L'accelerazione in un moto circolare uniforme

Tramite: O2O 15/04/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se state ai vostri primi passi nel mondo della fisica, starete senza dubbio approfondendo il concetto di cinematica del corpo rigido. Questo argomento contiene al suo interno tanti altri piccoli argomenti più o meno difficili. Uno di questi è il moto circolare uniforme. Avrete senza dubbio visto che il termine "uniforme" veniva usato in relazione agli altri moti per indicare l'assenza di accelerazione. Ma proprio non riuscite a capire perché allora è presente l'accelerazione nel moto circolare uniforme. L'accelerazione in un moto circolare uniforme non è da intendersi uguale a quella che abbiamo nel moto rettilineo. Vediamo di fare chiarezza spiegandovi quali sono le differenze e cosa c'è da sapere sul moto circolare uniforme per comprenderne l'accelerazione.

27

Occorrente

  • Manuale di fisica
37

Definizione di moto circolare uniforme

Il moto circolare uniforme non è un concetto così astratto, ma anzi estremamente legato alla realtà, alcuni esempi pratici sono l'oscillazione di un pendolo o la rotazione della terra intorno al proprio asse. Per definizione il moto circolare uniforme è il moto di un corpo che si muove lungo una circonferenza con velocità angolare costante. Il moto circolare uniforme è un moto periodico, cioè si ripete nel tempo con le stesse proprietà. Possiamo infatti indicare con T il periodo, cioè il tempo dopo il quale il moto si ripete. T è uguale a 2?/W. W corrisponde alla velocità angolare che abbiamo bisogno di definire in quanto il corpo percorre degli angoli piuttosto che delle lunghezze. W è data dal rapporto di ??/?t, cioè dall'angolo percorso nel tempo, quindi la velocità angolare è uguale a 2?/T e si misura in radianti/secondi. A questo punto definiamo un altro parametro cioè la frequenza che corrisponde al numero di giri compiuti nell'unità di tempo ed è uguale a 1/T, è in sostanza l'inverso del periodo.

47

Velocità tangenziale e velocità angolre

Per prima cosa dobbiamo disegnare gli assi cartesiani, la circonferenza del moto, il raggio della circonferenza e decidere se il corpo si muove in senso positivo, cioè antiorario o negativo, cioè orario.
Supponiamo di avere un moto in senso antiorario, quindi positivo, e disegniamo il vettore v, il cui modulo è la velocità tangenziale. La velocità tangenziale (V) è sempre perpendicolare allo spostamento, sempre tangente alla traiettoria e ha modulo costante ma varia in direzione e verso. La velocità tangenziale è data come tutte le velocità dalla variazione dello spazio/variazione del tempo e quindi in questo caso è uguale alla circonferenza del cerchio/T cioè 2?R/T e siccome la velocità angolare è uguale a 2?/T possiamo scrivere V=RxW.

Continua la lettura
57

L'accelerazione centripeta

Potremmo pensare che, essendo la velocità angolare e tangenziale costanti non ci sia accelerazione nel moto, ma in realtà stiamo parlando di vettori che comunque cambiano verso e direzione e quindi possiamo parlare di accelerazione centripeta (?) e di accelerazione tangeziale (a). ? corrisponde ad una variazione di velocità nel tempo, cioè ?=W/T. Siccome sappiamo che W=V/R e che T= 2?/W allora possiamo sostituire e avremo ?=V al quadrato/R. La velocità angolare ha direzione radiale, verso dall'esterno all'interno della circonferenza, modulo costante ed è sempre antiallineata con lo spostamento, forma con esso un angolo di 180°. Inoltre abbiamo l'accelerazione tangenziale che ha la stessa direzione della velocità tangenziale ed è data da ?V/?t.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Fisica: il moto rettilineo uniforme

La prima parte della fisica la meccanica, parla anche dei moti dei corpi, distinguendoli in base alla presenza o meno di elementi forzanti, come per esempio attriti, forze esterne e simili. Un corpo che si trova nello spazio, in breve, interpretandolo...
Superiori

Come fare esercizi sul moto rettilineo uniforme

Per molte persone, la fisica generale è una materia abbastanza ostica. Sicuramente è importante e richiede esercizio, molto sforzo ma anche un abbinamento tra la teoria (che è più che essenziale) e la pratica (ovvero svolgere esercizi utili e diversi)....
Superiori

Come calcolare l'accelerazione centrifuga

Se avete sentito parlare dell'accelerazione centrifuga, e volete sapere come la si può calcolare, nei passi successivi di questa guida troverete le istruzioni in merito, iniziando dall'apprendere il significato del concetto di forza centrifuga. Vediamo...
Superiori

Il moto rettilineo: appunti di fisica

Il moto rettilineo è una conseguenza evidente di una interazione fisica: un mattone cade, una particella si muove, un timpano vibra. In particolare questo tipo di moto descrive il movimento di un oggetto lungo una linea retta, con (moto uniformemente...
Superiori

Come calcolare l'accelerazione del centro di massa

Sia in fisica che in meccanica il centro di massa viene anche detto baricentro, cioè quel punto di un sistema che corrisponde al valore rappresentativo della massa nello spazio e della sua distribuzione. Questo centro di massa però potrebbe non corrispondere...
Superiori

Appunti sul moto uniformemente accelerato

In questo articolo vorrei darvi degli appunti sul moto uniformemente accelerato. L'accelerazione è una grandezza fisica che descrive il cambiamento della velocità al variare del tempo. Il valore dell'accelerazione può essere preceduto dal segno più...
Superiori

Come calcolare l'accelerazione

Nel linguaggio comune accelerazione significa aumento di velocità; tale parola appartiene anche al linguaggio scientifico, ma con un significato ben più ampio: un corpo accelera quando la sua velocità cambia. La differenza è sostanziale e si trova...
Superiori

Come calcolare la velocità avendo l'accelerazione

Se stiamo studiando alcune particolari materie scientifiche come la matematica o la fisica, potrebbe capitarci di avere difficoltà nella comprensione di alcuni argomenti trattati da queste complesse discipline e per riuscire a risolvere questo problema...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.