Le 5 tecniche di disegno per bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I bambini hanno un istinto innato che li porta ad impugnare i colori e rappresentare la loro realtà, ovvero a disegnare. Con la crescita, questa capacità va stimolata e "corretta", con l'insegnamento dell'arte. In questa guida vi spiegheremo le 5 tecniche di disegno per bambini in età scolare, per passare del tempo insieme, divertendosi. Ci saranno tecniche semplici e un po' più complesse da adattare ad ogni fascia d'età. Si parte dal disegno in bianco e nero, per poi passare al disegno a colori.

26

Matita e carboncino

Come detto nella premessa, la prima tecnica da insegnare è quella della matita in graffite e carboncino. Questa tecnica permetterà di apprendere la ricostruzione in 3D degli oggetti riportati su carta partendo, inizialmente da piccoli tratti che andranno poi sfumati per evidenziare le ombre nel disegno.

36

Puntinismo

Imparata la tecnica sopra descritta, si può passare ad apprendere le dimensioni, grazie all'uso dei colori. Una delle tecniche più semplici è il puntinismo perché utilizza due, o più, colori della stessa camma di sfumatura per ricreare la gradazione di colori (es. Bordeaux, rosso ciliegia, rosso...)
Si parte con il realizzare una sagoma che andrà riempita con i pennarelli. Vicino ai bordi i puntini saranno fitti e scuri, ma man mano che ci si sposta verso il centro, i puntini diventeranno più radi e chiari grazie al cambio di pennarello.

Continua la lettura
46

Texture

È una tecnica molto divertente perché ricalca l'idea del patchwork, ma con l'ausilio dei pennarelli
Una volta realizzata la sagoma da colorare, dividetela in sezioni. Tutto ciò che andrà fatto è colorare all'interno tracciando linee con texture diverse (linee verticali, linee orizzontali, linee ondulate); l'importante è che ogni sezione vicina non sia riempita con la stessa textura, proprio come succede nel patchwork.
.

56

Gessetti

Cambiando colori, si passa alla tecnica dei gessetti. Questa tecnica consiste nello sfruttare la polvere che rilascia il gessetto per ottenere le sfumature e quindi la tridimensionalità dell'oggetto colorato. Una volta colorata la zona con il gessetto, si deve sfumare la polvere con il dito ed eliminare la polvere sbordata (eventualmente) con l'angolo di una gomma da cancellare.

66

Acquerelli

Una volta apprese le precedenti tecniche (più semplici in quanto si ha il completo controllo sul tratto sul foglio), si può passare ad utilizzare i pennelli. L'acquerello è una tecnica pittorica semplice ma che richiede una certa precisione. Per approcciare alla tecnica, si possono ripassare i bordi del disegno con uno strato di colla vinilica, che una volta seccato, farà da barriera per il colore che si andrà poi ad utilizzare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come aiutare i bambini nel disegno

L'attività grafica di una persona si manifesta principalmente attraverso il disegno, espressione autentica e originale sia dei grandi che dei bambini. Non sempre i nostri piccoli sono portati o interessati a quest'arte, magari perché poco indirizzati...
Elementari e Medie

Come utilizzare le squadre nel disegno tecnico

Sin dalle scuole medie si impara a realizzare progetti di piccola architettura e prospettiva nel disegno tecnico. Il disegno tecnico è una rappresentazione di proporzioni e strutture su carta e deve essere realizzata con svariati strumenti specifici....
Elementari e Medie

Come quotare un disegno tecnico

Quando si utilizza un grafico per rappresentare un oggetto, quest’ultimo viene definito soltanto in termini qualitativi; tuttavia, per completare il processo risulta necessario aggiungere ad esso tutta una serie di informazioni di tipo quantitativo....
Elementari e Medie

Come insegnare ai bambini la grammatica

Sappiamo tutti quanto sia importante avere delle buone basi per poterci esprimere e sapere scrivere in modo corretto la lingua italiana. È opportuno che si impari sin da piccoli l'uso corretto dei verbi, delle costruzioni delle frasi, della scrittura...
Elementari e Medie

Come Insegnare La Ciclicità Del Tempo Ai Bambini

A cominciare dalla prima classe è necessario preparare i bambini con adeguate strategie, a comprendere che la successione di determinati eventi si ripete sempre. Tuttavia bisogna far capire che il giorno e la notte, i mesi dell'anno, i giorni della settimana...
Elementari e Medie

Come insegnare una lingua straniera ai bambini

Imparare una lingua straniera è utile sia agli adulti che ai bambini. Nei bambini è maggiormente utile non solo per il fine pratico, ma anche perché, imparare una lingua straniera, aiuta la concentrazione e permette un'apertura culturale verso gli...
Elementari e Medie

Come insegnare la storia ai bambini

L'insegnamento può essere qualcosa di gratificante, se poi ciò viene fatto con i propri figli lo diventa ancora di più ed è una di quelle esperienze di vita che di certo non si dimenticano facilmente. La curiosità e l'essere svegli sono tra le qualità...
Elementari e Medie

Tecniche per affrontare il rientro a scuola

Per un adolescente non c'è periodo peggiore di quello che coincide con il rientro a scuola dopo le vacanze estive. Questo momento diventa spesso il vero e proprio incubo per tutti i ragazzi. Nostalgia dell'estate, voglia di rimanere a giocare, poco amore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.