L'inglese in viaggio: vocaboli e frasi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Viaggiare per scoprire nuovi luoghi e nuove culture, è sicuramente una delle attività preferite da molte persone, sempre più comune è infatti la figura del Travel Blogger (o, in Italiano, "Blogger di Viaggio"). Questa espressione si riferisce a quelle persone che decidono di dedicare la loro vita ai viaggi, verso destinazioni più o meno lontane, per poi riportare le varie esperienze online sul proprio blog. I Travel Blogger raccontano le loro storie di viaggio, consultabili da tutti, storie che ci saranno sicuramente utili per trovare l'ispirazione per la nostra prossima meta o per approfondire e scoprire usi e costumi di altri popoli. Ci sono poi quelle persone che viaggiano prettamente per lavoro e quelle che invece viaggiano per interesse personale, per il puro scopo di farsi una vacanza in una terra diversa dalla propria. Qualunque sia il caso, quando ci si reca all'estero, uno dei principali problemi da affrontare è certamente quello della lingua. Sicuramente fondamentale è l'essere in grado di capire e di farsi capire, per poter comunicare in una lingua che non è la nostra, quindi conoscere e saper utilizzare una lingua idonea allo scopo. Attualmente la lingua più diffusa e parlata in tutto il Mondo è sicuramente L'inglese, per cui riuscire a comprendere almeno le principali frasi potrà sicuramente aiutarci durante i nostri viaggi. Nei passi successivi, in particolare, vedremo alcuni vocaboli e frasi in lingua inglese, molto utili durante un viaggio all'estero.

26

Occorrente

  • Vocabolario tascabile, frasario tascabile.
36

Frasi per il volo

Alcuni vocaboli basilari quando si tratta di parlare con sconosciuti (e non solo), che sono anche forma di educazione e che non si può fare a meno di conoscere quando si è in viaggio, sono sicuramente: grazie che direte "thank you", prego che direte "you're welcome" e per favore che direte invece "please". Altri vocaboli sono parole come buongiorno, buonasera e buona giornata, che potrete tradurre rispettivamente con "good morning", "good evening" e "have a nice day".
Se dovrete viaggiare in aereo, cosa molto probabile quando ci si reca all'estero, è buona cosa conoscere alcune espressioni di uso comune. Dovrete sapere che il "Captain" sarà colui che piloterà l'aereo, che le "Emergency Exit" segnalano le uscite d'emergenza e che quando sarà annunciata una "Pre-flight Safety Demonstration", vi si chiederà di effettuare una esercitazione in riguardo alle procedure di salvataggio previste in caso di emergenza. .

46

Frasi per l'albergo

Al vostro arrivo in albergo dovrete rivolgervi al receptionist dicendo: "I've got a reservation here", in questo modo gli comunicherete che avete effettuato una prenotazione. Se vi trovate fuori dell'Europa, egli vi chiederà di esibire il vostro "passport", ossia il passaporto, ma se siete nel nostro continente, sarà sufficiente che gli mostriate la vostra "ID card" o "Identity Card", cioè la vostra carta d'identità. Vi chiederà di compilare un "registration form", cioè un modulo di registrazione. Dovrete poi sapere che la camera doppia sarà la "double room", che la colazione sarà "breakfast", e che se desidererete consumarla in camera, la forma corretta per chiederlo sarà: "Could I have breakfast in my room, please?". Non dimenticate che "dinner" indicherà invece la cena.

Continua la lettura
56

Frasi per le indicazioni stradali

Supponiamo poi che vi troviate in difficoltà con le indicazioni stradali e, nonostante le cartine alla mano, abbiate difficoltà a raggiungere una certa zona che avevate intenzione di visitare, diventa importante essere in grado di chiedere aiuto ai passanti. Se dovrete ad esempio recarvi al British Museum chiederete: "Excuse me, could you tell me how to get to the British Museum, please?". Se vi sentirete rispondere: "I'm sorry, I don't know" la persona a cui avrete rivolto la domanda non vi può aiutare, tentate di nuovo. Se invece il vostro interlocutore sarà in grado di fornirvi le informazioni richieste, ricordatevi che "turn left" significa girare a sinistra, mentre "turn right" significa girare a destra. La frase "go straight on" significa andare sempre dritto, mentre "the restaurant is next to the church" significa che il ristorante che state cercando si trova a fianco alla chiesa.

66

Frasi per muoversi in città

Per muoversi comodamente nelle grandi città, è molto utile sapere dove e come comprare i biglietti per i mezzi, che siano autobus o metropolitane. In Inghilterra, potrete chiedere il vostro biglietto per la metropolitana usando l'espressione "Can I have a ticket for the Underground, please?" quest'ultima conosciuta anche come "Tube"; in America dovrete invece chiamarla "Subway". Se durante il tragitto perderete il conto delle fermate e vorrete chiedere qual è la prossima, potrete farlo dicendo "What is the next stop?". In ogni caso vi sarà sicuramente molto utile una "underground map" ovvero una cartina dettagliata di tutti i tragitti e fermate della metropolitana.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come memorizzare più vocaboli possibili di una lingua straniera

Imparare una lingua straniera è spesso un ostacolo ostico per molti studenti. In realtà, per memorizzare più vocaboli possibili di un idioma differente da quello della propria lingua basta utilizzare un appropriato metodo. Con una giusta tecnica è...
Lingue

10 consigli per imparare l'inglese

L'inglese è una lingua che appartiene alle lingue germaniche insieme all'olandese, all'alto e basso tedesco, al fiammingo e al frisone. Gli Stati in cui si parla l'inglese come lingua ufficiale vengono chiamati anglofoni. Il dizionario mette in evidenza...
Lingue

10 suggerimenti per migliorare l'inglese parlato

Oggi l'inglese è una delle lingue più parlate al mondo. È utile se vi trovate in un Paese straniero e non conoscete la lingua locale perché quasi tutti lo comprenderanno. Se sapete leggerlo ma non sapete parlarlo, niente paura! Vi tornerà utile questa...
Lingue

10 consigli per imparare l'inglese velocemente

Quasi tutti, prima o poi, abbiamo la necessità di imparare l'inglese: che sia per motivi di studio, di lavoro, per affrontare un viaggio o per interesse personale, se non l'abbiamo appreso per bene da piccoli, probabilmente ci troveremo in difficoltà....
Lingue

10 segreti per imparare l'inglese

L'inglese, come tutti sanno, è una lingua molto importante. Si parla dappertutto nel mondo e quando andiamo in un Paese straniero e non conosciamo la lingua locale riusciremo comunque a trovare qualcuno che parli inglese. Oltre che nei viaggi e nel turismo...
Lingue

Come utilizzare il partitivo in inglese

È risaputo che l'inglese è la lingua più parlata a livello mondiale. Ma è ben diverso saperlo in qualche modo, il cosiddetto inglese maccheronico per cui ci prendono in giro all'estero, e al contrario parlarlo bene, senza trascurare un'approfondita...
Lingue

Come evitare di fare errori in inglese

Imparare più lingue può essere un modo per accrescere la propria cultura, ma spesso è abbastanza difficoltoso. Imparare una lingua complessa come l'inglese, può essere un modo per poter comunicare in tutto il mondo con estrema facilità, ma non per...
Lingue

L’inglese britannico e l’inglese americano

L'inglese e l'americano sono due accezioni come sinonimi, inerenti a un codice linguistico univoco, con regole uguali sia a livello di pronuncia che a livello morfo-sintattico. In realtà sussistono numerose differenze tra l’inglese che viene parlato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.