La formazione del femminile in francese

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il francese rappresenta sicuramente una lingua estremamente affascinante e al contempo piuttosto complessa. Impararla non è difficile, ma bisogna prendere in considerazione alcune regole fondamentali. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come avviene la formazione del femminile.

27

Occorrente

  • studiare regole ed eccezioni
37

Verbi al participio passato

Il francese è una lingua neolatina pertanto è molto somigliante all'italiano per quanto riguarda le strutture grammaticali. Nomi e aggettivi prendono normalmente il femminile e lo stesso succede per i verbi al participio passato quando sono accompagnati dall'ausiliare essere. Per formare il femminile in francese si cambiano le terminazioni delle parole e i casi che si possono presentare sono molteplici. Per rendere femminili i verbi al participio passato è sufficiente aggiungere una ''è' finale alla parola. Questa è la regola generale che vale anche per sostantivi e aggettivi quando non hanno particolari terminazioni.

47

Vocaboli terminanti in er

I vocaboli che terminano in ''er'' aggiungono anch'essi una ''è', ma questa trasformazione viene completata anche con un accento grave sulla penultima lettera. Ad esempio la parola charcutier diventa charcutière mentre boulanger si trasforma in boulangère.

Continua la lettura
57

Vocaboli terminanti in teur

I vocaboli che terminano in ''teur'' invece possono cambiare la loro terminazione in due sillabe diverse e per tradurre in modo esatto si dovrà conoscere il modo in cui si esprime il femminile. Acteur al femminile diventa actrice, ma chanteur cambia in chanteuse. Purtroppo questi nomi bisogna studiarli a memoria.

67

Vocaboli terminanti in f

Esattamente come in inglese i nomi e gli aggettivi che finiscono in ''f'' cambiano la loro terminazione in ''ve''. Pertanto vif verrà cambiato in vive, attentif in attentive. Anche i vocaboli che terminano in ''eux'' mutano terminazione e prendono ''euse'' come nel caso di heureux che al femminile è herureuse o joieux che diventa joieuse.

77

Vocaboli che raddoppiano l'ultima consonante

Molte parole al femminile raddoppiano l'ultima consonante e prendono una ''è' finale. Si verifica ciò quando ci sono parole che terminano in ''el'', ''en'', ''et'', ''ot'', ''on''. Ad esempio la parola Italien diventa italienne, chat si trasforma in chatte, breton fa bretonne. Molti sostantivi invece, proprio come in italiano, cambiano completamente dal maschile al femminile come roi che diventa reine o copain che muta in copine. Purtroppo questi dovranno essere imparati a memoria cosi come tutte le eccezioni che non seguono alcuna regola. Tra queste bisogna ricordare beaux che al femminile si trasforma in belle e long che diventa longue.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

L'uso degli articoli in francese

Esattamente come nella grammatica italiana anche nella grammatica francese esistono due tipologie di articoli; gli articoli determinativi e gli articoli indeterminativi. In francese questi articoli vengono chiamati définis et indéfinis.In questa guida...
Lingue

L'aggettivo in francese

Il francese è una delle lingue più affascinati e melodiche: una lingua neo-latina che, insieme all'italiano, allo spagnolo ed al portoghese condivide diverse "norme" grammaticali. L'aggettivo la fa sicuramente da padrone. Fondamentali nella costruzione...
Lingue

Francese: aggettivi interrogativi

Un po' come avviene nel caso della grammatica italiana, anche in quella francese si trova una vasta gamma di parti variabili e invariabili del discorso. Il gran numero di aggettivi, pronomi, verbi, avverbi e congiunzioni ci porta a studiare una lingua...
Lingue

Francese: i verbi ausiliari

I verbi ausiliari in francese sono molto simili a quelli della lingua italiana. Infatti, come per la lingua francese, i verbi ausiliari vengono utilizzati per definizione in combinazione ad altre voci verbali per dare uno specifico significato alla forma...
Lingue

Lingua francese: gli articoli

In francese come in italiano, gli articoli sono una delle prime particelle grammaticali che si studiano per poter padroneggiare le basi della lingua, e funzionano in un modo del tutto analogo a quello della lingua italiana.In questa guida andremo a...
Lingue

Come formare il passato prossimo in francese

Nella lingua francese, così come in quella italiana, l'utilizzo dei tempi verbali fa parte integrante di una corretta conversazione a livello orale. Il passato prossimo, ad esempio, si impiega piuttosto frequentemente in numerose frasi. In francese questo...
Lingue

Lingue: appunti di francese

Il francese è una delle lingue più parlate in assoluto in molti stati d'Europa, d'Africa e del Nord America. Al di là delle motivazioni storiche, la diffusione è anche attribuibile alla particolare musicalità che presenta, ed è diventata il simbolo...
Lingue

Come accordare il participio passato in francese

Nel mondo ogni giorno miliardi di persone sono costantemente in contatto tra loro, i mezzi di comunicazione permettono di trasferire velocemente i nostri pensieri e le nostre comunicazioni in generale anche se tra le persone che vogliamo contattare e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.