Le premesse della Grande Guerra

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La prima guerra mondiale iniziò nell'agosto del 1914 dopo una serie di eventi scatenati dall'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando d'Austria. La guerra inizialmente venne organizzata tramite due alleanze: la triplice alleanza (Gran Bretagna, Francia e Russia) e le potenze centrali (Germania, Impero austro-ungarico e Impero ottomano); la guerra presto attirò altri paesi e fu combattuta su scala globale. La prima guerra mondiale, fu Il più grande conflitto nella storia fino ad oggi, con 15 milioni di morti e con la devastazione di numerose aree in Europa. Ecco a seguire quali furono le premesse della Grande Guerra.

24

Assassinio dell'arciduca

La prima guerra mondiale fu il risultato di diversi decenni di crescenti tensioni in Europa a causa del crescente nazionalismo, delle attività imperiali e della proliferazione delle armi. Questi fattori, uniti ad un rigido sistema di alleanze, furono solo parte di una scintilla che scoppiò il 28 luglio 1914, quando Gavrilo Princip, un membro della mano nera serba, assassinò l'arciduca Francesco Ferdinando d'Austria a Sarajevo. In risposta, l'Austria-Ungheria rilasciò l'Ultimatum alla Serbia. La Russia si alleò con la Serbia e la Germania si mobilitò per aiutare l'Austria-Ungheria, mentre la Francia intervenne a favore della Russia.

34

Piano Schlieffen

La Germania cercò di utilizzare il piano Schlieffen che richiedeva una rapida vittoria contro la Francia, in modo che le truppe potessero essere spostate verso est per combattere la Russia. Il primo passo di questo piano prevedeva il passaggio delle truppe tedesche attraverso il Belgio. Questa azione portò la Gran Bretagna ad entrare nel conflitto, in quanto fu obbligata dal trattato a difendere la piccola nazione. Nel combattimento conseguente, i tedeschi mentre stavano per raggiungere Parigi, furono fermati nella battaglia della Marna. A est, la Germania vinse una straordinaria vittoria contro i russi a Tannenberg, mentre i serbi respinsero un'invasione austriaca nel loro paese. Sebbene battuti dai tedeschi, i russi vinsero una vittoria chiave sugli austriaci denominata la battaglia della Galizia.

Continua la lettura
44

Offensiva dei cento giorni

In Africa le forze britanniche, francesi e belghe catturarono le colonie tedesche del Togoland, del Kamerun e dell'Africa sudoccidentale. Solo nell'Africa orientale tedesca fu creata una difesa di successo, dove gli uomini del colonnello Paul von Lettow-Vorbeck resistettero per tutta la durata del conflitto. In Medio Oriente, le forze britanniche si scontrarono con l'Impero Ottomano. La causa degli alleati fu rafforzata ad aprile quando gli Stati Uniti, irritati dalla ripresa tedesca della guerra sottomarina, entrarono in guerra. Con le truppe del Fronte Orientale liberate per il servizio in Occidente, il generale tedesco Erich Ludendorff cercò di infliggere un colpo decisivo agli inglesi e ai francesi prima che le truppe americane potessero arrivare in gran numero. Ripresi dagli assalti tedeschi, gli alleati contrattaccarono ad agosto con l'offensiva dei cento giorni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La prima guerra mondiale in pillole

Difficile ridurla a poche righe, ma vediamo come raccontare la Prima Guerra Mondiale in pillole. La Grande Guerra infiammò l'Europa e non solo tra il 1914 e il 1918. Le premesse del sanguinoso conflitto vanno viste nella corsa agli armamenti che, tra...
Superiori

Le conseguenze della guerra fredda

La guerra fredda è stato uno degli eventi più rilevanti e importanti del XX secolo, così rilevanti che gli effetti si fanno sentire ancora oggi.. Al termine della seconda guerra mondiale, le nazioni erano divise in due blocchi principali: il mondo...
Superiori

Storia: la guerra dei Trent'anni

La guerra dei Trent'anni è stato uno dei momenti più caldi e difficili della storia europea. Questa guerra fu scatenata non solo da ragioni dinastiche e di potere ma anche da accese dispute religiose. Infatti nel XVI secolo la Riforma protestante aveva...
Superiori

Conseguenze della seconda guerra mondiale

Come ben sappiamo la seconda guerra mondiale fu uno dei periodi più bui, se non il più buio, della storia dell'umanità. Coinvolse non solo stati europei quali Italia, Germania, Inghilterra, Francia ma anche gli Stati Uniti, Cina, il Giappone e la Russia....
Superiori

Conseguenze della prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale scoppiò nel 1914 e vide coinvolti l'Impero Tedesco, l'Impero Austro-ungarico e l'Impero Ottomano contro Impero Russo, il Regno di Serbia, l'Impero britannico, l'Impero Giapponese, il Regno d'Italia, gli Stati Uniti e altri stati...
Superiori

Le cause della Prima Guerra Mondiale

La pace e la spensieratezza della bella époque purtroppo si basavano su un equilibrio politico instabile. Numerosi motivi di rivalità creavano divergenze tra le grandi potenze europee. I popoli dei grandi imperi etnici, erano in tumulto, perché desideravano...
Superiori

Storia: la guerra civile inglese

La guerra civile inglese è stato il momento decisivo della rivoluzione che interessò l'Inghilterra durante il XVII secolo. Protagonista indiscusso di questa guerra fu il celebre Oliver Cromwell, colui che con il suo esercito riuscì a deporre la monarchia...
Superiori

Appunti di storia: la guerra di Etiopia

La guerra d'Etiopia o anche conosciuta guerra italo-etiopica si fa riferimento al conflitto sorto il 3 ottobre 1935 tra il Regno d'Italia l'impero di Etiopia a partire. Si concluse dopo ben sette mesi di combattimenti contraddistinti anche dall'utilizzo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.