La struttura del sonetto

Tramite: O2O 29/11/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il sonetto è un breve componimento poetico, tipico della letteratura italiana. Lo incontreremo sicuramente in tutti i programmi scolastici delle scuole superiori e verrà approfondito negli istituti ad indirizzo linguistico e umanistico. La sua struttura trovò terreno fertile anche nel campo satirico/comico, tra i suoi utilizzatori vogliamo citare: Trilussa, Cecco Angiolieri e Carlo Porta. Il suo uso non è mai venuto meno, anche nel ventesimo secolo intellettuali del calibro di Pier Paolo Pasolini hanno continuato ad utilizzarlo. Vediamo ora qual è la sua origine e quali sono le sue caratteristiche.

25

La nascita

Non è chiarissima la sua nascita, visto che stiamo parlando del XIII secolo, possiamo però ragionevolmente credere, che fu Jacopo da Lentini, esponente della scuole poetica siciliana ad inventarlo. Il nome invece ?sonetto? deriva dal termine provenzale ?sonet? che significa piccolo suono o melodia. Questo componimento estenderà la sua fortuna fuori dal territorio italiano, lo ritroveremo nella letteratura francese, in quella spagnola, persino Shakespeare lo utilizzerà nelle sue opere in lingua inglese.

35

Struttura originale

Concentriamoci ora su quella che è la struttura per antonomasia, quella primitiva, e a cui facciamo riferimento quando utilizziamo il termine sonetto in generale. La composizione è formata da due quartine e due terzine, composte da endecasillabi che rimano secondo lo schema: ABAB-ABAB / CDC?DCD. La versione in vigore nel Dolce Stil Novo introduceva invece la rima incrociata con schema ABBA-ABBA; questa versione rimase poi la più utilizzata. Ricordiamo per dover di cronaca Dante Alighieri maestro nell?uso del sonetto.

Continua la lettura
45

Le versioni

Contrariamente a quanto si possa pensare non esiste uno standard, ma varianti diverse si sono succedute nell?arco dell?evoluzione letteraria di questo breve componimento poetico. Troviamo ad esempio il sonetto minore che porta i versi da endecasillabi a settenari, ne esistono di misti dove si utilizzano entrambe le lunghezze. Il sonetto caudato fu una variante introdotta nel XIV secolo, si parte dalla struttura standard per aggiungerci una coda composta da un settenario in rima con l?ultimo verso. Passiamo poi al sonetto rinterzato, ideato da Guittone d?Arezzo, in cui vengono inseriti dei settenari dopo i versi dispari delle quartine e il primo e il secondo verso delle terzine. Parliamo anche di una versione ?raddoppiata? in cui semplicemente abbiamo quattro quartine e quattro terzine. Possiamo affermare che esistono almeno più di cinque forme diverse di sonetto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come analizzare un sonetto

Durante il percorso di studi accade spesso di imbattersi in un compito in classe che richieda l'analisi di un testo poetico. Se da una parte questa potrebbe essere considerata una delle tracce più difficili da svolgere, dall'altra rappresenta la scelta...
Superiori

Struttura interna delle camere parlamentari

Il Parlamento Italiano è basato su un bicameralismo, ossia in una strutturazione che ha due diverse camere: Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica. La struttura interna delle singole camere parlamentari è stabilita dalla costituzione; in...
Superiori

Gli elementi di Euclide: struttura e contenuti

Gli "Elementi" di Euclide consiste in un trattato di 13 libri su vari argomenti matematici. È l'opera matematica più importante dalla cultura greca antica, composta tra il IV e III secolo a. C. Tratta di applicazione geometrica pratica, ma con il rigore...
Superiori

Come determinare la struttura di una molecola

Uno dei primi argomenti trattati in chimica è la molecola. Essa costituisce la parte più piccola di una sostanza in grado di conservarne la composizione chimica. È formata dall' aggregazione di atomi uguali o diversi fra loro. A seconda dei...
Superiori

Struttura e funzione del cervello umano

Il cervello rappresenta l'elemento più misterioso all'interno del corpo umano. La sua complessità è tale che soltanto in parte si è riusciti a scoprire il suo funzionamento. Nel corso dei millenni, il cervello umano ha subito un notevole sviluppo,...
Superiori

Chimica: la struttura dell'atomo

Tutto ciò che ci circonda è composto da piccolissime unità di materia, chiamate "atomi", invisibili all'occhio umano ma visibili al SuperSTEM, un microscopio elettronico ad altissima precisione made in UK. Queste unità possono formare legami tra loro,...
Superiori

La struttura del DNA e RNA

La biologia studia la composizione del corpo umano, grazie al DNA (Acido Desossiribonucleico o Deossiribonucleico) e RNA (Acido Ribonucleico). Il DNA e l'RNA sono degli elementi che compongono il corpo umano, e dimostrano chiaramente i fattori ereditari...
Superiori

Analisi logica: struttura e complementi

L’analisi logica è il procedimento attraverso cui individuiamo le categorie sintattiche che compongono la frase. Le categorie sintattiche sono: soggetto, predicato, complementi, attributi, apposizioni. Focalizziamo ora la nostra attenzione sulla struttura...