La nascita della filosofia: dal Mythos al Logos

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

È accaduto in Grecia, attorno al VI secolo a. C., che per la prima volta l'uomo occidentale inizia ad affrontare un percorso mentale fatto di pensiero razionale, che provoca in lui quella che possiamo definire come la prima crisi esistenziale. L'uomo greco, dunque, fu il primo a porsi tutta una serie di domande per dare un senso al mondo che lo circonda. Questa grande rivoluzione, che si sviluppa interamente nella coscienza dell'uomo, può essere definita la nascita ufficiale della filosofia. In questa guida vedremo come questo percorso ha avuto inizio, e lo analizzeremo attraverso il passaggio chiave che va dal Mythos al Logos, spiegandone nel dettaglio quali sono le caratteristiche e le differenze.

25

Come dicevamo, è nata in Grecia l'esigenza dell'uomo di dare una spiegazione a ciò che accade nel mondo che lo circonda, quale sia il senso delle cose che accadono e quale sia il pensiero più giusto. Quando, per primo, l'uomo greco è giunto a contatto con uomini e civiltà diverse, portatrici di differenti culture e modi di pensare, è scattata in lui l'urgenza di mettere in discussione ciò che era fino ad allora era dato per certo. Nasce quindi quello che è il ragionamento e la ricerca del vero, nasce quindi la filosofia. Infatti, fu proprio questo passaggio dal mondo chiuso in sè della civiltà greca di allora verso nuovi mondi, a determinare il passaggio da quello che fino ad allora era stato il suo primordiale modo filosofico, ossia il Mythos, ad uno completamente nuovo, il Logos.

35

Per Mythos si intendeva, fino ad allora, tutta quella forma di narrazione esclusivamente verbale che serviva, attraverso i racconti dei poeti, a fornire una spiegazione a tutto ciò che avveniva nel corso della propria vita e nel mondo circostante. Preponderante era, allora, nei racconti e nelle narrazioni, la figura degli dei. Questi non erano altro che gli artefici e, al tempo stesso, la giustificazione di ogni possibile avvenimento. Il mondo religioso, dunque, condizionava, in misura molto ampia, ogni minimo pensiero e tutte le discussioni che da esso potevano scaturire.

Continua la lettura
45

Proprio quando il mondo greco viene in contatto con le altre civiltà, la spiegazione puramente religiosa non basta più a soddisfare le esigenze dell'uomo, sempre più curioso e propenso alla conoscenza e alla ricerca della verità. Altri modi di vivere e di pensare, appresi sempre tramite il linguaggio e lo scambio verbale con gli altri individui, avvenuto all'incirca intorno al VI secolo a. C. E negli anni che seguirono, causarono questo profondo cambiamento nella mente umana. L'uomo greco conquista, in questo modo, un pensiero razionale, prende decisioni, fa ricerche intrinseche nella sua coscienza in modo autonomo, slegato dalle divinità e dal pensiero imposto dalla religione. Nasce quindi il discorso razionale, che viene chiamato Logos.

55

È sempre quando avviene un'incontro tra popoli che le civiltà si evolvono, acquistano nuove usanze, imparano il confronto con le altre culture e, soprattutto, sviluppano il proprio pensiero verso nuovi orizzonti, ampliando la visione del mondo. Questo è proprio il momento in cui lo scambio di culture e modi di vita diverso, fa scattare quella scintilla del pensiero, la messa in discussione di certezze che, inevitabilmente, crollano, la ricerca del senso più vero del mondo. Nasce proprio così, col passare del tempo, la filosofia, e arriva fino ad oggi per continuare a stimolare il pensiero e la mente umana, verso la ricerca di risposte sempre più difficili.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La filosofia di Talete di Mileto

Nel seguente articolo vi parlerò brevemente della filosofia di Talete di Mileto, ovvero il figlio di Essamias nato verso il 624 avanti Cristo e deceduto nel 546 avanti Cristo. Egli viene ritenuto come il primo dei sette sapienti della Grecia. Erodoto...
Superiori

Filosofia: destra e sinistra hegeliana

Le principali opere di Hegel furono sicuramente le seguenti: “Lo spirito del Cristianesimo e il suo destino”, “L’Enciclopedia delle Scienze filosofiche”, “I lineamenti della filosofia del diritto” e "La Fenomenologia dello Spirito". Hegel...
Superiori

La filosofia di Friedrich Nietzsche

Friedrich Nietzsche nacque il 15 Ottobre 1844 a Rocken, nei pressi di Lipsia, e la propria filosofia è in contrasto con la tendenza ottocentesca: infatti, egli analizza dettagliatamente la decadenza sociale a partire dall'antica Grecia, sfatando il mito...
Superiori

Filosofia greca in pillole

Studiare la storia e la filosofia è il modo migliore per capire come il pensiero dell'essere umano sia cambiato ed evoluto in base agli eventi che ne hanno segnato i momenti più importanti, e le svolte epocali che ci hanno portato fino ad oggi. La filosofia...
Superiori

La filosofia di Marx in pillole

Karl Marx è stato uno dei più grandi filosofi tedeschi. Nato a Treviri nel 1818, Marx, coltiva fin da giovane una fortissima passione non solo per la filosofia, ma anche per il giornalismo, per la sociologia e per l'economia. Il suo pensiero ha contribuito...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Platone

La filosofia è quell'insieme di principi che cerca di interpretare e definire i modi del pensare e anche del'agire umano. Nel corso dei secoli si sono succeduti molteplici filosofi, ognuno dei quali ha dato la sua concezione ai diversi aspetti della...
Superiori

Appunti di filosofia: il neoplatonismo

La filosofia è una materia piuttosto complessa e ricca di sfaccettature, che richiede molto tempo e studio per essere studiata ed appresa appieno. Molte sono le correnti che si sono susseguite durante gli anni e che hanno portato profondi cambiamenti...
Superiori

La filosofia di Arthur Schopenhauer

La filosofia dell'800 si sviluppa in opposizione all'idealismo sistemistico di Hegel. I filosofi di questo periodo rifiutano, rompono, capovolgono il sistema del filosofo tedesco, recuperando tematiche che la "Ragione" o la "Razionalità" hegeliana avevano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.