La pianificazione strategica: appunti di economia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Pianificazione Strategica serve ad unificare tutti i diversi settori dell'azienda ed aumentare i profitti. Essa si occupa del lungo periodo e forma un processo unitario agendo di pari passo con il controllo della gestione. In questa guida vi offro alcuni appunti di economia utili per saperne di più su quanto riguarda questa materia.

26

Le fasi

Le fasi della Pianificazione Strategica sono le seguenti: analisi della situazione e di tutte le evoluzioni possibili all'interno di essa, lo studio approfondito degli obiettivi che la riguardano, lo studio del business nel quale operare, gli Stakeholders e le regole che ne conseguono, analisi del profilo completo di tutti i business, studio di tutte le alternative strategiche possibili e la pianificazione operativa.
Per determinare gli obbiettivi di fondo bisogna prima analizzarli nei dettagli. Prima di tutto è necessario che essi abbiano sempre natura economico-finanziaria e che vengano esplicitati e quantificati con precisione. Gli obbiettivi devono essere prima di tutto atti a creare un valore economico che aumenti nel tempo fino a raggiungere vette elevate. Essi devono anche essere idonei a sviluppare sempre di più il volume di affari.

36

Le regole

Per quanto riguarda le persone legate all'andamento dell'azienda, è necessario decidere le regole da stabilire per quanto riguarda l'indebitamento, la politica dei dividendi, soprattutto per quanto riguarda gli azionisti. La cosa più importante è mettere in atto una funzione che permetta di pianificare con cura il volto da dare all'azienda, e la sua economicità strategica. Questo senza mai disgiungere il controllo di gestione.

Continua la lettura
46

Le scelte

Le scelte di gestione corrente permettono di valutare l'impatto delle scelte fatte e di analizzare i risultati nonostante a volte ci sia la possibilità in modo saltuario che le analisi siano inutilizzate a causa della mancanza di vere indicazioni concrete, nonostante tutti gli schemi ed i grafici. Il secondo passo consiste nell'analizzare con dovizia di particolari la situazione nazionale ed internazionale, quantificando gli scenari futuri delineando le tendenze future di tutto il sistema socio -economico.
Anche i vicoli endogeni sono molto importanti ai fini della loro credibilità. L'azienda deve poi valutare i propri punti di forza e di debolezza in modo da poter prendere delle decisioni definitive per quanto riguarda i mercati da servire e il termine di costo e di differenziazione. Il mercato deve essere segmentato trattando ogni percentuale con il medesimo marketing mix. Per terminare, bisogna poi studiare il livello con cui i consumatori sono propensi al consumo.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di economia politica: il mercato

Il primo contatto con l'economia politica, specialmente nel caso in cui si provenga da studi liceali, potrebbe apparire traumatico e difficoltoso. Un metodo ottimo per famigliarizzare con la nuova materia, è sicuramente quello di comprendere le parole...
Superiori

Appunti di economia aziendale: le curve di indifferenza

L'Economia Aziendale è un ramo dell'economia che studia tutto quello che è collegato alle gestioni aziendali, in tutte le fasi che le compongono: questo studio è fondamentale, poiché avviene sotto una prospettiva sia qualitativa che quantitativa.L'Economia...
Superiori

Appunti di economia aziendale: il Leveraged buyout (LBO)

Il "Leveraged Buyout" (LBO) rappresenta un'operazione finanziaria che ha l'obiettivo di acquistare una determinata società ricorrendo al debito: pertanto, oltre all'investimento di un capitale personale, è presente anche un investimento da parte di...
Superiori

Appunti di economia aziendale: la duration di portafoglio

Nel mondo finanziario si definisce portafoglio l'insieme di tutte le attività finanziarie, riferite a una persona fisica o giuridica, correlate ad un certo investimento. Investire in un portafoglio di titoli è una tipologia meno rischiosa rispetto ad...
Superiori

Appunti di economia aziendale: il bilancio consolidato

Se studi all'Istituto Tecnico Commerciale dove si studia economia aziendale, saprai sicuramente che cos'è un bilancio d'esercizio, ovvero un documento di derivazione contabile, che deve essere redatto al termine di ciascun periodo amministrativo e che...
Superiori

Appunti di economia aziendale: la stagflazione

Cominciamo col dire che definire il termine stagflazione non è molto facile, in quanto implica la conoscenza di altri termini quali deflazione ed inflazione. Si parla per la prima volta di questo fenomeno sopratutto nel periodo della crisi petrolifera,...
Superiori

Appunti di economia aziendale: il capitale circolante netto

Il termine "capitale circolante netto" indica la liquidità operativa a disposizione di un'attività o di un'organizzazione pubblica o privata. Mentre il capitale circolante lordo è pari alle attività correnti, il capitale circolante netto è calcolato...
Superiori

Economia: beni e bisogni economici

L'etimologia del termine economia, che deriva dalla lingua greca, è formata dall'unione del termine οίκος (casa), e νομος (norma). L'economia, infatti, rappresenta la scienza che analizza lo studio economico degli equilibri collettivi ed individuali,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.