Il sistema educativo giapponese

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

La struttura generale del sistema educativo giapponese conserva l'impostazione voluta dagli Americani durante l'occupazione e segue il sistema 6-3-3-4. L'anno scolastico, che coincide con quello fiscale, inizia il 1° di aprile e termina il 31 marzo ed è diviso in tre periodi: aprile-luglio, settembre-dicembre, gennaio-marzo. I ragazzi di età compresa tra i 16 e i 18 frequentano la scuola per molto più tempo rispetto ai loro coetanei della maggior parte degli altri Paesi.

25

Gli asili pubblici e privati

Gli asili pubblici e privati accettano bambini di età inferiore ad un anno fino ai 5 anni. I loro programmi sono simili a quelli delle scuole materne che accolgono invece bambini di età compresa tra i 3 e i 5. Queste sono in gran parte private ed agiscono sotto la supervisione del Ministero dell'Educazione, che, tra le altre cose, stabilisce i contenuti dell'insegnamento, il tipo dei servizi da garantire, la natura e l'organizzazione delle attività ricreative.

35

Scuola elementare e scuola media inferiore

Con il compimento del sesto anno inizia l'istruzione obbligatoria che deve durare 9 anni: 6 da trascorrere nella scuola elementare e tre in quella media inferiore. Lo scopo in questo periodo è quello di garantire un'istruzione di tipo generico. Le materie previste nella elementare sono: lingua giapponese, studi sociali, aritmetica, scienze, disegno, cultura domestica, educazione fisica ed educazione morale. Agli alunni, comunque, viene richiesto di concentrarsi in particolare sullo studio dei caratteri cinesi (kanji): oltre ai due sillabari giapponesi devono imparare almeno 1.006 kanji entro la fine del sesto anno. Al termine dell'anno scolastico gli studenti vengono valutati dai loro insegnanti sia per il profitto che per la condotta.

Continua la lettura
45

Scuola media superiore

Dopo aver terminato il corso di istruzione obbligatoria, gli studenti giapponesi, possono proseguire nella scuola media superiore sottoponendosi, per la prima volta, alla stressante esperienza degli esami d'ammissione. Qui si può scegliere tra tre tipi di corsi: a tempo pieno, part time o per corrispondenza. Il primo dura tre anni, mentre gli altri dai 4 in su.

55

L'università

Dopo aver conseguito il diploma di scuola media superiore si è in possesso del requisito necessario per accedere all'università. L'ammissione è basata su una selezione meritocratica e dipende dall'esito degli esami d'accesso e dal curriculum. Per coloro che dopo aver conseguito la laurea intendano approfondire ulteriormente la loro preparazione hanno la possibilità di frequentare un master della durata di un biennio, o il corso di dottorato che invece comporta 5 anni di studio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come passare dal sistema numerico decimale al binario

La matematica è la materi più odiata dagli studenti. Questo perché per capirla è necessario impegnarsi parecchio ed avere al contempo delle basi solide fin dalle scuole elementari. Il sistema numerico decimale, ad esempio, è uno dei primi concetti...
Elementari e Medie

Come costruire un modellino del Sistema Solare

Il Sistema Solare è un interessantissimo argomento che si studia fin dalle scuole elementari. Per scoprire in cosa consiste l'universo, bisogna anzitutto saperne di più sulla Terra. E poi occorre studiare anche gli altri pianeti che ruotano attorno...
Elementari e Medie

Come creare un sistema solare

Il sistema solare non è altro che un'immensa distesa spaziale, costituita da otto pianeti e da una varietà infinita di corpi celesti di vario tipo. All'interno di questo sistema, tutti i pianeti girano intorno al Sole seguendo un percorso ellittico...
Elementari e Medie

Il sistema feudale nel medioevo

Il Medioevo è il periodo successivo alla Caduta dell'Impero Romano d'Occidente, avvenuta nel 476 d. C., e precedente l'Età Moderna, la quale viene solitamente fatta coincidere con la scoperta dell'America nel 1492. Il Medioevo fu un'epoca caratterizzata...
Elementari e Medie

Come convertire le frazioni nel sistema metrico

Le frazioni rappresentano una delle prime difficoltà che devono affrontare i giovani studenti. Tuttavia, se prese nel modo giusto, non saranno più un ostacolo difficile da superare. Anche se appaiono concetti inutili nella vita di tutti i giorni, questo...
Elementari e Medie

Metodo Montessori: 10 principi per educare i bambini

Per Metodo Montessori intendiamo qual particolare approccio educativo sviluppato nel 1897 da Maria Montessori. Il destinatario di tale sistema è il bambino che si trova in una fascia di età che va dalla nascita ai diciotto anni. La nostra lista sul...
Elementari e Medie

Come funziona la scuola in Canada

A causa della differenza del territorio canadese per cultura e stili di vita è stato necessario progettare un sistema educativo che conciliasse le diversità regioni dello stato. Vediamo nel dettaglio come funziona l'intero sistema scolastico del Canada...
Elementari e Medie

Le caratteristiche del metodo Montessori

Maria Montessori fu una scienziata, pedagogista ed educatrice. Sviluppò un metodo educativo che porta il suo nome. Il metodo Montessori è tuttora in uso in oltre 20000 scuole di tutto il mondo. Accompagna i bambini dalla loro nascita fino al compimento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.