L'uso degli articoli in francese

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Esattamente come nella grammatica italiana anche nella grammatica francese esistono due tipologie di articoli; gli articoli determinativi e gli articoli indeterminativi. In francese questi articoli vengono chiamati définis et indéfinis.
In questa guida cercherò di spiegarvi, nel modo più semplice ed intuitivo possibile, l'uso degli articoli in francese.

25

Articoli determinativi

Gli articoli determinativi singolari in francese sono per le parole che iniziano per consonante o con h aspirata.
L'utilizzato sia per il genere maschile che femminile davanti alle parole che iniziano per h muta o semplicemente per le vocali femminili. Invece si utilizza la per tutte quelle parole che iniziano per vocale. Per quanto riguarda il plurale in entrambi i casi si utilizza les.
È opportuno ricordare che le e la non si apostrofano quasi mai; tranne davanti a parole che iniziano con h muta o con la vocale.
Per rendere meglio l'idea vi propongo degli esempi: le garçon (singolare maschile) la fille (singolare femminile) e infine per il plurale avremmo les garçcons, les filles.
Inoltre bisogna fare attenzione al fatto che molti sostantivi cambiano genere passando dall'italiano al francese.

35

Articoli indeterminativi

Per quanto riguarda invece gli articoli indeterminativi singolari in francese vi sono sia per il maschile in cui si usa un oppure uno. Per esempio un garçon, un copainmentre.
Mentre per il femminile si utilizza une (una, un'). Per esempio une fille, une copine.
Prestate molta attenzione perché, a differenza della grammatica italiana, gli articoli nella lingua francese non vengono mai apostrofati.
Il plurale dagli articoli, nella lingua francese, è dato dalla forma des e viene utilizzato sia per il maschile che per il femminile.

Continua la lettura
45

Proposizioni articolate

In francese non si usano tutte le proposizioni articolate presenti nella nostra grammatica italiana. Difatti soltanto de (ossia il di e da italiano) tendono ad unirsi all'articolo, portando alla formazione degli articles contractés.
Per quanto riguarda de essa si apostrofa solo davanti ad una parola che inizia per vocale. Al maschile diventa du, mentre al plurale sarà des in ogni caso.
Invece in casi particolari de è accompagnato dall'articolo determinativo. De l' arbre de la classe.
Mentre a, nella proposizione articolata, diventa al maschile (del, dello, dal) e au davanti a termini che iniziano per consonanti al plurale (dei, degli, delle) in cui diventa aux.
Infine, nella lingua francese, non si utilizza mai l'articolo davanti ai nomi propri di persona.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Studiate a memoria tutti gli articoli, quando li imparerete inserirli all'interno delle frasi correttamente sarà molto più semplice ed intuitivo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come usare gli articoli in tedesco

Imparare una nuova lingua, non è sicuramente qualcosa di facile ed immediato. Molte lingue possono sembrare all'apparenza molto semplici, ma in realtà, nascondono una grammatica alquanto complessa e dei termini abbastanza difficili da memorizzare. La...
Lingue

Gli articoli determinativi in tedesco

Gli articoli determinativi in tedesco corrispondono ai nostri "il, lo, la, i, gli, le". La differenza con l'italiano sta nel fatto che i nostri variano solo in base al genere (maschile, femminile) e al numero (singolare, plurale). In tedesco gli articoli...
Lingue

Gli articoli determinativi nella lingua spagnola

La lingua spagnola non si rivela particolarmente ostica per il nativo italiano, in virtù di un lessico sorprendentemente simile e grazie ad una sintassi generalmente non dissimile da quella italiana. Pertanto l'apprendimento di questa bellissima lingua...
Lingue

Grammatica francese: il condizionale

I tempi e i modi verbali francesi sono assolutamente simili all'italiano e anche il loro uso è pressoché uguale. Il modo condizionale possiede due tempi, esattamente come nella nostra lingua: il presente e il passato e viene utilizzato quando si deve...
Lingue

Appunti di linguistica francese

Sicuramente oggi, rispetto al passato, la lingua francese è meno popolare. In alcune epoche trascorse la sua conoscenza si richiedeva in tutti gli ambiti. E infatti la lingua francese regala sempre quel tocco di fascino in più. Ma questa lingua neolatina,...
Lingue

5 trucchi per imparare a parlare il francese

La lingua francese è sicuramente una lingua molto parlata in tutto il mondo per via delle colonizzazioni francesi e attualmente è adottata in diversi paesi europei. Non è una lingua difficile da imparare, in quanto possiede la stessa derivazione linguistica...
Lingue

Come si forma il condizionale in francese

La lingua ufficiale parlata in Francia è il francese. Grazie alle numerose colonie che la nazione possedeva, il francese ad oggi è la terza lingua più parlata al mondo. In ambito comunitario risulta essere la lingua più insegnata dopo l'inglese e...
Lingue

Come formare il passato prossimo in francese

Nella lingua francese, così come in quella italiana, l'utilizzo dei tempi verbali fa parte integrante di una corretta conversazione a livello orale. Il passato prossimo, ad esempio, si impiega piuttosto frequentemente in numerose frasi. In francese questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.