Introduzione all'antropologia

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'antropologia è una disciplina proveniente dalle scienze biologiche, che si occupa dell'essere umano nei suoi comportamenti sociali, culturali, evolutivi, artistici, psico-evolutivi, filosofici e religiosi. Storicamente l'antropologia venne impiegata sin dagli antichi egizi, per descrivere le usanze e la struttura sociale delle popolazioni con le quali lottavano (come gli ittiti, i libici o i nubiani). Soltanto grazie allo storico greco Erodoto cominciò una classificazione pertinente e accurata delle diversità sociali, culturali e religiose dei vari popoli con i quali la gente e i mercanti greci entrarono in contatto. Nel seguente breve articolo di scienze, quindi, vi illustrerò una breve introduzione all'antropologia.

27

Occorrente

  • Libri sull'antropologia
  • Interesse per l'antropologia
37

Lo studio degli antropologi più famosi al mondo

Il primo antropologo nella storia che si può considerare tale fu sicuramente il filosofo greco Aristotele. Egli iniziò a classificare le varie specie animali e vegetali. Fra le specie animali Aristotele incluse anche le persone, descrivendone le caratteristiche secondo il tipo di società alla quale facevano parte. Dopo questo filosofo greco, tra gli antropologi si possono citare i medici Galeno e Ippocrate, e gli esploratori Marco Polo e Ferdinando Magellano. I due medici studiarono gli uomini cominciando dai dettagli. I due esploratori descrissero i numerosi costumi e la religione dei popoli dell'Africa, dell'Asia e dell'America meridionale. La reale antropologia nacque comunque grazie agli studiosi moderni Jean-Baptiste Du Tertre, Lamarck e Giustiniano Nicolucci (che scrisse il primo trattato italiano sull'antropologia e l'etnologia).

47

Il padre dell'antropologia Lewis Henry Morgan

Il padre dell'antropologia moderna viene considerato lo statunitense Lewis Henry Morgan. Egli riuscì ad illustrare l'evoluzione della società non attraverso lo studio della storia delle civiltà passate, ma tramite l'esame delle società primitive del Continente Americano. In questo modo è possibile tornare astrattamente indietro nel passato e vivere concretamente la vita come la si viveva durante l'epoca che si vuole studiare. Questo rappresenta il più enorme traguardo che ha raggiunto oggi l'antropologia.

Continua la lettura
57

Le branchie dell'antropologia moderna

Attualmente, l'antropologia si divide in varie branchie (politica, economica, culturale e sociale). L'antropologia politica si occupa delle strutture del sistema politico e dell'organizzazione gerarchica della società. L'antropologia economica studia i comportamenti dell'essere umano nel settore economico. L'antropologia culturale si può considerare quella delle origini e studia l'uomo nei suoi comportamenti sociali, culturali, religiosi e comportamentali. L'antropologia sociale analizza il comportamento delle persone nei diversi gruppi sociali.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se intendete avere maggiori informazioni sull'antropologia, comprate qualche interessante libro sull'argomento in questione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Filosofia: il pensiero di Levi-Strauss

Claude Levi-Strauss era un noto antropologo, psicologo e filosofo. Nacque a Bruxelles da genitori francesi, trascorse l'infanzia e la prima giovinezza a Parigi, città in cui si laureò in filosofia nel 1931. Nella sua lunga vita effettuò numerosi viaggi...
Superiori

Positivismo: appunti

La corrente filosofica del Positivismo si diffonde nella seconda metà del XIX secolo a partire dalla Francia e diviene la cultura dominante fin quasi alla fine del secolo, quando si verificherà una reazione antipositivista ad opera del Decadentismo....
Università e Master

Max Weber: il pensiero in pillole

Max Weber è stato un economista, filosofo e sociologo tedesco, nato ad Erfurt nel 1864 e morto a Monaco di Baviera il 14 giugno 1920.  Negli anni in cui opera la concezione di alcune discipline del sapere cambia completamente volto: psicologia, sociologia,...
Università e Master

Erving Goffman: La teoria del frame

Quando percepiamo qualcosa, qualunque cosa, da una frase, a un concetto, a ciò che udiamo e sperimentiamo nella realtà, siamo proprio certi che la nostra percezione sia scevra da ogni influenza di tipo selettivo? Ovvero: prendiamo la realtà così come...
Università e Master

Scienza sociali: l'aggressività

Oggi proveremo ad analizzare un fenomeno molto complesso, l'aggressività. Tenendo in maggior conto il punto di vista di ogni scienza sociale, ci converrà sapere che, i fenomeni sociali, per essere considerati manifestazioni di aggressività, devono...
Università e Master

Appunti di sociolinguistica

In questa guida, che vogliamo proporre a tutti voi, abbiamo deciso di mettere a disposizione dei nostri lettori degli importanti appunti di sociolinguistica, in modo che possano essere utilizzati come meglio si crede e quando ne sia necessario.La sociolinguistica...
Università e Master

Kurt Lewin e il microfunzionalismo

La riformulazione del concetto di sistema fu il fulcro di tutte le interpretazioni apportate dal funzionalismo. Ultima grande corrente del pensiero sociologico. Integrata da 2 importanti movimenti: il macrofunzionalismo, derivato dall’organicismo sociologico...
Superiori

Cartesio: vita e opere

René Descartes (Cartesio) nacque in Francia da una famiglia nobile, nel 1596. Venne istruito all'interno di un collegio di gesuiti. Terminata la formazione però sente di non avere il metodo giusto per indagare nella realtà. Decide allora di concentrare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.