Il verismo di Verga: Novelle rusticane

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Giovanni Carmelo Verga (1840 - 27 gennaio 1922) è uno scrittore e drammaturgo italiano nato nella provincia di Catania che, con le sue opere, rappresenta pienamente la corrente letteraria del Verismo. Ha scritto romanzi ("I Malavoglia", "Mastro don-Gesualdo", "Una peccatrice", "Storia di una capinera", "Eva", "Eros", "Tigre reale", "Il marito di Elena", "I carbonari della montagna") e novelle ("Nedda", "La roba", "Novelle rusticane", "Rosso Malpelo"). Alcune di queste opere sono state trasformate in trasposizioni teatrali e altre hanno versioni cinematografiche molto riuscite. In questa guida cercherò di mettere in evidenza il verismo di Verga nelle "Novelle rusticane".

25

La prima scrittura verista di Verga può essere considerata "Nedda", ma il suo modo di esporre le cose che avvengono lo conferma definitivamente come rappresentante del Verismo con le "Novelle rusticane". Le caratteristiche del Verismo incontrato nelle novelle sono: i personaggi che provengono dall'ambiente contadino, l'ambientazione campestre e l'uso della tecnica dell'eclissi e di un linguaggio dialettale dal quale non mancano errori, frasi sconnesse e imprecazioni. Non meno importante è il modo nel quale l'autore, che proviene de un ambiente culturale borghese, scende e si mette al livello dei suoi personaggi, anche se spesso la loro morale e i loro modi di fare e di pensare sono palesemente inadatti a quello di Verga.

35

Nelle sue opere, l'evoluzione del Verismo è evidente e l'uso delle tecniche avviene in modo graduale, partendo da "Nedda" e arrivando a "Mastro-don Gesualdo". Le faccende si succedono e sono raccontate senza alcuna partecipazione affettiva dell'autore al dramma esistenziale vissuto dai suoi personaggi, in modo distaccato e realistico.

Continua la lettura
45

Le "Novelle rusticane" sono, di fatto, una raccolta di 12 novelle che raccontano in modo cupo e opprimente la tragedia del vivere. Il soggetto principale è la "roba". In tutte queste novelle s'incontrano le tematiche sociali ed economiche della Sicilia di quei tempi. L'autore sottolinea come, seguendo la dura legge della natura che vuole che vinca sempre il più forte, anche nella vita degli uomini, chi accumula più "roba", intesa come beni materiali e denaro, riesce ad affrontare meglio i vari imprevisti della natura. Queste novelle sono: “Il Reverendo”, “Cos'è il re”, “Malaria”, “Gli orfani”, “Don Licciu Papa”, “La roba”, “Il mistero”, “I galantuomini”, “Storia dell'asino di S. Giuseppe”, “Libertà”, “Pane nero” e “Di là del mare”. Il verismo di queste novelle arriva anche dal modo di narrare i fatti accaduti, esattamente come nella prima opera appartenente a questo corrente letterario di Verga, "Rosso Malpelo", dove gli avvenimenti vengono raccontati dal punto di vista dei minatori e non da quello colto dello scrittore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Vita e opere di Giovanni Verga

Questo tutorial ha lo scopo di aiutare le persone a conoscere in modo più approfondito la vita e le opere di Giovanni Verga. Egli è stato il più grande esponente del verismo; nato a Catania nel 1840 è morto nella stessa città nel 1922. I suoi primi...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Verismo

Nella letteratura italiana, per Verismo si intende un movimento letterario sviluppatosi fra il 1875 ed il 1895. Ciò che caratterizza il verismo è la volontà - da parte degli autori - di raccontare la realtà in maniera fedele ed oggettiva fotografando...
Superiori

Breve analisi de "I Malavoglia" di Verga

"I Malavoglia" è una delle opere maggiori di Giovanni Verga, uno dei maestri della narrativa novecentesca. Il romanzo è tutto imperniato sulla storia di una famiglia di pescatori siciliani, i Toscano (chiamati in paese "Malavoglia", da qui il titolo),...
Superiori

Letteratura italiana: il realismo dell' Ottocento

Nella letteratura italiana, l'Ottocento rappresenta un periodo di notevole interesse. La produzione letteraria conosce il realismo ed il verismo. Queste correnti nascono dalla degenerazione del primo Romanticismo. Dopo l'Unità, si diffondono idee positivistiche....
Superiori

Il verismo in Italia e il naturalismo in Francia

La crisi del Romanticismo letterario si ritiene compiuta con la nascita del Naturalismo in Francia e successivamente del Verismo in Italia, movimenti letterari speculari che guardano al pensiero positivista diffusosi alla fine dell'800 e, anzi, sono a...
Superiori

Dal Positivismo al Verismo

Nella prima metà dell'Ottocento si andò via via affermando una corrente di pensiero secondo la quale la scienza è al centro della conoscenza, estendendo il metodo scientifico a tutti i campi del sapere: il positivismo. Esso fu il prodotto della prima...
Superiori

Guida al Naturalismo

Come voi visitatori di questo sito web ben saprete, quando parliamo del Naturalismo, facciamo riferimento ad una importante corrente artistica e letteraria che nacque e si diffuse inizialmente in Francia, attorno alla seconda metà del Diciannovesimo...
Superiori

Letteratura del XIX secolo

Letteratura del XIX secolo italiana ed europea ha una tradizione ampia e varia, che rispecchia gli enormi cambiamenti politici e sociali avvenuti in questo secolo. Si passa dal Neoclassicismo alla modernità del Decadentismo, attraverso una miriade di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.