La tettonica delle placche

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se siamo degli amanti della scienza della Terra e ci piacerebbe riuscire a conoscere tutti i vari fenomeni che caratterizzano il nostro pianeta, tutto quello che dovremo fare sarà effettuare una semplice ricerca su internet. Sul web, infatti, potremo trovare moltissime guide che ci spiegheranno con termini molto semplici tutti i vari argomenti trattati dalle discipline che riguardano lo studio della Terra.
In questo modo sarà molto semplice riuscire a comprendere come sono avvenuti tutti i vari fenomeni che hanno portato il nostro pianeta allo stato attuale e quali sono i fenomeni ancora attivi che causano l'evoluzione della Terra. Nei passi successivi, in particolare, cercheremo di capire la teoria della tettonica a placche.
La tettonica è un ramo della geologia che studia l'assetto delle masse rocciose che costituiscono la crosta terrestre e indaga sulle forze ed i fenomeni che hanno condotto all'attuale disposizione.

25

Occorrente

  • Leggere con attenzione la guida.
35

Margine divergente

Gli studiosi hanno sempre osservato ciò che succede sui margini tettonici e ne hanno identificato fino a tre tipi diversi: margine divergente che è considerato distruttivo, poiché due placche continentali che si separano favoriscono la formazione dei mari. Al momento del distacco, la lava, spinta dal contatto con l'acqua, prende il sopravvento, nel tentativo di colmare lo spazio vuoto; arrivata a superficie, si pietrifica. Ci possono essere delle conseguenze a quest'avvenimento, come il vulcanismo anorogenico-effusivo che si differenzia dalle eruzioni degli altri vulcani poiché questi ultimi hanno una composizione chimica basica, mentre il vulcanismo anorogenico è di base acida in scala e può causare, in casi estremi, terremoti.

45

Margine convergente

Il secondo tipo di margine è quello convergente, considerato costruttivo in quanto, a seguito dello scontro tra due placche continentali, queste si porranno l'una sopra l'altra, annientando la presenza del mare. Successivamente ha inizio l’orogenesi (cioè il processo di formazione di un qualsiasi rilievo). Così come il margine divergente, anche il margine convergente ha le proprie conseguenze: difatti il secondo può dare origine a un vulcanismo orogenico-esplosivo.

Continua la lettura
55

Margine trasforme

Infine c’è il margine trasforme, che è considerato conservativo, in questo caso due placche cominciano a scorrere l’una accanto all’altra, creando delle fratture, o faglie (una delle più famose è quello di San Andreas). L’unico effetto negativo del processo possono essere i terremoti. Per definizione il fenomeno della tettonica delle placche non è altro che la serie di moti convettivi, cioè dei movimenti che le placche fanno in continuazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come classificare i terremoti

I terremoti sono degli eventi naturali caratterizzati da movimenti e assestamenti improvvisi, dovuti allo spostamento di masse rocciose presenti nel sottosuolo e determinati dalla generazione di forze di origine tettonica. Queste forze, a loro volta,...
Elementari e Medie

Come verificare la divisione con la prova del nove

La prova del nove viene utilizzata in matematica per controllare l'esattezza del risultato della moltiplicazione e della divisione. Nel caso di divisione con il resto, il procedimento presenta qualche piccola variante. Questa semplicissima e pratica guida...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.