Ingegneria: accenni sulla pneumatica e l'oleodinamica

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se siamo degli studenti, ci sarà sicuramente capito almeno una volta, di non riuscire a comprendere alcuni argomenti delle varie materie che ci troviamo a studiare. In questi casi una delle prime cose che facciamo è ricercare su internet una guida che ci spieghi in maniera semplificata l'argomento che non riusciamo a comprendere alla perfezione, magari svolgendo qualche esempio pratico. In questo modo potremo facilmente consultare varie guide, utilizzando semplicemente un computer e una connessione ad internet, fino a trovare quella in grado di risolvere ogni nostro dubbio.
Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo alcuni accenni su due argomenti molto importanti di ingegneria: la pneumatica e l'oleodinamica.

24

Nella pneumatica l'impiego dell'aria compressa è davvero ampio. Come ogni altro elemento, presenta vantaggi e svantaggi. Nella pneumatica la pressione impiegata è bassa, ciò evita che il materiale esploda o vi sia un improvviso incremento dei decibel. Il vantaggio più ovvio è che l'aria ha costo zero, è completamente rinnovabile e non inquina. Realizzare un circuito a funzionamento pneumatico è semplice ed economico, il movimento che si ottiene è di tipo rettilineo e molto veloce. Pensiamo ad esempio ai pistoni, che lavorano grazie al movimento pneumatico. Negli impianti oleodinamici invece, l'elemento base è l'olio.

34

L'olio ha minori vantaggi rispetto all'aria poiché non è rinnovabile, costa di più e non è reperibile in qualsiasi momento. Ricordiamo che i fluidi, i liquidi e i gas si classificano in comprimibili e incomprimibili. In una condizione standard di utilizzo, i liquidi sono incomprimibili, di conseguenza, possiamo affermare che i sistemi a funzionamento pneumatico sono consigliabili su applicazioni che non devono compiere grandi sforzi, anche se veloci. Sia la posizione che la stessa velocità non richiedono un controllo puntuale e preciso.

Continua la lettura
44

L'aria e l'olio hanno due diversi gradi di compressibilità e i loro impieghi saranno dunque differenti. L'olio ha una flessibilità di impiego maggiore rispetto all'aria. Gli impianti oleodinamici si sfruttano per il sollevamento e il trasporto di carico elevato. In questo tipo di sistema, la velocità non ha carattere rilevante, nonostante si possa controllare con appositi strumenti. Perché è preferibile un impianto oleodinamico? Un sistema oleoidraulico è in grado di sopportare forze elevatissime. L'olio, essendo incomprimibile, assicura una maggiore immediatezza di risposta, può trasmettere grandi potenze a distanza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Gli sbocchi professionali di Ingegneria Civile

Di questi tempi trovare lavoro in Italia è particolarmente difficile, soprattutto per quanto concerne alcune professioni particolari come l'Architetto e l'Ingegnere Civile. Quest'ultima professione però ha sicuramente molti più sbocchi professionali...
Università e Master

Come prepararsi al test di ammissione di Ingegneria

La Facoltà di ingegneria è un ateneo abbastanza richiesto dai giovani studenti che vogliono intraprendere una carriera universitaria per introdursi nel mondo del lavoro. Questo motivo è dovuto al fatto che la laurea in Ingegneria apre la strada agli...
Università e Master

Come organizzare il primo anno di ingegneria

Una delle facoltà più difficili e più lunghe da affrontare è sicuramente quella di Ingegneria. Per sua natura e per la sua conformazione questa facoltà, divisa in tutti i suoi diversi orientamenti, è un osso duro per tutti i neo-iscritti. Non c'è,...
Università e Master

Come prepararsi al test OFA di Ingegneria

Una volta iscritti alla facoltà di Ingegneria, qualsiasi sia il corso di studi che sceglieremo di intraprendere, lo spauracchio per tutti gli studenti è rappresentato da un test d'ingresso che, nonostante non precluda la possibilità di iscrizione alla...
Università e Master

Appunti di ingegneria: deformazione elastica e plastica

In ingegneria ed in particolare nella branca della scienza e della tecnologia dei materiali è importante studiare le proprietà meccaniche dei vari solidi e delle varie strutture in modi da poterne prevedere cedimenti o rotture. Uno studio molto utile...
Università e Master

Appunti di ingegneria: le linee di trasmissione

In ingegneria per campo elettrotecnico ed elettronico per linea di trasmissione si intende il componente elettronico atto a trasportare segnali (parliamo dunque di elettronica) e energia (in questo caso in elettrotecnica) organizzandoli su grandi distanze....
Università e Master

Come Calcolare Il Parametro Della Clotoide

Una clotoide, detta anche spirale di Cornu, rappresenta un raccordo progressivo, inserito come elemento di transizione tra un rettifilo ed il successivo arco di cerchio. In buon sostanza di trova tra due archi di cerchio l'uno interno all'altro, ma appartenenti...
Università e Master

Come passare l’esame di analisi matematica I

Tutti i percorsi di laurea riguardanti discipline tecnico-scientifiche come Ingegneria, Informatica, Scienze naturali ed Economia prevedono un corso di una disciplina che funge da base per l'insegnamento di Analisi Matematica I. Quest'ultima introduce...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.