Inglese: i verbi modali

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'uomo si distingue dagli animali per la complessa e articolata forma di comunicazione che possiede, si tratta infatti non di un solo tipo di linguaggio ma un'insieme vasto e complesso di lingue ognuna con le sue proprietà, le sue regole e i suoi costrutti particolari. Tra le più conosciute e parlate l'inglese è la lingua per eccellenza, considerando la relativa semplicità con cui si è sviluppata a livello mondiale dagli anni Cinquanta fino a oggi. Anche se molto conosciuto, l'inglese è caratterizzato da costrutti non sempre facili da capire e da rispettare, in questa occasione vedremo come, quando e in che misura si utilizzano specifici verbi modali: may, will e shall. La guida non si prefigge l'obiettivo di esaurire completamente l'argomento ma di trasferire al lettore quelle nozioni basilari e generali utili per capire quando e come applicare tali verbi modali.

24

May

May, al passato might, è la traduzione di potere, d overe, e ssere. May è usato per esprimere una probabilità futura, un'eventualità, un dubbio, un augurio o per dare o ricevere un permesso. La forma negativa di May è may not, che abbreviato diventa mayn't.
Might è usato per un permesso molto più formale e per una probabilità molto più remota. La forma negativa di might è Might not. Esempi: I may go to London (È probabile che vada a Londra); I mayn't go to Amsterdam (È improbabile che vada ad Amsterdam); might I ask you a favour? (Posso chiederle un favore).

34

Will

Will, al passato would, è la traduzione di v olere ed è usato per esprimere una decisione presa in quel momento o per chiedere a qualcuno di fare qualcosa. Will è anche usato per richieste o inviti, per offrire qualcosa, per esprimere un intenzione o una previsione. È molto usata la contrazione di will. Would è anche usato per indicare una probabilità o la disponibilità a fare qualcosa o per esprimere un'azione abituale nel passato.

Continua la lettura
44

Shall

Shall, al passato Should, è la traduzione di Dovere. Shall, usato solo nella forma interrogativa per la prima persona singolare e plurale, è utilizzato per dare suggerimenti, fare proposte, chiedere se si deve fare qualcosa o chiedere un consiglio. Shall nella forma negativa diventa Shall not, abbreviato Shan't. Should si può usare anche per i verbi condizionali ed utilizzato per fare una supposizione, fare un rimprovero, dare un consiglio o una raccomandazione. La forma negativa di Should è Should not, che abbreviato diventa Shouldn't. Esempi: Shall we dance? (Vuoi ballare?); where shall i go? (Dove devo andare?); you should quit smoking. (Dovresti smettere di fumare).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Inglese: i verbi modali

L'uomo si distingue dagli animali per la complessa e articolata forma di comunicazione che possiede, si tratta infatti non di un solo tipo di linguaggio ma un'insieme vasto e complesso di lingue ognuna con le sue proprietà, le sue regole e i suoi costrutti...
Lingue

I verbi modali in tedesco

La presente guida sulle lingue fornirà alcuni consigli per comprendere esattamente i verbi modali in tedesco. Generalmente questa lingua viene considerata abbastanza difficile e complessa, per colpa delle numerose differenze con l'italiano. Bisogna anche...
Lingue

Tedesco: i verbi modali

Generalmente, in grammatica, i verbi modali o servili, hanno la funzione di precisare la relazione tra soggetto e verbo che ne consegue. Hanno anche il ruolo di esprimere senso di possibilità, obbligo, necessità, volontà, capacità e non vengono accompagnati...
Lingue

Francese: i verbi modali

Come in ogni lingua che si rispetti anche nel francese troviamo i verbi modali (anche detti servili), ed in questa guida vi saranno presentati i principali. Nel caso non vi ricordiate bene quali siano i verbi modali questo link vi rinfrescherà la memoria....
Lingue

Come tradurre i verbi difettivi in inglese

La lingua inglese ha una struttura totalmente differente dalla lingua italiana e di conseguenza anche le forme verbali. Sebbene sia una lingua abbastanza semplice da imparare per poter fare dei discorsi base, ci sono delle combinazioni con i verbi veramente...
Lingue

Come memorizzare verbi irregolari in inglese

La lingua inglese è sicuramente tra le lingue più diffuse e studiate al mondo. Infatti sono molti i benefici che possiamo trarre dalla conoscenza di questa lingua, che vanno dall'essere facilitati nella ricerca del lavoro fino ad arrivare al miglioramento...
Lingue

I verbi fraseologici in inglese

La grammatica della lingua inglese risulta elaborata e costellata di regole che talvolta non sono riproducibili in italiano. Alcune particolari espressioni idiomatiche si impiegano per esprimere concetti ben precisi, che non sempre corrispondono alla...
Lingue

Come coniugare i verbi irregolari in inglese

La guida che andremo a sviluppare nei passi che seguiranno, si occuperà di lingue straniere. Per essere più specifici nelle argomentazioni, tratteremo la lingua inglese. Come abbiamo indicato anche nel titolo della guida stessa, andremo a spiegarvi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.