La forma interrogativa in svedese

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Lo svedese è una lingua non diffusa nel mondo e che si parla solo in Scandinavia, tuttavia potrebbe essere necessario impararla, poiché specie per i giovani, ci sono tantissime opportunità di lavoro, visto che si tratta di un paese che vanta un'economia molto florida. In riferimento a ciò, ecco alcuni consigli su come imparare la forma interrogativa della lingua svedese.

24

Comporre la frase giusta

Lo svedese ha una parentela sia con il tedesco che con l' inglese; come per entrambe queste lingue, la forma interrogativa si costruisce anteponendo il verbo rispetto al soggetto, seguendo questo schema di base: Verbo, Soggetto e Oggetto. Ciò avviene nonostante normalmente le frasi affermative in lingua svedese seguano lo stesso sviluppo che regola anche l'italiano, e cioè quello composto dalla successione Soggetto, Verbo ed Oggetto. Comporre la frase giusta, è dunque un primo passo fondamentale per imparare la forma interrogativa.

34

Seguire uno schema preciso

Ecco quindi un esempio chiaro e facile che potrà aiutarvi nella comprensione di quanto precedentemente enunciato: "Heter han Ingmar?" ovverosia: " si chiama lui Ingmar?", e non, come siamo abituati a dire noi, " lui si chiama Ingmar?". Se nella domanda è presente un qualsiasi pronome interrogativo (come, quando, dove, perché e via dicendo), la frase seguirà quindi con questo preciso schema: Pronome - Verbo - Soggetto - Oggetto. Pertanto, volendo esemplificare si otterrà: "Vad heter du?" che significa " Come ti chiami?", anche se la successione precisa delle parole è invece: " Come ti chiami tu?".

Continua la lettura
44

Comprendere la strutturazione delle frasi

Infine, andiamo a vedere nel dettaglio come funziona la forma interrogativa negativa, ovvero la negazione applicata ad una domanda. In questo caso, lo svedese non segue affatto le orme delle lingue 'cugine', il tedesco o l'inglese. La negazione in svedese si pone tramite l'utilizzo della parola inte. Solitamente questa parola va posizionata prima dell'oggetto e dopo verbo e soggetto, cioè secondo lo schema così strutturato: (Eventuale pronome) - Verbo - Soggetto - Negazione - Oggetto. Così facendo anche se in modo schematico, avrete qualche strumento in più per comprendere la strutturazione delle frasi in lingua svedese. Ovviamente, come accade per qualsiasi altra lingua straniera, la pratica migliore è quella che si acquisisce direttamente in loco e delle lezioni con dei docenti madrelingua potrnno sicuramente ampliare notevolmente la vostra conoscenza della lingua svedese sopratutto per quanto riguarda le varie modalità di pronuncia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Francese: la forma interrogativa

La forma interrogativa è importante in quanto ci dà la possibilità di conversare, chiedere informazioni, pareri e indicazioni. In francese, la costruzione della forma interrogativa si articola in ben tre modi per l'intero completamento è indispensabile...
Lingue

La forma interrogativa in francese

Prendendo come riferimento il francese e l'italiano, sono presenti delle differenze anche nella realizzazione della forma interrogativa. Per questo motivo, bisogna avere un po' più di attenzione nel cercare di esprimersi in modo corretto.Nella presente...
Lingue

Tedesco: frasi affermative e interrogative

Imparare le lingue è un bellissimo modo per passare il tempo ed accrescere la propria cultura. Infatti studiare una lingua significa anche avvicinarsi e comprendere meglio una determinata cultura, conoscere la storia e alcuni aneddoti di una particolare...
Lingue

Appunti di lingua svedese

Lo svedese è un idioma di origine germanica ed ha caratteristiche simili al danese e al norvegese. Si tratta di un linguaggio abbastanza diffuso nella penisola scandinava. Oltre a risultare la lingua ufficiale della Svezia e delle isole Aland, lo svedese...
Lingue

La forma interrogativa in greco

Come l'italiano, anche il greco, vanta di una grammatica che va studiata attentamente. In greco, infatti, sono tante le forme da conoscere per far sì che, tra le tante cose, possiate essere in grado di tradurre versioni greche. A scuola, soprattutto...
Lingue

inglese: forma affermativa, interrogativa e negativa del verbo to be

L'inglese costituisce sicuramente la lingua più diffusa e conosciuta in tutto il mondo e al giorno d'oggi essa è davvero molto importante soprattutto se si ha intenzione di intraprendere una certa carriera lavorativa. Con l'inglese infatti è possibile...
Lingue

La forma interrogativa in coreano

Imparare le lingue è utile ed interessante perché tramite esse si conoscono numerose tradizioni del paese. La lingua coreana è una di quelle lingue particolari, leggermente complicata data la diversità, ma con un po' di impegno e costanza possiamo...
Lingue

La forma interrogativa in mandarino

Chi ama le lingue ed in particolare quelle orientali, potrebbe trovare non poche difficoltà nello studiare il mandarino; infatti, non è semplice da scrivere e neanche da imparare, perché completamente diverso dall'italiano. Ma oggi per trovare maggiori...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.