L'accelerazione in un moto uniformemente accelerato

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

La branchia della fisica che studia il moto dei corpi rigidi senza occuparsi delle cause che hanno provocato tali moti è detta "cinematica". Nello studio della fisica classi è la prima parte che viene affrontata. Questa, come detto, studia il moto dei corpi dividendolo in due grosse categorie: moto uniforme (velocità costante e accelerazione nulla) e moto uniformemente accelerato (velocità lineare e accelerazione costante).
Per capire bene i concetti che regolano questi due moti bisogna conoscere alcuni concetti fondamentali della matematica. Infatti la prima cosa che si capirà studiando i moti è che c'è un legame tra velocità di un corpo e accelerazione: in particolare l'accelerazione è definita come la variazione istantanea della velocità ovvero, in termini matematici, alla derivata prima della velocità.

Se per il momento non avete ancora chiare le idee su cosa sia un moto uniformemente accelerato non temete, continuate nella lettura dei prossimi passi per capire nel dettaglio cosa succede.

28

Occorrente

  • Nozioni matematiche
38

Accelerazione media e istantanea

Esistono due tipi di accelerazioni, quella media e quella istantanea. Quella media fa riferimento ad un intervallo di tempo di qualsivoglia ampiezza ed è definita come la variazione di velocità su tale intervallo di tempo (DV/Dt).

L'accelerazione istantanea invece fa riferimento alla variazione della velocità in un intervallo di tempo quanto più piccolo possibile. Ciò lo si sintetizza in formule matematiche come il limite per Dt che tende a 0 del rapporto DV/Dt. Tale limite, guardando le nozioni matematiche, risulta essere proprio la derivata della velocità rispetto al tempo.

48

Moto rettilineo

Capito questo possiamo passare all'analisi del moto uniformemente accelerato. Il termine "accelerato" qui fa riferimento ad una accelerazione istantanea, mentre il termine "uniforme" si riferisce al fatto che l'accelerazione è costante, da ciò si ricava che la velocità varia linearmente (essendoci un legame di derivata).
Per semplicità consideriamo inizialmente un moto rettilineo, ovvero un moto in cui il corpo rigido segue una direzione lineare (priva di curve).

Continua la lettura
58

Legge oraria del moto

Anche del moto rettilineo uniformemente accelerato è possibile ricavare una legge oraria (legge che mette in relazione lo spazio ed il tempo). Tale legge oraria è ricavabile per via grafica e ha come risultato s=v0·t+1/2 ·at^2. Nel caso in cui il corpo all'istante t0=0 non si trovi nella posizione s0=0, allora la legge oraria diventa s=s0+v0·t+1/2 ·at^2.
L'accelerazione è quindi definita come la variazione della velocità. La sua unita di misura è m/s^2.

68

Moto angolare uniformemente accelerato

Esiste anche un altro tipo di moto uniformemente accelerato, che è quello angolare, in cui il corpo rigido descrive una circonferenza o in generale un arco di circonferenza. In queste condizione si parla di velocità angolare e di accelerazione angolare, che sono legate a quelle rettilinee tramite la formula v=w r, dove v è la velocità rettilinea, w è quella angolare e r è il raggio di curvatura (o nel caso di una circonferenza è il raggio della circonferenza).
Le leggi che regolano tale moto sono del tutto identiche a quelle che regolano il moto rettilineo uniformemente accelerato, fatto salvo sostituire la relazione appena vista.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

L'accelerazione in un moto circolare uniforme

Se state ai vostri primi passi nel mondo della fisica, starete senza dubbio approfondendo il concetto di cinematica del corpo rigido. Questo argomento contiene al suo interno tanti altri piccoli argomenti più o meno difficili. Uno di questi è il moto...
Superiori

Il moto rettilineo: appunti di fisica

Il moto rettilineo è una conseguenza evidente di una interazione fisica: un mattone cade, una particella si muove, un timpano vibra. In particolare questo tipo di moto descrive il movimento di un oggetto lungo una linea retta, con (moto uniformemente...
Superiori

Come calcolare l'accelerazione centrifuga

Se avete sentito parlare dell'accelerazione centrifuga, e volete sapere come la si può calcolare, nei passi successivi di questa guida troverete le istruzioni in merito, iniziando dall'apprendere il significato del concetto di forza centrifuga. Vediamo...
Superiori

Come calcolare l'accelerazione del centro di massa

Sia in fisica che in meccanica il centro di massa viene anche detto baricentro, cioè quel punto di un sistema che corrisponde al valore rappresentativo della massa nello spazio e della sua distribuzione. Questo centro di massa però potrebbe non corrispondere...
Superiori

Come calcolare l'accelerazione

Nel linguaggio comune accelerazione significa aumento di velocità; tale parola appartiene anche al linguaggio scientifico, ma con un significato ben più ampio: un corpo accelera quando la sua velocità cambia. La differenza è sostanziale e si trova...
Superiori

Come trovare l'angolo nel moto parabolico

La fisica è una materia molto complessa. Infatti durante i mostri studi, universitari o scolastici, ci può creare tantissimi problemi e grattacapi di ogni genere. Bisogna quindi studiarla con estrema attenzione e impegno. In questa guida vedremo una...
Superiori

Come calcolare l'accelerazione media

La fisica rappresenta una materia ricca di teorie e certezze. Questa ci accompagna ogni giorno in qualsiasi azione compiuta o misurazione svolta. Uno studio particolare eseguito soprattutto nel liceo viene riservato alla cosiddetta accelerazione media....
Superiori

Come ricavare l'accelerazione di gravità g da misure sperimentali

Sulla Terra, tutti i corpi subiscono la forza peso. In caduta libera, per effetto della gravità, sono soggetti ad un'accelerazione. Tale valore, rappresentato in genere con g, varia in base al luogo, all'altitudine ed alla latitudine. Convenzionalmente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.