Inglese: i pronomi personali

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quante volte avrete sentito dire "l'inglese è la lingua con la grammatica più facile"? Certo, effettivamente rispetto all'italiano è molto più semplice, se si eccettua il problema della pronuncia, ma ciò non toglie che abbia delle regole come tutte le lingue. Per questo, se si desidera imparare l'inglese, è necessario studiare le regole grammaticali. In questo articolo parleremo di alcuni elementi molto importanti in una lingua: i pronomi personali.

24

Le regole

Prima di parlare nello specifico dei pronomi, è fondamentale ricordare che l'inglese è una lingua in cui il soggetto deve essere sempre espresso. Mentre in italiano il soggetto può essere sottinteso, perché comunque il verbo ci dà informazioni anche sul nome in inglese non è così. Tornando ai pronomi, cominciano con quelli personali soggetto: essi si riferiscono alla persona che effettua l'azione descritta dal verbo. In inglese sono: I (io), you (tu), he/she/it (egli/lui, ella/lei, esso/essa), we (noi), you (voi), they (loro/essi). Una prima differenza con l'italiano è che il pronome di prima persona singolare è sempre scritto in maiuscolo, anche quando non si trove all'inizio di una frase. Per quanto riguarda la terza persona singolare, bisogna precisare che "he" è un pronome neutro utilizzato solo per i soggetti maschili, "she" si usa solo per i soggetti femminili e "it" solo per animali e cose. Al contrario, la terza persona plurale è utilizzata indifferentemente per soggetti maschili, femminili, animali o cose. Infine, i pronomi personali soggetto precedono sempre il verbo.

34

Esempi

Facciamo qualche esempio: I read my book (Io leggo il mio libro). You are my bestfriend (Tu sei il mio migliore amico. Dal momento che il termine "bestfriend" è singolare, capiamo che "you" in questo caso è la seconda persona singolare). He loves cats (Lui ama i gatti), She loves dogs (Lei ama i cani), It is my fish (Esso è il mio pesce). We are the champions (Noi siamo i campioni). You are my brothers (Voi siete i miei fratelli. In questo caso il complemento oggetto è rappresentato da un termine plurale, quindi si capisce che "you" è la seconda persona plurale). They are my parents (Loro sono i miei genitori).

Continua la lettura
44

I pronomi

I pronomi personali complemento, invece, sono: me, you, him/her/it, us, you e them. Anche qui sono valide le precisazioni che abbiamo fatto per i pronomi personali soggetto, ossia che him si riferisce ad una persona maschile, her ad una persona femminile e it ad animali, oggetti o concetti astratti. Them, d’altro canto, è utilizzato indifferentemente per soggetti di entrambi i sessi, animali e cose. You è il pronome che appartiene ad entrambe le categorie, ossia sia ai pronomi personali soggetto che complemento, ma si può riconoscere la sua funzione basandosi sulla diversa posizione che occupa nella frase.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Tedesco: i pronomi personali

Studiare le lingue permette di scoprire diverse culture e approfondire la conoscenza con popolazioni diverse. Approcciarsi ad una nuova lingua richiede il saper alcune nozioni fondamentali per la costruzione delle frasi e per una corretta pronuncia. Il...
Lingue

Come utilizzare i pronomi personali in tedesco

Nella lingua tedesca, la maggioranza degli oggetti grammaticali viene ricodificata a seconda del tipo di complemento in cui compare. Non fanno eccezione neppure i pronomi personali, per i quali si devono distinguere principalmente tre casi ben definiti:...
Lingue

Come Utilizzare I Pronomi Personali Accoppiati Nella Lingua Francese

Per definizione, i pronomi personali rappresentano la persona che svolge l'azione oppure la persona di cui si sta parlando, senza specificarne il nome proprio. Non in tutte le lingue però i pronomi seguono le stesse regole. Particolari eccezioni è possibile...
Lingue

Spagnolo: i pronomi personali

Quando si impara una nuova lingua, la prima cosa da fare è capirne le regole grammaticali, le forme verbali e come viene composta una frase. Una delle cose fondamentali da conoscere sono sicuramente i pronomi personali. Essi infatti rappresentano la...
Lingue

Inglese: i pronomi relativi

Riuscire ad imparare una lingua straniera, spesso può sembrare un impresa impossibile, ma impegnandosi a comprendere le giuste regole grammaticali ed esercitandosi molto, si può riuscire nell'intento in breve tempo. Sapere parlare correttamente l'inglese,...
Lingue

Inglese: aggettivi e pronomi indefiniti

Gli aggettivi nella lingua inglese sono invariabili, cioè esiste una sola forma per il singolare, il plurale, il femminile e il maschile, e precedono sempre i nomi di cui sono attributi. Es. The yellow tulips are under the tree. (I tulipani gialli sono...
Lingue

Inglese: aggettivi e pronomi possessivi

Tra le lingue del mondo, quella inglese è forse la più studiata dai parlanti non anglofoni: si insegna dalle scuole primarie alle università di molti Paesi. Il suo apprendimento è semplificato dal fatto che, rispetto ad altre lingue, presenta una...
Lingue

Inglese: i pronomi interrogativi

Alcune persone studiano le lingue per passione, altre per convenienza, soprattutto se si viaggia molto e si è a stretto contatto con altre culture. Conoscere le lingue, e soprattutto l'inglese è ormai diventata un'esigenza alla quale non possiamo sottrarci....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.