La poetica dell'umorismo di Pirandello

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Tra tutti i numerosi poeti che la tradizione italiana ci ha donato spicca senza ombra di dubbio Luigi Pirandello, una delle personalità più influenti e significative vissute a cavallo tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo. Drammaturgo, scritto e poeta italiano, Luigi Pirandello, con la sua poetica dell'umorismo, ha dimostrato di avere una visione così particolare e profonda delle cose, oltre alla sua spiccata capacità di mettere in scena opere teatrali, che ricevette il Premio Nobel. Fondò inoltre una propria compagnia teatrale circa dieci anni prima di morire, nel 1936.

24

La vita

Luigi Pirandello nasce il 28 giugno nel 1867 nell'attuale Agrigento, da una famiglia borghese. Non visse tuttavia in una condizione serena nei primi anni di vita a causa della difficoltà a comunicare con i propri genitori. Inoltre il rapporto con la Chiesa fu problematico e dopo pochi anni si discostò dal praticantismo ortodosso. A soli undici anni inizia a scrivere le sue prime storie e, dopo essersi trasferito a Roma e grazie all'aiuto di Luigi Capuana, riesce a farsi strada nel mondo letterario. La moglie soffriva di isteria e questo permise al poeta di intensificare i suoi studi freudiani sulla psiche umana. Appoggiò inoltre il fascismo, poiché vedeva in esso i propri ideali patriottici e la speranza di una nuova Italia unita.

34

Il pensiero

Il pensiero Pirandelliano prende come base la crisi dell'io. L'uomo è composto di mille sfaccettature differenti ed in lui abitano molti "sè". Per ritrovare il proprio "io" originale bisogna scavare affondo e fare affidamento sulla nuda verità, questo porta l'uomo alla follia. A questo punto l'uomo viene allontanato dalla società e diventa solo, in tal modo ha la possibilità di pensare su sè stesso e ritrovare il suo io originale. Per Pirandello inoltre la vita è caratterizzata dal destino, che la determina, mentre la forma che assume la vita stessa la rende prigioniera. L'uomo non è dunque libero, m vive dietro ad una maschera che ne determina le azioni. La stessa società in cui vive va a lederne la libertà, che può essere raggiunta solo con la pazzia e dunque con il suicidio.

Continua la lettura
44

La Poetica

La poetica dell'umorismo di Pirandello dunque si basa sulla compassione. Questa viene provata dall'uomo su se stesso quando capisce che la sua vita è determinata dal Caso e da ciò che lo circonda. Accettare la maschera comporta un atteggiamento ironico da parte dl'uomo che prova a trarne dei vantaggi, come l'essere parte di una comunità, ma che sa che in fondo non è ciò che desidera realmente poiché non è libero.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Luigi Pirandello: vita e opere

Nel periodo del Decadentismo, Luigi Pirandello occupa un posto di rilievo. Il movimento culturale si sviluppò a fine Ottocento e in Francia ebbe come massimo esponente Karl Huysmans, in Inghilterra Oscar Wilde e in Italia Gabriele D’Annunzio. Per questi...
Superiori

Pirandello: vita e opere

Luigi Pirandello fu uno dei più grandi scrittori e drammaturghi italiani del 1900. Pirandello introdusse un dualismo netto tra vita e forma: la vita (ossia la passione, la fantasia e gli istinti), è un flusso mobile in perpetuo divenire; la forma invece...
Superiori

Il teatro di Pirandello

Luigi Pirandello (1867-1936) è un grandissimo poeta, drammaturgo e scrittore italiano. Riuscì a rappresentare nel modo migliore il periodo che iniziò dalla crisi successiva all'Unità di Italia fino all'arrivo del fascismo. Lui fu il perfetto testimone...
Superiori

Il fu Mattia Pascal di Pirandello: analisi

"Il Fu Mattia Pascal" è una delle più celebri opere di Pirandello: si tratta di un romanzo autodiegetico, ossia un'opera in cui il narratore racconta di sé e quindi è anche il protagonista della storia. Pirandello scrisse questo romanzo durante un...
Superiori

Pirandello e le ''maschere''

Pirandello, premio Nobel per la letteratura nel 1934, fu anche un appassionato lettore di Schopenhauer e Nietzsche. Nota a tutti è l'attenzione dedicata da quest'ultimo al tema della maschera, ma forse è meno conosciuto il fatto che anche Schopenhauer...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Decadentismo

Il Decadentismo è un movimento letterario che si sviluppa in Europa tra la seconda metà dell'Ottocento e gli inizi del Novecento. Il termine Decadentismo proviene dalla parola francese decadent, la quale racchiude due significati: uno negativo, e con...
Superiori

Sei personaggi in cerca d'autore di Pirandello: analisi

Senza ombra di dubbio "Sei personaggi in cerca di autore" rappresenta uno dei capolavori di Pirandello e uno dei capisaldi della letteratura italiana, per il suo fondamentale portato di novità e la bellezza che contraddistingue le opere dell'autore siciliano.Ad...
Superiori

Letteratura italiana: il teatro di Eduardo De Filippo

Oggi tratteremo del grande Eduardo De Filippo: indubbiamente uno dei più importati registi, attori, poeti e sceneggiatori italiani del Novecento. Un eccellente drammaturgo, così come testimoniano le sue numerosissime opere teatrali di successo, delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.