Le caratteristiche del suono: il timbro

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Per riuscire a comprendere la nascita del suono è opportuno tener presente il seguente esperimento. Se si alza la zona centrale di un elastico tenendolo ben disteso e poi si lascia esso subisce un'oscillazione veloce. Queste oscillazioni non sono altro che vibrazioni; infatti, se si avvicina l'orecchio si sente un tenue suono creato dal movimento dell'elastico. Questo test dimostra come può essere realizzato un suono; esso è composto dall'altezza, l'intensità, la durata e il timbro. Leggendo questo tutorial si possono avere delle corrette informazioni su una delle caratteristiche del suono: il timbro.

24

Esso è una particolarità del suono e lo rende assolutamente differente dagli altri. Per chiarire meglio il concetto è opportuno fare un esempio con gli strumenti musicali. Quando si ascolta una canzone si distingue il suono prodotto da una tromba da quello di un violino oppure di una chitarra; lo stesso succede quando si deve distinguere la voce delle persone. In questo caso è più facile riconoscere il timbro di voce di un amico, di un parente rispetto ad una persona sconosciuta. Ciò è possibile in quanto ogni strumento che emette un suono ha un timbro unico che lo rende inconfondibile.

34

Il timbro è la vera qualità del suono; esso è generato in base al materiale che viene utilizzato, alla forma ed alle dmensioni dello strumento. Non si può misurare il timbro e descriverlo con un numero. Per indicarlo vengono utilizzati gli aggettivi più fantasiosi: metallico, argentino, cristallino; cioè si riferisce alle sensazioni che suscita. Viene anche definito nasale o gutturale se si confronta col modo in cui i suoni vengono realizzati dall'uomo. Nella partitura il timbro è indicato con il nome dello strumento con cui si suona.

Continua la lettura
44

Le caratteristiche principali del suono sono: l'altezza, l'intensità e la durata. La prima è direttamente proporzionale con la frequenza e prende in considerazione le vibrazioni che si verificano ogni secondo (hertz). Se essa è bassa le vibrazioni sono limitate ed il suono è tenue. Se la frequenza è alta le vibrazioni sono tante e il suono è acuto. L'intensità di un suono, forte o tenue, è determinato dalle vibrazioni. Infatti, molteplici sono le vibrazioni maggiore è l'intensità per cui il suono è molto forte. L'intensità del suono si misura in decibel. Il periodo di tempo che va dall'inizio del suono (attacco) fino alla sua fine è detto durata. Quest'ultima determina anche la velocità di un brano musicale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di fisica: le onde elettromagnetiche

La fisica, è una materia importante che contiene nozioni più o meno complicate. Per apprendere il linea generale l'argomento che riguarda le onde elettromagnetiche, cercheremo in questi steps di riassumervi questo particolare tema attraverso una sorta...
Superiori

Come avviene la propagazione del calore

Lo studio della propagazione è un importantissimo ramo della scienza che si occupa di studiare il flusso di energia termica nella materia, causato principalmente dalla differenza di temperatura. Infatti il colore, sia sotto forma di mori molecolari che...
Superiori

Come convertire i bar in litri

In questa guida vi andrò a mostrare come convertire i bar in Litri. Il bar, come tutti voi dovreste sapere, è una delle tante unità di misura della pressione. Esattamente 10^-3 bar equivalgono a 0,1 Pascal. Bisogna inoltre sapere che la pressione atmosferica...
Università e Master

Come applicare il metodo per la verifica di aste soggette a carico di punta

In ingegneria l'instabilità dovuta ad un carico assiale di punta agente su un'asta è un improvviso collasso di un membro strutturale soggetto ad intensi sforzi di compressione,. Questo tipo di collasso è anche chiamato collasso dovuto ad instabilità...
Università e Master

Regole per un corretto uso del telescopio newtoniano

Il telescopio newtoniano è detto anche riflettore ed è uno di quelli più utilizzati per scrutare le galassie, da amatori e professionisti. Il telescopio cattura la luce e ci permette di entrare in una magica esperienza di osservazione. Scrutiamo il...
Superiori

Come rilevare i terremoti

I terremoti si rilevano utilizzando appositi strumenti; il più antico di cui si ha notizia è il ‘sismoscopio di Zhang Heng’, un dispositivo cinese risalente al 132 d. C. Che, attraverso un pendolo e alcune leve posti all'interno di un’anfora,...
Superiori

Appunti di chimica: la classificazione dei liquidi

In questa guida vedremo come vengono classificati i liquidi in chimica. Essi non sono altro che uno degli stati in cui si presenta la materia e che, specificatamente, se dovessero mancare tutte le forze esterne, si presenterebbero sotto forma sferica....
Università e Master

Nozioni di fonetica

La fonetica è un'area dello studio della lingua che si occupa di esaminare come percepiamo e come produciamo determinati suoni linguistici e come essi vengono definiti. Esistono diverse sezioni della fonetica che studiano il metodo di produzione dei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.