Le guerre arabo-israeliane

Tramite: O2O 28/05/2018
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

Quasi ogni decennio degli ultimi 60 anni ha visto spargimenti di sangue, con guerre significative combattute nel 1948, 1956, 1967, 1973 e 1982. Le fonti hanno stimato il bilancio delle vittime a oltre 200.000, mentre innumerevoli altre persone sono state ferite. Il costo delle guerre ha superato i 300 miliardi di dollari. Hanno provocato enormi cambiamenti politici e sviluppi territoriali e militari, sia a livello regionale che internazionale. Quando si parla di guerre arabo-israeliane generalmente si intendono quattro guerre differenti che sono avvenute tra gli anni 1948 e 1973 e che hanno coinvolto l'Israele e i paesi arabi. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, tutto quello che c'è da sapere su questi disastrosi conflitti.

28

Occorrente

  • Libri di storia
  • Fonti storiche
38

La prima guerra arabo-israeliana

Considerata una "catastrofe" dal mondo arabo, la prima guerra arabo-israeliana è vista dagli israeliani come la loro guerra di indipendenza. Il 14 maggio 1948, la Gran Bretagna abbandonò il suo mandato sulla Palestina in seguito a una risoluzione delle Nazioni Unite dell'anno precedente, che richiedeva la spartizione del territorio tra gli arabi e gli ebrei.
La Gran Bretagna era emersa dalla Seconda Guerra Mondiale stremata e stanca della guerra e mancava dei fondi per mantenere il controllo dei suoi possedimenti coloniali. Il piano di spartizione fu accettato dai coloni sionisti che dichiararono Israele come uno stato indipendente. Molti coloni erano rifugiati dall'Europa occupata dai nazisti, insieme ad altri che avevano combattuto contro la Germania durante la seconda guerra mondiale. Tutti i paesi arabi, compresa la Palestina, respinsero il piano e dichiararono la loro determinazione a distruggere qualsiasi creazione di Israele nel cuore della terra araba. Di fronte all'opposizione unanime, la Gran Bretagna ha rifiutato di attuarlo e ha fissato il 15 maggio come data per la fine del suo mandato. Lo stesso giorno truppe regolari dall'Egitto, dalla Siria, dalla Giordania e dall'Iraq sono entrate in Palestina a sostegno degli arabi palestinesi locali.

48

L'ONU

Gli israeliani, combattendo per l'esistenza del loro nuovo stato contro un fronte arabo mal coordinato, hanno dimostrato la forza più forte. Al temine della seconda guerra mondiale, l?ONU, sull'onda dello sdegno mondiale per la Shoah, pone mano con fermezza alla delicata questione ebraica. Sin dalla fine dell?Ottocento si sviluppa quindi un flusso di immigrazione di ebrei verso la Palestina, fenomeno che porta alla creazione di nuove città e colonie agricole. Fin dalla prima metà del Novecento si hanno delle frizioni fra arabi ed ebrei, specialmente dovute all'isolazionismo dei secondi. Ma dopo il 1945, i sopravvissuti all'Olocausto cominciano ad affluire massicciamente verso la Palestina ed in breve arrivano a superare le 600.000 unità contro i 1.200.000 arabi.

Continua la lettura
58

Le Nazioni Unite

Le Nazioni Unite sanciscono la dottrina dei ?due popoli, due stati? che auspica la nascita di due stati nazionali, quello arabo e quello israeliano. La Lega Araba è però contraria alla soluzione e, non appena gli inglesi evacuano la zona, nel giorno stesso della proclamazione di indipendenza attaccano lo stato di Israele. La Prima Guerra arabo-israeliana (1948-1949) è importante perché non solo da il via ad un conflitto ancora esistente ma perché il mondo comprende la forza della nazione ebraica, organizzata e decisa a sopravvivere. Se in prima battuta sembra che le forze arabe abbiano la meglio, successivamente gli israeliani contrattaccano conquistando gran parte di quello che è l?attuale territorio di Israele. A fine conflitto, migliaia di ebrei residenti nei paesi arabi sono costretti ad emigrare nel nuovo stato ebraico dal quale se ne vanno le popolazioni arabe.

68

La guerra dei Sei Giorni

Negli anni Cinquanta, il leader del fronte arabo è il presidente egiziano Nasser che nazionalizza il canale di Suez, sottraendolo al controllo di Francia e Inghilterra. Sentendosi minacciato, Israele scatena l?offensiva contro l?Egitto, occupando il Sinai fino al canale di Suez (Seconda guerra Arabo-Israeliana). La guerra dei Sei Giorni (Terza guerra Arabo-Israeliana) viene combattuta fra il 5 ed il 10 giugno 1967. Allarmato da un errato dossier sovietico su sospette operazioni militari israeliane, in maggio Nasser stipula con la Giordania un patto di mutua difesa. Pertanto Israele attacca e distrugge al suolo l?intera aviazione egiziana, siriana e giordana.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Storia: le guerre puniche

La storia delle guerre puniche riguarda tre guerre combattutesi ferocemente, tra Romani e Cartaginesi, nel periodo storico tra il II e III secolo a. C. Per il predominio sul mar Mediterraneo. Tali guerre hanno rappresentato il primo vero conflitto tra...
Superiori

Appunti di storia greca: le guerre persiane

In questa guida forniremo degli appunti di storia greca che trattano del tema "delle guerre persiane", cercando di riassumerne i momenti cruciali. Nel VI secolo a. C. Ciro il Grande riunifica i regni dei Medi e dei Persiani, creando una nuova potenza...
Superiori

Storia: la Guerra dei Sei Giorni

Il Medio Oriente, dopo il crollo dell'impero turco (1918) era stato assegnato alla Francia e successivamente all'Inghilterra. Nel corso del secolo scorso con l'affermarsi del movimento sionista in Germania molti ebrei si rifugiarono in Palestina, territorio...
Superiori

Le conseguenze delle crociate

Col termine "Crociate" si intende una serie di guerre di religione con importante valenza politica che hanno avuto luogo fra il 1096 e il 1291. Si tratta di guerre di riconquista dei luoghi sacri alla tradizione cristiana, caduti in mano agli eserciti...
Superiori

10 cose da sapere su Livio Andronico

In questa guida vi illustrerò le 10 cose da sapere sul celebre personaggio di Livio Andronico. È nato a Taranto intorno al 280 A. C al 200 a. C., ma poi fu trasferito a Roma in quanto era stato fatti prigioniero durante le guerre puniche.Egli durante...
Superiori

Storia di Cartagine in breve

Cartagine è una città di antiche origini, oggi parte della Tunisia. Secondo le fonti più accreditate fu fondata nell'814 a. C, ci sono discordanze anche sulle sue origini ma in molti tendono a credere alla legenda secondo cui fu fondata da Didone,...
Superiori

Le conseguenze della seconda guerra d'indipendenza italiana

Nel diciannovesimo secolo l'Italia era stata divisa in diversi stati, che erano in competizione tra loro da oltre mille anni. I francesi, gli austriaci e gli spagnoli avevano dominato in Italia in periodi diversi; all'inizio delle guerre rivoluzionarie...
Superiori

La storia di Roma in breve

Roma, come è ben noto, possiede una storia antichissima. Secondo la tradizione la città si fondò il 21 aprile 753 a. C. e, nel corso dei suoi tre millenni di storia, può considerarsi la prima grande metropoli dell'umanità. La sua importante ed antica...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.