Introduzione all'arte bizantina

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'arte bizantina è nata nella città di Bisanzio situata sulle rive del Bosforo. Quest'arte è famosa per avere un tempo di sviluppo lunghissimo. L'arte bizantina si sviluppò quando nel 330 d. C. L'imperatore Costantino I, spostò in questo luogo la capitale dell'Impero Romano, rinominandola col nome di Costantinopoli. Quest'arte abbraccia tutti i campi dell'arte, dalla pittura alla scultura. La sua massima espressione si è ottenuta con la realizzazione della chiesa di Santa Sofia. Quest'ultima, è un mix impeccabile tra architettura, pittura e scultura bizantine. Ai più, sembra più un museo che un luogo di culto. In questa guida infatti, vi faremo una breve introduzione all'arte bizantina.

26

Caratteristiche principali

Le caratteristiche principali dell'arte bizantina sono la religiosità, l'anti plasticità e l'anti naturalismo. Le figure infatti, venivano appiattite nel tentativo di raffigurare l'aspirazione dell'uomo a raggiungere Dio. Il colore oro era sempre presente sullo sfondo. Come detto precedentemente, l'arte bizantina si è sviluppata in un periodo di tempo molto lungo, causandone la modifica di varie caratteristiche. Nonostante queste modifiche artistiche, quest'arte religiosa è rimasta fedele al suo essere. Il mosaico ne rappresenta l'espressione migliore, poiché secondo il loro credo, esso si adattava alla rappresentazione della spiritualità dei soggetti.

36

Rinascita delle arti

Dal VI secolo fino alla fine delle lotte iconoclastiche (843 d. C.) l'arte bizantina ha un periodo di decadenza. Ma dal IX secolo alla caduta di Costantinopoli (1204) durante la quarta crociata, vede la rinascita delle arti sotto gli imperatori Macedoni e Comneni. L'imperatore è l'unione del potere spirituale e temporale, infatti l'arte bizantina riprende il misticismo delle figure sacre ebraiche come i re David e Salomone, che agivano per volere diretto di Dio. Grande importanza ebbero anche le influenze dell'arte romana, ellenica e orientale.

Continua la lettura
46

Città rappresentative dell'arte bizantina

Le due città più rappresentative dell'arte bizantina a livello mondiale sono, ancora oggi: Ravenna e Costantinopoli. La fuoriuscita dai confini turchi dell'arte bizantina la si deve all'imperatore Giustiniano I (482-565), durante il cui regno quest'arte raggiunse il suo massimo splendore. A Ravenna e Costantinopoli sono presenti le forme maestose del bizantinismo nell'arte e nell'architettura. In questi luoghi infatti, possiamo trovare degli splendidi mosaici bizantini che rappresentano quest'arte in tutta la loro interezza. In ogni chiesa infatti, era presente almeno un mosaico.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se vogliamo trovare dei contenuti d'arte bizantina basta andare a Ravenna.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La luce nella storia dell'arte

La luce è vita. Quanto siamo fortunati di poter godere di questa immensa luce e, come volgere ogni tanto lo sguardo verso quelle persone meno fortunate di noi che non possono vedere e, quindi non rendersi conto ci quanta bellezza li circondi. Spesso...
Superiori

Gli animali nella storia dell'arte

Gli animali hanno da sempre avuto un ruolo di primo piano nell'arte. Le raffigurazioni di animali sono sempre presenti in tutti i periodi storici ed hanno dei significati differenti. Infatti si va dalla semplice raffigurazione della natura in modo classico,...
Superiori

Storia: la dominazione araba in Sicilia

La Dominazione Araba in Sicilia è uno di quegli eventi della Storia che ricoprono una certa fondamentale importanza e che sono tutt'oggi determinanti per la descrizione di alcuni aspetti culturali. Tutto ha inizio nel 827 dopo Cristo, quando gli Arabi...
Superiori

Appunti di filosofia: il neoplatonismo

La filosofia è una materia piuttosto complessa e ricca di sfaccettature, che richiede molto tempo e studio per essere studiata ed appresa appieno. Molte sono le correnti che si sono susseguite durante gli anni e che hanno portato profondi cambiamenti...
Superiori

Storia: La Repubblica di Venezia

La Repubblica di Venezia possiede una storia affascinante. Tutti gli storici italiani ed internazionali hanno cercato di comprendere come questa città avesse conseguito enormi successi in un'epoca buia per l'Italia e l'Europa, corrispondente al Medioevo....
Superiori

Storia: l'Impero bizantino

Il nome di Impero bizantino nasce dalla sua capitale Bisanzio (Costantinopoli) ed è il nome che viene attribuito all'Impero romano d'oriente, dopo la caduta dell'Impero d'occidente nel 476 d. C.. La sua storia non viene spesso degnamente analizzata ed...
Elementari e Medie

Storia: il primo concilio di Costantinopoli

Il primo Concilio di Costantinopoli (381), noto anche come il Concilio Ecumenico, fu un raduno di 150 vescovi per lo più orientali, convocati dall'imperatore Teodosio I per confermare il suo precedente decreto a sostegno della dottrina del Concilio di...
Superiori

Storia: il declino dell'Impero Bizantino

La storia dell'impero romano è una delle vicende più affascinanti. Si suddivide in impero romano d'occidente ed impero romano d'oriente, e, dipendentemente dal secolo cui si fa riferimento, è possibile inscrivere alcuni traguardi e delle scoperte importanti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.