La Riforma protestante

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Prima del sedicesimo secolo, nell'Europa occidentale la religione che era particolarmente diffusa era quella cattolica. Gli atteggiamenti dei principi e dei re venivano influenzati dallo Stato Pontificio che oltre ad essere ricco era molto potente. Le persone che nutrivano ideologie diverse venivano soprannominati eretici. La riforma protestante nasce come ribellione all'istituzione ecclesiastica. Vediamo insieme, nella guida che segue, alcuni appunti sulla riforma protestante.

25

Martin Lutero affisse le 95 tesi

Durante il Medioevo si praticava l'indulgenza, secondo la quale le pene e le colpe dei fedeli si cancellavano in cambio di denaro. Alla fine del quindicesimo secolo tutti erano al corrente della dottrina. Quindi il perdono per i peccati commessi era facile da ottenere, soprattutto per i ricchi. Martin Lutero era un monaco tedesco che insegna all'Università di Wittenberg in Germania. In particolare egli si indignò per la vendita delle indulgenze e nel 1517 lasciò sulla porta della chiesa del Castello della città un documento composto da 95 tesi. Le dichiarazioni furono davvero pesanti. Lutero scrisse in maniera diretta il suo pensiero e attaccò proprio il Papa e le istituzioni più alte della religione cattolica. Leone X condannò in seguito il monaco agostiniano e di conseguenza Carlo V lo scomunicò dal suo territorio.

35

Il pensiero si diffuse dapprima in Germania e Svizzera

Alla protesta si unirono diversi componenti delle classi sociali più avanzate. L'invenzione della stampa e l'Umanesimo favorirono il clima di cambiamento. Tutto accadde prima in Germania e in Svizzera. In un secondo momento la rivolta prese piede in Inghilterra, in Francia e nei Paesi Bassi. I protestanti desiderarono un ritorno alle origini e una visione autentica della Bibbia. La salvezza dei cristiani, secondo Martin Lutero e i suoi seguaci, non si ottiene in cambio di beni terreni ma solo attraverso la fede.

Continua la lettura
45

La gente semplice si unì al movimento

Anche la gente semplice iniziò quindi ad aderire al movimento di rivolta. L'anima dell'uomo è salva solo se possiede una coscienza integra, ma dato le difficoltà a seguire i 10 Comandamenti non è possibile farcela da soli. Come Erasmo da Rotterdam, anche Lutero mise in discussione il libero arbitrio. Egli nacque in Sassonia nel 1483, diventò sacerdote nel 1507 e proseguì gli studi di teologia. Visse la fede in modo serio e radicato. Spesso si sentiva in colpa per le azioni e si confessava. Non approvava del tutto i sacramenti. Giustificava a suo modo l'eucaristia, il battesimo e la confessione. Ma nella sua professione negava l'ordinanza sacerdotale.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • 'anima dell'uomo è salva solo se possiede una coscienza integra, ma dato le difficoltà a seguire i 10 Comandamenti non è possibile farcela da soli.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Storia: la guerra dei Trent'anni

La guerra dei Trent'anni è stato uno dei momenti più caldi e difficili della storia europea. Questa guerra fu scatenata non solo da ragioni dinastiche e di potere ma anche da accese dispute religiose. Infatti nel XVI secolo la Riforma protestante aveva...
Superiori

Storia: il Regno di Enrico VIII

Enrico VIII nacque a Greenwich il 28 giugno 1491, fu re di Inghilterra e d'Irlanda succedendo al padre Enrico VII. Per secoli è stato tramandato dalla Storia come l'emblema del re tirannico e dal fisico decadente, ma in realtà fu, almeno per i primi...
Superiori

Storia dell'arte: le caratteristiche del barocco

Di etimologia tuttora incerta, il termine Barocco è stato a lungo usato in senso spregiativo per indicare un qualcosa di ridondante, eccessivo e stravagante, tanto che tutt'ora, nell'uso comune, può essere utilizzato a questo scopo. Entra nella storiografia...
Superiori

Le eresie medioevali

Le eresie medioevali nacquero per contrastare la ricchezza, il lusso e la corruzione della Chiesa di Roma. Tutte le correnti di interpretazione delle Sacre Scritture che si discostassero dalla "lettura della Chiesa di Roma venivano considerate eretiche....
Superiori

Caravaggio: vita e opere

Michelangelo Merisi da Caravaggio è stato uno dei più importanti esponenti del Barocco, un linguaggio artistico formatosi verso i primi anni del 1600. Il contesto culturale in cui si è sviluppato, è caratterizzato da continue guerre volte al ridimensionamento...
Superiori

Usi e costumi in Italia nel XVII secolo

Nel XVII l'Italia venne coinvolta nel conflitto tra Francia e Spagna sfociato nella Guerra dei Trent’Anni, mentre dal punto di vista religioso fu un periodo di grande fermento, dovuto principalmente agli ultimi strascichi della Controriforma e al potere...
Elementari e Medie

Storia: Enrico IV di Borbone

Enrico IV di Borbone è stato il primo discendente della dinastia francese dei Borboni. Questo personaggio è nato nel 1533 nella località di Pau, ed è morto assassinato a Parigi nel 1610. È soprannominato Enrico il Grande, nonché il "vert galant"....
Università e Master

Weber: pensiero sociologico

Max Weber, nato nel 1864, fu un giovane molto attivo nella sua epoca e si interessò molto di tutti i cambiamenti che animavano la società. Visse, infatti, nell'epoca delle grandi rivoluzioni e delle grandi svolte che hanno segnato la storia degli anni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.