Le cause della Rivoluzione Americana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La rivoluzione americana è quel famoso conflitto noto anche come guerra di indipendenza che permise appunto l'indipendenza alle 13 colonie americane che all'epoca si trovavano sotto il dominio del Regno di Gran Bretagna.
Il conflitto ebbe una durata complessiva di 8 anni, dal 1775 al 1783.
Le cause sono diverse e verranno trattate nell'ordine cronologico in cui sono accadute.
Vediamo le principali cause della Rivoluzione Americana.

26

Il governo inglese impose le tasse di bollo

In quel periodo la Gran Bretagna risultava come la più grande potenza e quelli che oggi sono conosciuti come Stati Uniti d'America, prima erano 13 colonie sotto il dominio britannico.
Per questioni puramente economiche quali il sostentamento di enormi spese di guerra e ragioni amministrative quali il controllo delle nuove colonie possedute in Nord America, il governo inglese impose una tassa di bollo.
Tale tassa riguardava per lo più i documenti legali, le licenze, i giornali e così via e fu imposta nel marzo del 1775.

36

Ancora tasse

Alla prima mandata di tasse, i coloni americani risposero con forme di protesta accese e quindi il governo inglese fu costretto a retrocedere sulle sue scelte. In realtà il cambio di rotta non fu realmente dovuto alle opposizioni dei coloni ma più che altro all'atteggiamento ostile dei mercanti inglese che dal punto di vista economico furono fortemente danneggiati a causa delle obiezioni dei coloni.
Sempre per questioni economiche, in un secondo momento il governo inglese si vide costretto ad imporre nuove tasse. Questa volta le tasse non riguardavano documenti legali ma erano tasse sui beni di consumo quali tè, carta, vetro e piombo.

Continua la lettura
46

Massacro di Boston

Alla seconda imposizione della tassa, i coloni non risposero positivamente ed in particolare, a Boston, gli abitanti misero in fuga i commissari doganali, minacciandoli.
Naturalmente, la madre patria dovette esercitare il controllo e quindi inviò delle truppe. I violenti scontri portarono nel marzo del 1770, al noto massacro di Boston, dove alcuni soldati britannici facendo fuoco sulla folla, uccisero cinque coloni.

56

Monopolio del tè

Per rispondere alle ondate di protesta dopo il massacro di Boston, il governo inglese si vide costretto a revocare ancora una volta la tassa, ma i problemi economici continuavano a persistere quindi fu imposto il monopolio del tè. In questo modo le colonie americane erano costrette a comprare tè dalla madrepatria.
Naturalmente questo fomentò il conflitto fra coloni e madrepatria che continuarono ad opporsi così tanto che il governo inglese dovette aumentare e rafforzare il controllo militare e chiudere il porto di Boston.

66

Carico di tè in mare

Il leader di questa spedizione fu Samuel Adams, il quale per rispondere al monopolio del tè imposto dalla madrepatria, insieme ad altri coloni americani, salì su navi britanniche e gettò i carichi di tè in mare. Era il 16 dicembre del 1773 e fu l'evento che effettivamente scatenò il conflitto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Le cause della prima guerra di Indipendenza

Tutti i moti rivoluzionari durante il corso del 1848 sconvolsero pesantemente tutta la penisola oltre che l'Europa scatenando un frastuono generale che sconvolse causando un moto ampissimo fatto di terre, cultura, religioni e società diverse tra loro...
Elementari e Medie

Le principali cause della seconda guerra mondiale

Gli anni che intercorrono tra il 1939 e il 1945 vedono il contesto mondiale macchiarsi delle indelebili tracce del conflitto più grande nella storia dell'uomo.  Nel testo che segue troverete una breve rassegna delle cinque principali cause che hanno...
Elementari e Medie

Prima Guerra Mondiale Riassunto

La Prima Guerra Mondiale ha segnato il corso del secolo scorso, cambiando inesorabilmente il mondo e influenzando per diretta conseguenza anche la società attuale. È stata la prima guerra che ha visto l'utilizzo di nuove armi e ad alto sterminio come...
Elementari e Medie

Storia: il declino dell'Impero Romano

In questa guida più che occuparci della storia e delle vicissitudini più varie dell'Impero romano ci occuperemo del suo declino, delle cause che hanno portato al dissolvimento di questo enorme potere, che ci ha lasciato però strascichi positivi in...
Elementari e Medie

Come memorizzare le date di storia

Studiare gli avvenimenti storici può essere molto impegnativo, poiché bisogna legare dei fatti storici ben precisi collocandoli in un periodo temporale ben dettagliato. E spesso accade proprio di non ricordare bene le date, soprattutto se sono abbastanza...
Elementari e Medie

Come risolvere i conflitti in classe

È molto facile che in una classe ci siano conflitti o battibecchi. I conflitti sono soliti in qualsiasi classe e a qualsiasi livello di istruzione, che sia dalla scuola materna, elementare o agli istituti di istruzione superiore. I conflitti possono...
Elementari e Medie

Come verificare la divisione con la prova del nove

La prova del nove viene utilizzata in matematica per controllare l'esattezza del risultato della moltiplicazione e della divisione. Nel caso di divisione con il resto, il procedimento presenta qualche piccola variante. Questa semplicissima e pratica guida...
Elementari e Medie

Come funziona la scuola in America

Uno studente di una qualsiasi scuola americana può scegliere tra un istituto pubblico o privato, anche se il secondo è maggiormente dispendioso, pur essendo molto affermato. Per ottenere l'ammissione alle migliori università del territorio americano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.