Il verismo in Italia e il naturalismo in Francia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La crisi del Romanticismo letterario si ritiene compiuta con la nascita del Naturalismo in Francia e successivamente del Verismo in Italia, movimenti letterari speculari che guardano al pensiero positivista diffusosi alla fine dell'800 e, anzi, sono a tutti gli effetti la traduzione letteraria della filosofia del Positivismo. Dal punto di vista narratologico, il cambiamento è epocale: viene meno il narratore onnisciente ed emerge una rappresentazione il più possibile impersonale. Così, lo scrittore si limita a fotografare la realtà intervenendo nella vicenda meno che può. Qui consideriamo gli influssi reciproci tra Naturalismo e Verismo.

26

Teoria del Naturalismo

Secondo il teorico del Naturalismo, Hippolyte Taine, che adopera il termine in un saggio su Balzac (1858), i comportamenti degli uomini sono determinati dalla razza, l'ambiente e il momento storico. Così, l'osservazione e la sperimentazione che caratterizzavano il pensiero scientifico del tempo dovevano bagnare il racconto della realtà, lo scrittore doveva sparire dietro l'azione per conferire un vero e proprio "documento umano". E in tal senso, quale miglior documento della Commedia umana che Balzac andava scrivendo dal 1837? Certo, il proposito di uno dei romanzieri più importanti della storia della letteratura aveva del visionario: Balzac voleva descrivere esaustivamente tutta la società. Ci è andato molto vicino con le 137 opere di cui si compone la Commedia umana.

36

Manifesto del Naturalismo

Se Balzac è considerato il precursore del Naturalismo (invero, naturalista egli stesso), i maestri sono Flaubert e Zola. Il primo affida la teoria dell'impersonalità al discorso indiretto libero e diventa nella narrazione un demiurgo onnipotente ma invisibile. Il fine di Flaubert è dichiarato: regalare all'arte la precisione delle scienze. Anche il romanzo di Zola è uno studio sull'uomo, stavolta a base fisiologica. Suo è quello che è considerato il manifesto del Naturalismo, il saggio "Il romanzo sperimentale" del 1880, in cui il romanzo viene definito come nient'altro che la letteratura del pensiero scientifico del suo tempo. E in cui affida al romanziere il compito di tenersi in disparte durante la narrazione, dopo aver collocato i personaggi nel loro ambiente.

Continua la lettura
46

Poetica del Verismo

Corrispettivo italiano del Naturalimso, il Verismo nasce intorno al 1870 e si sviluppa a Milano, ma i capiscuola sono scrittori siciliani: Verga, De Roberto (siciliano d'adozione) e Capuana, il teorizzatore della "poesia del vero". A Napoli operano Matilde Serao e Salvatore Di Giacomo, sarda è Grazia Deledda, calabrese Nicola Misasi. Si deve precisare che, da una parte, i naturalisti rappresentano perlopiù la vita del proletariato urbano e generalmente hanno fiducia nel progresso, dall'altra, i veristi si concentrano sulle condizioni del sottoproletariato (pescatori e contadini) e sono più pessimisti dei francesi nella misura in cui non ritengono possibile un miglioramento delle condizioni di vita dei ceti più poveri. In particolare, Verga regredisce al livello dei suoi personaggi adottando anche le semplici strutture sintattiche del dialetto siciliano.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La lettura di Verga e Zola, Capuana e Flaubert dice molto di più dei manifesti e dei programmi delle correnti considerate.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Il Naturalismo francese

Quando si parla di Naturalismo francese generalmente si intende una corrente letteraria che si sviluppa in Francia nell'Ottocento. Essa prende le basi dalla corrente del Positivismo, la quale afferma una grande fiducia nel progresso e negli sviluppi scientifici....
Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Verismo

Nella letteratura italiana, per Verismo si intende un movimento letterario sviluppatosi fra il 1875 ed il 1895. Ciò che caratterizza il verismo è la volontà - da parte degli autori - di raccontare la realtà in maniera fedele ed oggettiva fotografando...
Superiori

Positivismo: appunti

La corrente filosofica del Positivismo si diffonde nella seconda metà del XIX secolo a partire dalla Francia e diviene la cultura dominante fin quasi alla fine del secolo, quando si verificherà una reazione antipositivista ad opera del Decadentismo....
Superiori

Il verismo di Verga: Novelle rusticane

Giovanni Carmelo Verga (1840 - 27 gennaio 1922) è uno scrittore e drammaturgo italiano nato nella provincia di Catania che, con le sue opere, rappresenta pienamente la corrente letteraria del Verismo. Ha scritto romanzi ("I Malavoglia", "Mastro don-Gesualdo",...
Superiori

Il Verismo di Giovanni Verga

Il nome di Giovanni Verga va spesso insieme ad un'altra parola, ovvero il "Verismo"; infatti egli è l'autore per eccellenza che aprì, in Italia la strada del verismo (corrente letteraria di fine Ottocento). Questo movimento letterario fu caratterizzato...
Superiori

Vita e opere di Guy de Maupassant

Guy de Maupassant è uno dei più celebri scrittori francesi di fine Ottocento. Passato alla storia come l'autore di "Bel-Ami", in realtà fu più novelliere che romanziere. Dopo un primo periodo di adesione al Naturalismo, sviluppò una poetica originale...
Superiori

Letteratura del XX secolo

Il Novecento letterario ha confini imprecisi: per qualcuno inizia con la prima guerra mondiale e si chiude con la fine dell'URSS, per altri è un secolo che parte con la fin de siècle e si espande ben oltre la fine del millennio. Così, la Letteratura...
Superiori

Breve analisi de "I Malavoglia" di Verga

"I Malavoglia" è una delle opere maggiori di Giovanni Verga, uno dei maestri della narrativa novecentesca. Il romanzo è tutto imperniato sulla storia di una famiglia di pescatori siciliani, i Toscano (chiamati in paese "Malavoglia", da qui il titolo),...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.