Kant: l'imperativo categorico

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Le regole morali dell'azione vengono espresse da Kant nell'Imperativo categorico: esso corrisponde alla legge universale, oggettiva della Ragion Pratica, e conferisce un senso alla condotta morale.
I principii pratici dell'Imperativo possono essere soggettivi o oggettivi: soggettivi se la volontà dell'individuo li pone come metro di valutazione dell'azione, oggettivi se si tratta delle vere e proprie leggi morali, stabilite al fine di guidare la volontà e l'azione di tutti gli esseri dotati di raziocinio.

24

Imperativo morale ipotetico e imperativo morale categorico

L'imperativo morale di Kant si differenzia, pertanto, in Imperativo morale ipotetico e imperativo morale categorico.
L'imperativo morale ipotetico equivale al principio morale soggettivo, in cui un fine individuale ed empirico guida la ragione e quindi l'azione.
Secondo l'imperativo morale categorico, la volontà è razionalmente determinata, perciò nessuno scopo o circostanza empirica irrazionale influenza la volontà e conseguentemente l'azione. Quest'ultimo, essendo incondizionato, vale in quanto legge morale universale e necessaria, perché libera dagli influssi esterni della realtà ed esprime la volontà pura e libera.

34

La legge morale e l'Io

Il filosofo sostiene che la Morale debba essere pura, capace di ritrovare in se stessa i propri principi fondanti, così da poter essere oggettiva, valida e assoluta per tutti gli uomini.
Il Bene contiene in sé il proprio fine, e la volontà è buona se contiene in sé il bene, non per le sue buone azioni.
L'Io che si uniforma alla legge morale si libera dalle influenze della realtà e del mondo esterno, sottraendosi alle limitazioni di tempo, spazio e causalità: a questo punto non subisce condizionamento, e si avvicina sempre più all'incondizionato. Attraverso un'azione continuamente conforme alla Legge morale, l'Io può ora attingere alla realtà del Noumeno che razionalmente non era in grado di conoscere. Immedesimandosi nel senso assoluto della morale, l'Io finalmente scopre la libertà, l'infinità e l'eternità che non era stato in grado di conoscere intellettualmente, perché limitato dalla realtà dei fenomeni.

Continua la lettura
44

L'azione disinteressata

La legge morale ha la forma del "dovere": il soggetto rinuncia ai propri interessi egoistici e decide di agire secondo una legge universale, dedicandosi così al bene e non al soddisfacimento dei suoi fini, perché è giusto e necessario farlo. L'imperativo categorico si esprime come un "Tu devi"; ciò significa che occorre realizzare la volontà buona, ossia agire secondo una norma morale universalmente valida, poiché è corretto in senso universale e asssoluto e non perché se ne ricaverebbero dei vantaggi personali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Filosofia: la morale kantiana

Kant espone la sua concezione morale nello scritto "Critica della ragion pratica" e nelle altre due opere "Fondazione della metafisica dei costumi" e la "Metafisica dei costumi". La filosofia kantiana riguarda una morale formale, infatti viene illustrata...
Superiori

Kant: la dialettica trascendentale

Kant è senza dubbio uno dei più importanti filosofi tedeschi, nonchè un esponente dell'illuminismo tedesco; inoltre è noto per essere il fondatore della filosofia idealistica. Nella terza parte della sua maggior opera, la Critica della ragion pura,...
Superiori

La filosofia di Kant in pillole

Immanuel Kant, uno dei maggiori filosofi di tutti i tempi, nacque a Konigsberg nel 1724 da famiglia povera. È stato uno dei maggiori esponenti della corrente illuministica tedesca e precursore della filosofia idealistica. Il perno della dottrina kantiana...
Superiori

Filosofia: la "Critica della Ragion Pura" di Kant

Immanuel Kant, tedesco di nascita, fu uno dei più importanti scrittori nella storia della filosofia. L'opera per la quale egli è più noto è indubbiamente la "Critica alla Ragion Pura" che fu una rivoluzione copernicana nel campo gnoseologico: secondo...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Kant

Immanuel Kant nacque a Könisberg nella Prussia orientale il 22 aprile del 1724. È stato uno dei più importanti filosofi di tutti i tempi, esponente della corrente di pensiero dell'Illuminismo. È stato inoltre anche precursore dei principi basilari...
Superiori

Kant: Ragion Pura, Pratica e Critica del Giudizio

La filosofia è una disciplina che riflette sull'esistenza dell'uomo, sul suo "essere", sui suoi limiti di conoscenza. Sono moltissimi i filosofi che si interrogano su questi quesiti ed ognuno di loro formula un suo particolare pensiero. Generalmente...
Superiori

L'estetica trascendentale di Kant

Ci sarà sicuramente capitato, durante il nostro percorso scolastico di dover studiare alcuni particolari ed importantissimi filosofi, ma molto spesso il loro pensiero risulta molto complesso e per riuscire a comprendere il senso alla perfezione potrebbe...
Superiori

La "Critica del Giudizio" di Kant

Salve a tutti in questa guida vi parlerò della critica del giudizio di Immanuel Kant poeta e filososo illuminista tedesco del tardo 700. Una delle sue composizioni letterarie più importanti come "La Critica della Ragion Pura" e quella della Ragion Pratica...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.