Le principali regioni della Francia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Sin dalla conquista romana da parte di Giulio Cesare, i territori ora appartenenti alla Repubblica Francese hanno avuto un ruolo di primaria importanza all'interno degli equilibri del vecchio continente, ed è facile intuirne il motivo: da secoli la Francia è uno dei paesi più popolosi d'Europa, ed è il terzo più grande per estensione geografica (anche grazie ai territori d'oltremare), e la sua storia ha influenzato enormemente quella dei paesi vicini e non (basti pensare alla Rivoluzione Francese). In questa guida scopriremo la divisione dei territori francesi e quali devono essere considerate le principali regioni di questa nazione.

24

Divisione delle regioni

La Francia ha ventisette Regioni al primo livello amministrativo della Repubblica Francese. Ventidue regioni sono ubicate in Francia, mentre le altre cinque regioni sono ubicate oltremare. Le ventidue regioni della metropoli sono divise in due dipartimenti, mentre le altre da sole costituiscono un dipartimento unico, quindi i dipartimenti in totale sono sette.
Le regioni metropolitane sono: Alsazia, Alta Normandia, Alvernia, Aquitania, Bassa Normandia, Borgogna, Bretagna, Centro, Champagne-Ardenne, Corsica, Franca Contea, Ilé de France, Limosino, Linguadoca-Rossiglione, Lorena, Midi- Pirenei, Nord-Passo di Calais, Paesi della Loira, Piccardia, Poitou-Charentes, Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Rodano-Alpi.
Le regioni d'oltremare invece sono: Guadalupa, Guyana Francese, Martinica, Mayotte, Riunione.
Ogni Regione al suo interno ha diversi comuni che sono raggruppati in Cantoni, concentrati a loro volta in Arrondissement, cioè distretto amministrativo.

34

Compito delle regioni

Altra funzione è quella di mettere tasse e gestire il budget per la ricerca, l'università, supporto ad imprese, le sue infrastrutture, trasporti pubblici. Oltre a questo, le Regioni sono sprovviste di potere legislativo e decisionale. È in ballo una discussione, decisione, di poter abolire la suddivisione del potere della Pubblica Amministrazione, concentrandolo in pochi enti, ed accorpando così le Regioni.

Continua la lettura
44

Le regioni più note

Tutte le regioni francesi sono ricche di storia e interessanti da visitare, ma le più note sono sicuramente l'Alsazia (che, vista la vicinanza con la Germania, è stato spesso territorio conteso tra i due paesi); la Bretagna, ricca di reperti risalenti al paleolitico, come i Menhir di Carnac; la Normandia, teatro del celebre sbarco che ha cambiato le sorti della Seconda Guerra Mondiale; la Corsica, patria dell'Imperatore Napoleone Bonaparte ed un tempo territorio italiano, meravigliosa per i suoi paesaggi mozzafiato che ricordano in parte la vicina Sardegna.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

I principali monti d'Europa

L’Europa rientra tra i 7 continenti del pianeta. Quest'affermazione non viene però condivisa da tutti i testi di geografia. In ogni caso, accanto a fiumi, laghi e pianure che ne hanno permesso la popolazione, si contano diversi monti importanti, dalle...
Elementari e Medie

Appunti di geografia: le principali isole italiane

L'Italia è un paese ricco di posti belli da vedere, e anche pieno di piccole isole abitate, dove è possibile trascorrere molto tempo in rilassatezza. Conoscerle potrebbe farci venire voglia di visitarle ed esplorare le meraviglie che possono offrirci....
Elementari e Medie

Le principali cause della seconda guerra mondiale

Gli anni che intercorrono tra il 1939 e il 1945 vedono il contesto mondiale macchiarsi delle indelebili tracce del conflitto più grande nella storia dell'uomo.  Nel testo che segue troverete una breve rassegna delle cinque principali cause che hanno...
Elementari e Medie

I principali fiumi della Lombardia

La Lombardia è una tra le più belle regioni d'Italia, con la sua ricca vegetazione e la presenza di numerose risorse idriche che danno vita a paesaggi veramente suggestivi.Meta battuta e ideale per tutti gli amanti della montagna e della quiete, è...
Elementari e Medie

Le principali pianure italiane

Le pianure italiane si differenziano molto tra di loro, in relazione alla loro origine. Le pianure strutturali sono così chiamate poiché sono nate dal sollevamento di alcuni fondali marini, mentre invece le pianure alluvionali derivano dall'avanzamento...
Elementari e Medie

I principali fiumi italiani

La geografia è una di quelle materie dove non siamo sempre ferrati. Tuttavia apprendere nozioni basilari può rivelarsi utile e appassionare a questa materia tanto affascinante quanto indispensabile. Se siete giunti fin qui, domandandovi quali sono i...
Elementari e Medie

Le principali figure piane

Per la maggior parte di bambini e ragazzini, la matematica e la geometria possono dimostrarsi particolarmente impegnative! Ma cari genitori, non abbattetevi! Alle volte basta solo un po' di impegno e di semplificazione dei contenuti, che tutto può diventare...
Elementari e Medie

Le guerre puniche: date e avvenimenti principali

Tra il 264 e il 146 a. C. Furono combattute le tre guerre puniche. Esse vedono come protagonisti Romani contro Cartaginesi, chiamati dai Romani punici (da cui il nome "guerre puniche"), il cui fine è l'egemonia nel Mediterraneo. Prima di entrare nel...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.