconda tipologia da illustrare è quella rappresentata dal tipo "vulcaniano". In questi crateri il magma è viscoso e spesso arriva a colmare l'intero condotto del vulcano. La resistenza che il magma viscoso non è in grado di trattenere, determina forti esplosioni e produzione di lapilli. Tuttavia c'è da sottolineare come in queste particolari tipologie di vulcani le colate siano poco frequenti e che, nelle rare occasioni in cui si verificano, non risultano mai particolarmente ampie. Nel nostro paese un esempio di questa tipologia di vulcano è rappresentata dal vulcano Vesuvio, posto nella zona del napoletano.

Continua la lettura
46

Stromboliano

Il vulcano "Stromboliano" che, come dice il nome stesso è caratteristico del vulcano dell'isola italiana di Stromboli, ha un magma piuttosto liquido con continue bollizioni all'interno del cratere. Le esplosioni sono piuttosto numerose, così come la fuoriuscita di materiale lavico, come bombe di fuoco e lapilli.

56

Islandese

I vulcani di tipo islandese sono anche detti fissurali. Questo perché le eruzioni di materiale lavico si verificano attraverso profonde e ampie fessure. La colata, di solito molto abbondante, forma degli altopiani basaltici. Infine, una curiosità: molto spesso, dopo una eruzione, le ampie fessure tendono sempre a sparire fino a formarsi nuovamente in occasione di una successiva eruzione anche se in una zona diversa dalla precedente. Questi vulcani sono presenti nell'isola d'Islanda, tanto da diventare, appunto, una vera e propria tipologia caratteristica di vulcano.

66

Peleano

Questi vulcani, tipici delle isole delle Antille e della Martinica, presentano un magma molto viscoso che tende a solidificarsi con frequenza. La colata avviene in modo lento ma continuo. Caratteristica di questa tipologia vulcanica è la formazione di una fitta coltre fumosa che fuoriesce dal cratere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

I 5 vulcani più pericolosi al mondo

In passato si credeva che le eruzioni vulcaniche fossero delle manifestazioni divine. Si hanno testimonianze di eventi catastrofici riguardanti intere città andate distrutte a causa di eruzioni vulcaniche. Al giorno d'oggi vi sono vulcani attivi che...
Elementari e Medie

Come verificare la divisione con la prova del nove

La prova del nove viene utilizzata in matematica per controllare l'esattezza del risultato della moltiplicazione e della divisione. Nel caso di divisione con il resto, il procedimento presenta qualche piccola variante. Questa semplicissima e pratica guida...
Elementari e Medie

La tettonica delle placche

Se siamo degli amanti della scienza della Terra e ci piacerebbe riuscire a conoscere tutti i vari fenomeni che caratterizzano il nostro pianeta, tutto quello che dovremo fare sarà effettuare una semplice ricerca su internet. Sul web, infatti, potremo...
Elementari e Medie

Recensione del libro Il piccolo principe

'Il piccolo principe' è l'opera più famosa dello scrittore francese Antoine de Saint-Exupéry. Pubblicata nel 1943 in lingua inglese, a distanza di pochi giorni uscì la versione in francese. Accolta calorosamente dal pubblico sin dalla sua uscita,...
Elementari e Medie

Come costruire e far eruttare un vulcano

Può capitare di dover costruire un vulcano. Che sia per un progetto scolastico o per semplice curiosità, un vulcano che cacci fumo ed erutti non è semplice da costruire. Tuttavia se siete un po' abili col fai da te e avete i giusti consigli potreste...
Elementari e Medie

Tutto sulla Luna

Tutti sappiamo che la Luna è l'unico satellite naturale che ruota attorno alla Terra, insieme a tanti altri satelliti artificiali che sono stati spediti dall'uomo nello spazio. La Luna è posizionata a una distanza tale da poter essere visibile a occhio...
Elementari e Medie

Zaini scuola: come sceglierli

Oggigiorno troviamo in commercio numerose tipologie di zaini, per tutte le esigenze e per tutti i gusti. Da questo punto di vista i ragazzi e soprattutto i bambini, tendono a sceglierli più per l'estetica che per la funzionalità. Ecco perché il nostro...
Elementari e Medie

Come calcolare l'area di un rettangolo

In questa guida vi spiegheremo le due principali tipologie di rettangolo, ed in seguito quale è la formula che dovrete andare ad applicare per calcolare l'area della figura geometrica, dandone anche due esempi. Con il termine "rettangolo", in geometria,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.