L’inglese britannico e l’inglese americano

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'inglese e l'americano sono due accezioni come sinonimi, inerenti a un codice linguistico univoco, con regole uguali sia a livello di pronuncia che a livello morfo-sintattico. In realtà sussistono numerose differenze tra l’inglese che viene parlato in Inghilterra, il cosiddetto British English, o inglese britannico, e quello che viene parlato invece negli States, indicato come American English, o l'inglese americano. Ciononostante, la comune matrice linguistica permette comunque ai parlanti inglesi e statunitensi, di comprendersi perfettamente, eccezion fatta per quei casi specifici ove la comunicazione avvenga in un inglese in cui si rinvengono marcati regionalismi, sia fonetici che lessicali. Vediamo qui di seguito le principali differenze.

26

Occorrente

  • Molto voglia di apprendere e capacità nell'ascolto
36

Pronuncia

Al di là del livello fonetico, si riscontra una pronuncia marcata della lettera /r/ in tutte le posizioni, in particolar modo prima di una consonante ed al termine di una vocale: ad esempio le parole come “first”; “car”; “writer”. L’inglese britannico è invece una sorta di varietà ampiamente non-rotica, ossia la /r/ non è mai pronunciata dopo una vocale, a meno che non sia seguita da un’altra vocale.

46

Differenze ortografiche

Alcuni sostantivi sono scritti in maniera completamente diversa: ad esempio in inglese britannico la parola ascensore è tradotta con “lift”, mentre in inglese americano è “elevator”. Così è anche per altri sostantivi come “motorway” (British English)-“highway” (American English); "angry" (British English)-"mad" (American English); “petrol” (British English)-“gasoline” (American English), etc. Etc..
“Fare un bagno” e “fare una doccia” diventano per gli inglesi rispettivamente “have a bath” e “have a shower”; mentre per gli statunitensi “take a bath” e “take a shower”. I sostantivi che in inglese britannico contengono il gruppo /our/, come “colour /humour” in inglese americano perdono la /u/ e diventano "color/humor”. I britannici “theatre/centre/metre” diventano per l’inglese americano “theater/center/meter”.

Continua la lettura
56

Verbi e preposizioni

I passati di alcuni verbi irregolari che in inglese britannico possono avere sia la forma regolare che quella irregolare; in inglese americano vengono resi con il passato regolare.
Inglese britannico: "burned o burnt/spoiled o spoilt/ learned o learnt".
Inglese americano: "burned/spoiled/learned".
Delle differenze sono riscontrabili anche nell’uso di alcune preposizioni.
Inglese britannico: "at the weekend/ in a street/ at school" etc. Etc.
Inglese americano: "on the weekend/ on a street/ in school" etc. Etc.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Guardare molti film in lingua originale

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come Parlare Inglese Senza Accento Italiano

La lingua inglese è sicuramente la più diffusa, utilizzata in diversi paesi dell’Europa e del mondo. Tale lingua è importante impararla perché la si trova in diversi ambiti: basti pensare alla tecnologia, ai videogames, ai programmi televisivi e...
Lingue

Come capire meglio l'inglese

La comprensione della lingua inglese, per un italiano nato e cresciuto nelle più svariate parti d'Italia, non è mai una cosa semplice. Siamo sempre più abituati a sentire un inglese maccheronico, con una pronuncia sempre più sbagliata. Vediamo allora...
Lingue

I migliori corsi di inglese online gratis

Imparare l'inglese, al giorno d'oggi, non è più solo un modo per ampliare il proprio bagaglio culturale, ma è diventata una vera e propria necessità. Gli scambi culturali tra i vari paesi del mondo, sia di natura economico-lavorativa che per cultura...
Lingue

Come imparare l'inglese guardando film in lingua originale

Imparare l'inglese è praticamente d'obbligo nei giorni attuali: le imprese richiedono sempre delle buone referenze in tale materia ed è per questo motivo che esistono innumerevoli corsi di studi che consentono di ottenere una buona istruzione nella...
Lingue

10 serie tv per migliorare l'inglese

Si può migliorare l'inglese con le serie tv, unendo l'utile al dilettevole? Senz'altro! Le serie tv, infatti, guardate in lingua originale, rappresentano un metodo validissimo per poter far pratica con le lingue straniere, oltre che un'occasione di svago....
Lingue

Come avere un'ottima pronuncia inglese

L'inglese è una delle lingue più parlate nel mondo. È quindi d'auspicio avere una buona pronuncia in modo tale da potersi relazionare quando ci troviamo all'Estero. Una conoscenza completa della lingua passa sopratutto per un'ottima pronuncia ed un'ottima...
Lingue

Come formare il futuro semplice in inglese

Un vecchio libro di grammatica britannica citava testualmente la frase inglese corretto, inglese efficace ed è proprio questo che ho intenzione di fare per voi, ovvero spiegarvi, nel modo più semplice possibile, le principali regole che bisogna seguire...
Lingue

10 idee per insegnare l'inglese a bambini

Insegnare l'inglese ai bambini molto piccoli non è un compito molto facile: mantenere attiva e sveglia l'attenzione dei bambini, infatti, può essere particolarmente impegnativo! Eppure insegnare l'inglese ai più piccoli può trasformarsi in un compito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.