Le Signorie rinascimentali in Italia

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'epoca delle Signorie rinascimentali nel territorio italiano si colloca in un periodo intermedio tra il declino dei comuni del tredicesimo secolo, e le invasioni spagnole e francesi avvenute alla fine del diciassettesimo secolo. Quest'epoca, ricoprirà tutto il periodo rinascimentale.
È il periodo in cui il gioco di potere di singole e grandi famiglie inizia a disegnare quello che sarà il futuro della penisola. A domini di Signori illuminati corrispondono spesso tutt'ora zone di Italia con economia più prospera. Mentre nelle aree dove tali domini erano chiusi e dispotici, si registrò una maggiore difficoltà di indipendenza e prosperità anche negli anni successivi.

27

Occorrente

  • Una mappa dell'Italia rinascimentale consultabile
37

Il contesto storico nel periodo delle Signorie rinascimentali

La crisi dei Comuni, fu favorita anche dalla ribellione dei soggetti che non ricoprivano ruoli in campo amministrativo, istituzionale e nella giustizia all'interno degli stessi. Solitamente, ciascun comune era gestito da famiglie aristocratiche, che dall'alto impedivano, o provavano a impedire, ai ceti popolari più bassi, tra i quali anche i soggetti mercantili, di accedere ai posti principali, decisionali, del potere comunale.
L'istituzione della figura del Podestà diventò arma a doppio taglio, quando l'elezione divenne ricorrente all'interno della stessa famiglia e talvolta quasi ereditaria. A contrastare l'amministrazione podestarile nacquero alte figure come quella del Capitano del Popolo. Quindi è questo il contesto in cui nacquero le Signorie. Spesso impersonate dalle stesse famiglie che entravano come capitanati. Ma saltiamo qualche passaggio ed entriamo nel vivo.

47

Le Signorie più importanti

Una volta posta la cornice di questo periodo storico, dobbiamo andare a comprendere quali fossero, nei vari comuni, le signorie che reggevano il sistema istituzionale. Facciamo una piccola mappa delle Signorie, partendo da Milano, dove c'erano i Visconti, che nell'ultimo periodo furono, per questioni di eredità e di mancanza di successivi eredi, soppiantati dagli Sforza. Spostandoci più a ovest, in Piemonte, c'erano i Savoia che divennero poi re d'Italia. Nella Repubblica di Firenze dominavano i Medici, ad Urbino i Montefeltro, a Mantova i Gonzaga e a Verona i Della Scala, noti anche come Scaligeri. A Ferrara dominavano gli Este, mentre a Rimini e Cesena i Malatesta.

Continua la lettura
57

Gli scambi culturali e le opere d'arte

Quelle che abbiamo indicato nel secondo passo, erano le famiglie più in vista, che avevano come obiettivo quello di rendere la propria città più attraente possibile, come segno della loro potenza e del loro dominio. Oltre alle questioni storiche e di domini, di alleanze con ceti mercantili o con il popolo, preferenze per Papato o Imperatore, queste città si distinguono ancora oggi per la presenza di opere dei più grandi artisti ed architetti dell'epoca. Gli scambi culturali erano all'ordine del giorno quanto le guerre e i successivi invasori trovarono città splendide, per quanto in decadenza.
In conclusione, vi allego un link: http://www.vivailre.it/le-signorie-le-corti-italiane-del-rinascimento/.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Purtroppo non esistono scorciatoie. Per cui lo studio e la costanza sono fondamentali se si vuole conoscere approfonditamente questo argomento.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Usi e costumi in Italia nel XX secolo

Gli usi e i costumi di una nazione sono strettamente legati al suo clima socio-culturale che a sua volta è il riflesso del livello di sviluppo economico. In Italia si possono individuare tre grandi periodi nel XX secolo. Ciascuno di questi ha proprie...
Superiori

Il Dopoguerra in Italia

La I Guerra Mondiale aveva fatto una strage di combattenti. La II Guerra Mondiale invece era stato un vero e proprio flagello molto più grave del precedente, infatti aveva fatto anch'essa una strage di combattenti ma anche delle popolazioni civili e...
Superiori

Storia: la dominazione spagnola in Italia

La storia della dominazione spagnola in Italia iniziò ufficialmente nel 1559 con la pace di Cateau-Cambrésis attraverso la quale fu dichiarata la fine delle guerre tra Spagna e Francia e alla prima fu riconosciuta la sovranità in alcune zone d'Italia...
Superiori

Come fare un tema sull'unità d'Italia

Per una buona stesura di un tema sull'Unità d'Italia è consigliabile seguire lo schema del testo argomentativo: un testo in cui si espone una tesi e la si argomenta con una serie di ragionamenti logici consequenziali e sostenuti da dati in modo da convincere...
Superiori

L'Unità d'Italia in breve

L'Unità d'Italia non fu facile e, gli avvenimenti storici che portarono a questa unione, si protrassero per gran parte del 1800. Caduto Napoleone, si riunì il Congresso di Vienna (1814-1815) per dare all'Europa un nuovo assetto. Esso si propose di...
Superiori

Letteratura: il decadentismo in Italia

Uno dei periodi più cupi ma al contempo affascinanti della letteratura italiana è proprio il Decadentismo. Il termine decadentismo sta proprio a voler significare decadenza e per la prima volta è stato utilizzato su una rivista francese, guarda caso...
Superiori

Usi e costumi in Italia nel XVII secolo

Nel XVII l'Italia venne coinvolta nel conflitto tra Francia e Spagna sfociato nella Guerra dei Trent’Anni, mentre dal punto di vista religioso fu un periodo di grande fermento, dovuto principalmente agli ultimi strascichi della Controriforma e al potere...
Superiori

Usi e costumi in Italia nel XIX secolo

Gli usi e i costumi in Italia nel XIX secolo si intersecano alle mode che giungono dagli altri Paesi europei. In questo periodo la divisione tra le classi sociali è decisamente netta e ogni cosa (per esempio il cibo, l'abbigliamento e l'istruzione) risente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.