Le migliori scuse per saltare qualche giorno di scuola

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Avete un'interrogazione e non vi sentite abbastanza preparati? Non avete voglia di andare a scuola perché pensate di prendere un brutto voto durante un compito? Per rimediare a questi problemi, in questa breve guida, vi elencheremo una vera e propria lista delle migliori scuse da inventare per saltare qualche giorno di scuola.

26

Avrò sicuramente la febbre

Far finta di avere la febbre e anche un forte mal di testa è una delle scuse più utilizzate da inventare alle proprie mamme per saltare un paio di giorni di scuola. Scaldate il termometro sulla lampadina della vostra abat-jour e fate salire la temperatura del mercurio del termometro almeno a 37,5 gradi.

36

Tutti i miei compagni hanno la varicella

Inventare che c'è un'epidemia in classe, è una delle scuse più credibili per una mamma, ed è quindi una delle migliori scuse per saltare qualche giorno di scuola. Se non avete avuto la varicella, per esempio, potrete inventare che i vostri compagni sono stati affetti da questa malattia contagiosa. Vedrete che pur di proteggervi e di non farvi beccare questa fastidiosa malattia, potrete saltare qualche giorno di scuola ed evitare terribili interrogazioni.

Continua la lettura
46

Non funzionano i riscaldamenti

Nelle fredde stagioni invernali, nei luoghi in cui nevica molto e le scuole sono ben attrezzate, con i riscaldamenti rotti, sarebbe impossibile seguire le lezioni in classe. Potete dunque inventarvi una meravigliosa scusa facendo finta che proprio nella vostra scuola e nella vostra classe stanno aggiustando i riscaldamenti rotti e non potete dunque prendere freddo.

56

Non sono abbastanza preparato

Se avete un'interrogazione a breve, potete inventarvi un'ottima scusa, dicendo ai vostri genitori che non avete ancora approfondito determinati argomenti, che vi serve del tempo per studiare meglio, per concentrarvi e per sostenere una perfetta interrogazione. Quale genitore non lascia il figlio a casa per farlo studiare di più? Questa scusa, se detta bene, potrebbe essere una delle più credibili.

66

Ho mal di denti

Dato che siete sicuramente dei veri e propri amanti dei dolciumi, del cioccolato e di tutte le merendine esistenti sul mercato, una delle scuse migliori per non andare a scuola, è far finta di avere un forte e insopportabile mal di denti. Con questa scusa potrete saltare un paio di giorni di scuola, rischiando però di essere accompagnati dai vostri genitori dal dentista. Potete eventualmente dire il giorno successivo di non sentire più alcun fastidio e alcun dolore ai denti per evitare di fare una visita dal dentista e per beccarvi un rimprovero per essere stati scoperti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Le migliori scuse per non andare a scuola

Tutti, almeno una volta nella nostra carriera scolastica, abbiamo tentato di marinare la scuola. Per certi ragazzi, l'obbligo della frequenza a lungo andare può essere monotono e causa di una piccola ribellione interna. Ma non solo, il fatto stesso di...
Superiori

Le migliori scuse per giustificare un ritardo a scuola

Se arrivate spesso in ritardo a scuola e non avete più scuse da inventare con i professori e con i compagni, eccovi una breve ed efficace guida che vi illustrerà quali sono le migliori scuse per giustificare il vostro ritardo a scuola. Spesso, molte...
Superiori

Scuse originali per le assenze da scuola

A quale studente non è mai capitato, chi per un motivo chi per un altro, di voler saltare la scuola e prendersi un giorno di vacanza? Purtroppo, restare a casa non è poi così semplice. I ragazzi si trovano davanti l’esigenza di dover pensare ad una...
Superiori

5 scuse plausibili per evitare l'interrogazione

La cosa più temuta per ogni studente sono, oltre ai compiti in classe, le interrogazioni. Soprattutto con l' avvicinarsi dei consigli di classe o alla fine del semestre il pericolo è sempre imminente. Se esse sono programmate non c' è nulla da...
Superiori

5 consigli per non fare tardi a scuola

Alzarsi presto per andare a scuola. Essere puntuali. Che incubo! Quanti di voi non vorrebbero iniziare la scuola a mezzogiorno? E quanti invece hanno dovuto inventarsi mille scuse per giustificare i continui ritardi? Ecco allora che questa lista vi viene...
Superiori

Come comportarsi a scuola

La scuola è il luogo dove molti giovani passano buona parte della loro giornata. Un luogo di formazione, dove oltre ad imparare le nozioni delle varie discipline fanno tante nuove esperienze e creano legami con i con i loro compagni e insegnanti. Tutto...
Superiori

Consigli per non annoiarsi a scuola

L'istruzione fornisce le conoscenze e la cultura sfruttabili durante il percorso di vita. Non tutti i bambini e ragazzi apprezzano l'importanza rappresentata dall'istruzione. Essi considerano pesante mostrare attenzione all'insegnamento e restare seduti...
Superiori

5 consigli per integrarsi in una nuova scuola

Integrarsi in una nuova scuola non è mai un passo facile, ma con un po' di lungimiranza e pazienza potete adattarvi molto in fretta nel nuovo ambiente scolastico. In questa guida vi offro 5 consigli per integrarsi in una nuova scuola. Seguiteli e vi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.