La tragedia greca: caratteristiche ed esponenti

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La tragedia greca è un genere teatrale sviluppatosi nell'Antica Grecia, luogo in cui trasse origine, e studiato ancora adesso nelle scuole di tutto il mondo. Veniva messa in scena in occasione di eventi con connotazioni religiose, oppure sociali, ed erano viste come un valido intrattenimento per la popolazione grazie al loro grande impatto. Vediamo più nel dettaglio quali erano le sue caratteristiche e i suoi maggiori esponenti.

24

Eschilo. Si tratta di un personaggio fondamentale nella storia del dramma tragico e che ne ha fissato le sue regole fondamentali. Egli ebbe il genio di incrementare i dialoghi, i contrasti e gli effetti che si hanno modo di osservare all'interno di un teatro. Introdusse per la prima volta il secondo attore, mentre invece in precedenza ve ne era uno solo che aveva il compito di svolgere tutta la tragedia. Con il tempo, Eschilo affinò le sue tecniche soprattutto entrando in concorrenza letteraria con Sofocle.

34

Sofocle. Questo drammaturgo ateniese introdusse numerose innovazioni allo schema utilizzato fino a quel momento nel teatro greco. È riconosciuto a lui il merito dell'introduzione del terzo attore aumentando così le resa di ogni scena riprodotta. Le scenografie videro la loro comparsa proprio con Sofocle e anche un lieve ritorno alla drammaticità utilizzata nel dramma precedente. Il genere nacque ispirandosi a dei riti drammatici messi in scena in onore di Dioniso, il Dio della natura. Evolvendosi, la tragedia ha spostato l'attenzione dal significato del contenuto in se stesso all'azione vera e propria. Veniva effettuata una rappresentazione diretta dell'avvenimento svolta da singoli personaggi, attori, tutti diversi tra loro e con una propria autonomia psicologica. Tra i maggiori esponenti sono riconosciuti Eschilo, Sofocle ed Euripide. I maggiori argomenti trattati prevedevano in scena la mitologia greca e tutte le storie ad essa correlate. Erano presenti degli attori, delle maschere e un coro che scandiva i passaggi tra le varie scene pronunciate dai partecipanti. Questi ultimi recitavano con la lingua attica, mentre la parte cantata veniva detta in dorico.

Continua la lettura
44

Euripide. Grazie alle sue sperimentazioni, mise in luce un tipo di dramma tragico totalmente diverso rispetto ai due stili menzionati in precedenza. Diede maggiore attenzione ed enfasi ai sentimenti, analizzandone l'intera evoluzione nelle varie scene. Introdusse il "deus ex machina" e svalutò a poco a poco la funzione del coro. Il suo realismo ha dato un'impronta fondamentale alla tragedia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La tragedia greca: Eschilo

Momento di sviluppo, cultura e condivisione, l'avvento del teatro rappresentò un momento di svolta per la popolazione ateniese. Grazie alle opere teatrali, infatti, l'individuo veniva messo in scena e i suoi sentimenti condivisi, le credenze religiose...
Superiori

La commedia latina: caratteristiche ed esponenti

Per riuscire a comprendere la Commedia Latina è necessario essere a conoscenza delle sue origini. Questa guida si propone, successivamente ad un breve excursus retrospettivo, di esplicare caratteristiche ed esponenti della commedia latina. La commedia...
Superiori

Greco: la tragedia di Sofocle

Insieme ad Eschilo ed Euripide, Sofocle è l'unico autore tragico greco di cui si siano conservate opere intere. Visse ad Atene nel V secolo a. C., epoca cruciale per la democrazia della polis attica, e fu protagonista non soltanto sulle scene ma anche...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Esiodo

Lo studio della letteratura greca, per parecchi studenti rappresenta un ostacolo insormontabile. Se infatti da un lato si tratta di una materia molto affascinante e carica di emozioni, dall'altra riuscire a ricordare tutti gli aspetti caratteristici di...
Superiori

Come semplificare le espressioni algebriche con gli esponenti

La matematica è da sempre la materia più complessa e, di conseguenza, meno apprezzata sia dai bambini delle scuole elementari, sia dagli studenti delle superiori e delle facoltà universitarie. Questa difficoltà è dovuta soprattutto al fatto che i...
Superiori

Come calcolare gli esponenti frazionari

Gli esponenti sono un modo breve per scrivere un numero moltiplicato per sé stesso, un determinato numero di volte. Inoltre possono essere utilizzati ad esempio per calcolare la quantità di ritardo dei satelliti, quanto un pianeta dista dal sole oppure...
Superiori

La mitologia greca

Con il termine “mitologia” s'identifica l'insieme di racconti riguardanti miti che sono stati tramandati nel corso dei secoli dalle antiche popolazioni del mondo. Il mito è stato l'espressione dell'innata voglia dell'uomo di dare un senso alla realtà...
Superiori

Caratteristiche dello stile dorico

Dei tre ordini architettonici che caratterizzano l'architettura greca, lo stile dorico è il più antico. Nato in Grecia, e più precisamente nel Peloponneso, con la colonizzazione si diffuse ampiamente anche in Italia e in particolare in quelle zone...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.