Latino: periodo ipotetico

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il latino, lingua universale di qualche millennio fa, è la lingua capostipite di moltissime lingue europee. Naturalmente, la lingua che si è sviluppata maggiormente sulla falsa riga del latino è il nostro italiano, ragion per cui per noi italiani è abbastanza semplice tradurre dal latino. Molti costrutti, però, possono dare del filo da torcere a chi non è molto esperto. Un esempio è il periodo ipotetico che è un costrutto sintattico costituito da due frasi: una proposizione reggente (o principale) che è detta apodosi e una proposizione subordinata condizionale che è chiamata protasi (premessa). La premessa è la condizione per cui dovrebbe avvenire o avverrà o è già avvenuta l'azione compresa nella proposizione principale. Come succede per l'italiano, anche in latino, ad introdurre la protasi, vi si trovano le congiunzioni: si (se), sin autem (se invece), si quidem (se è vero che), nisi (se non). Ciò rende più semplice l'individuazione del periodo ipotetico all'interno di una versione o di un trattato. Tanto in italiano, quanto in latino, ci sono tre tipi di periodo ipotetico: della realtà, della possibilità e dell'impossibilità e ognuno di questi si traduce con tempi verbali diversi.

27

Occorrente

  • Vocabolario
  • Libro di grammatica latina
37

Il periodo ipotetico della realtà

Il primo tipo del periodo ipotetico latino è quella della realtà, della certezza. La frase che ci si trova di fronte, dunque, esprime una condizione ed un avvenimento certi. In latino è possibile trovare nell'apodosi i modi delle proposizioni reggenti (indicativo, congiuntivo esortativo, imperativo...) e nella protasi generalmente l'indicativo, ma se il soggetto è indeterminato è possibile trovare anche il congiuntivo.

47

Il periodo ipotetico della possibilità

Il periodo ipotetico della possibilità, oppure dell'eventualità, (secondo tipo) descrive fatti che potrebbero avverarsi con una certa probabilità, ma nello stesso tempo potrebbero anche non avverarsi; sia l'apodosi che la protasi, quindi, sono possibili. Sia nella protasi che nell'apodosi, nel caso di una probabilità nel presente oppure nel futuro, troviamo il congiuntivo presente; mentre nel caso di una possibilità nel passato, è presente il congiuntivo perfetto.

Continua la lettura
57

Il periodo ipotetico dell'impossibilità

Il periodo ipotetico dell'irrealtà, oppure dell'impossibilità, (terzo tipo) indica un'ipotesi falsa. In latino sia la protasi che l'apodosi presentano: per un'impossibilità nel presente, il congiuntivo imperfetto; per un'irrealtà nel passato, il congiuntivo piuccheperfetto. I verbi e le locuzioni che presentano il falso condizionale e, dunque, indicano qualcosa che non è mai successo, si trovano all'indicativo perfetto, imperfetto o piùcheperfetto.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come tradurre il periodo ipotetico in latino

All'interno di questa breve guida, ci occuperemo di lingue straniere e, per essere più precisi, a una lingua classica: il latino. Come potrete notare già leggendo il titolo della nostra guida, ora andremo a spiegarvi in pochissimi passi, e in maniera...
Superiori

Come tradurre il periodo ipotetico in greco

In greco le frasi condizionali sono le istruzioni "se..., allora ...". Fanno una dichiarazione: se succede qualcosa, allora succederà qualcos'altro. La clausola "se" è indicata come "protasi" da parte dei grammatici. Viene dalle parole greche "pro"...
Superiori

Come fare l'analisi del periodo in latino

Una volta superato l'esame di terza media, si può scegliere un indirizzo di scuola superiore tra tante alternative. Solitamente, coloro che mostrano particolari abilità nelle discipline umanistiche vengono indirizzati verso una scuola come il liceo...
Superiori

Come Costruire Le Proposizioni Condizionali In Latino

Quando il professore o la professoressa di latino, ci assegna dei compiti di casa, riguardanti le proposizioni condizionali, e noi non sappiamo neanche cosa sono, non ci resta altro che studiare da soli l'argomento, tramite internet. Infatti, se il giorno...
Superiori

Come tradurre le versioni di latino

La versione di latino, è da sempre il disagio apparente, che mette in crisi migliaia di studenti del liceo. La traduzione dal latino, infatti, non è per niente semplice se non si utilizza uno schema di lavoro ben preciso e non si possiede una buona...
Superiori

Come Formare Le Proposizioni Relative In Latino

Il latino è una lingua molto antica, che si è diffusa in quasi tutte le regioni del Mediterraneo grazie all'espansione dell'Impero Romano. Tuttavia, anche se oggi non è più parlata, viene comunque insegnata al liceo classico per aiutare gli studenti...
Superiori

Come affrontare una versione di latino

Tradurre una versione di latino non è sicuramente l'operazione più semplice da compiere: tuttavia, seguendo alcune tappe in modo rigoroso, potrete riuscire ad affrontare in modo sereno ed arrivare ad una traslitterazione molto fedele nella lingua. È...
Superiori

Come Organizzare Un Ripasso Di Sintassi Latina Durante Il Periodo Estivo

Il latino ha la fama di essere una delle materie più antipatiche per gli studenti. Per questo motivo raggiungere buoni risultati è abbastanza faticoso. Lo studio del latino non è però da tralasciare, aiuta a sviluppare il ragionamento e può essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.