La sintesi organica combinatoriale

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

La sintesi organica combinatoriale è una strategia che, come si evince dal nome, è tipica della chimica organica, ed essa consiste nel sintetizzare un grande numero di composti correlati legando in modo covalente, diverse serie di unità strutturali. La sua importanza deriva dalla necessità della moderna ricerca scientifica di avere ampie raccolte di composti sui quali effettuare i saggi per l'attività biologica e di ricorrere ad una strategia di sintesi che utilizzi il concetto della "produzione in serie". Vediamo insieme in questa guida le sue principali caratteristiche.

24

La sintesi combinatoriale è stata ideata copiando un po' il comportamento della natura che utilizza ad esempio gli amminoacidi o i nucleotidi come unità strutturali per la sintesi di un numero enorme di proteine differenti tra loro. Essa prevede tutta una serie di requisiti: primo tra essi è la disponibilità di un vasto assortimento di piccole molecole da utilizzare come mattoncini iniziali, ovvero unità strutturali.

34

La sintesi combinatoriale permette di realizzare quella che viene definita una "grande libreria" di questi composti. Con essa infatti si divide il supporto solido contenente il 2-butirrobenzofenone in più parti ed ognuna di essere interagisce con un diverso amminoacido. Con la stessa metodica anche ogni prodotto a 7 termini ciclizzato può essere diviso in più parti e interagire con più agenti alchilanti. La sintesi combinatoriale in questo modo ci permette di preparare molte benzodiazepine differenti. Gli stessi concetti, sempre ricordando che il supporto solido è fondamentale nella sintesi, possono essere applicati anche ad altri farmaci.

Continua la lettura
44

Un approccio importante della sintesi combinatoriale lo ritroviamo sicuramente nella realizzazione dei farmaci, ad esempio le benzodiazepine, nota classe di farmaci sedativo-ipnotici. Questo composti possono essere immaginati come costituiti da tre "mattoncini": un amminoacidi, un agente alchilante eed un 2-amminobenzofenone. Normalmente il 2-amminobenzofenone viene legato ad un supporto (definito solido) e dopo viene legato l'amminoacido protetto ed attivato. Dopo che si è formata la rispettiva ammide, il gruppo protettore si rimuove e si forma l'immide e il tipico anello chiuso a 7 termini. Come ultima tappa si stratta con una base il protone per formare il nucleofilo che reagirà con l'agente alchilante. Il prodotto così formato viene poi rimosso dal supporto solido.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come fare la sintesi di un testo narrativo

Uno degli esercizi che viene fatto solitamente a scuola, specialmente in letteratura italiana, è la sintesi di un testo narrativo, proposta dall'insegnate per rendersi conto se i propri alunni hanno compreso appieno l'argomento letto o spiegato. Non...
Superiori

L'architettura organica di Frank Lloyd Wright

La concezione dell'architettura organica è stata plasmata sin dalla sua infanzia Da Frank LLoyd Wright e precisamente in una fattoria nel Wisconsin, dove ha vissuto in mezzo alla natura. Egli mette a confronto l'architettura convenzionale con l'idea...
Superiori

Scienze: la sintesi delle proteione

Una delle tante funzioni dell'acido nucleico è quella di codificare le informazioni necessarie per la sintesi delle proteione. La sintesi proteica (o traduzione genica) è quel processo biochimico attraverso cui una sequenza di nucleotidi viene convertito...
Superiori

Biologia: sintesi sui mitocondri e cloroplasti

La biologia è una materia piuttosto complessa e difficile da comprendere, in quanto ci sono moltissime cose da sapere. Ma per poter apprendere argomenti più difficili è necessario partire da delle buone basi e studiare alcuni processi basilari. Ecco...
Superiori

Filosofia: Locke in sintesi

La storia umana conta numerosi filosofi. Leggendo il loro pensiero l'umanità trova il giusto percorso di vita. John Locke è uno di essi. In questa guida analizzeremo Locke in sintesi nella filosofia. Prima però sappiate che John Locke nacque a Wrington...
Superiori

Appunti di chimica: la sintesi di Kiliani-Fischer

Come la matematica e altre materie particolarmente complesse, anche la chimica è una di quelle che, per essere compresa a fondo, ha bisogno di essere affrontata in maniera precisa, chiara e puntigliosa. Bisogna capirne l'essenza, comprenderne il meccanismo,...
Superiori

Breve sintesi sul pensiero di Schopenhauer

Che vi serva per la scuola o per semplice interesse personale, una breve sintesi è il metodo migliore per conoscere il pensiero filosofico di questo grande artista. Arthur Schopenhauer, nato a Danzica il 22 febbraio 1799 e morto a Francoforte il 21...
Superiori

Filosofia: Socrate in sintesi

Tra i più importanti personaggi della filosofia occidentale va ricordato senz'altro Socrate, nato e vissuto ad Atene intorno al 400 a. C. La figura di Socrate è così ricca e complessa che, nel tempo gli sono stati riconosciuti aspetti anticipatori...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.