Il Realismo in letteratura: i principali esponenti

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La nascita del realismo letterario è ancora oggi abbastanza discussa ma la maggior parte della critica tende ad associarla alla comparsa del romanzo moderno nel corso del settecento in Inghilterra e Francia, ovvero quei paesi che per primi conobbero i benefici economici e sociali della rivoluzione industriale.

Tuttavia è solo con la piena ascesa sociale della borghesia nel primo ottocento e il bisogno di una letteratura che ne rispecchiasse realisticamente il contesto sociale, i valori e le aspirazioni che si può parlare di una vera narrativa realista, incarnata nei vari paesi da autori come Flaubert (che ne sarà l'iniziatore), Balzac in Francia, Dickens in Inghilterra, Tolstoj in Russia e Verga in Italia.

Ma analizziamo meglio il Realismo in letteratura: i principali esponenti.

27

Il Realismo francese e Madame Bovary

Per quanto nella storia della letteratura ci siano numerosi esempi di scene o passaggi di grande realismo sarà nel '800 con Flaubert e la sua Madame Bovary che potrà pienamente dirsi iniziata la stagione del realismo letterario. Madame Bovary pubblicato nel 1856 è considerato il primo romanzo realista non tanto per aver preso spunto da vicende reali di cronaca, ma per il realismo descrittivo e la minuzia con cui Flaubert si impegnò a descrivere luoghi, personaggi e i loro turbamenti interiori, riuscendo ad offrire uno spaccato del tutto verosimile della borghesia francese del suo tempo.

37

Il realismo della commedia umana balzachiana

Assieme a Flaubert, Balzac fu l'altro grande scrittore dell'ottocento francese a contendersi il titolo di maestro del realismo letterario grazie alla sua "Commedia umana". Si tratta di un'opera immensa che, articolandosi in diversi romanzi, descrive spregiudicatamente, con un realismo tipico della cronaca giornalistica la scalata sociale spesso senza scrupoli della borghesia francese, dai tempi della restaurazione fino all'ascesa della nuova monarchia.

Per aumentare l'effetto di verosimiglianza e di osservazione realistica della realtà, Balzac faceva in modo che i vari personaggi tornassero anche in altri romanzi, per seguirne le interazioni e comprenderne le evoluzioni in tempi e luoghi diversi.

Continua la lettura
47

Il romanzo realista inglese

Nell’Inghilterra vittoriana Charles Dickens fu considerato come l'iniziatore del romanzo realista anche se le sue opere erano ancora lontane dal livello raggiunto dai suoi contemporanei francesi.
Cresciuto negli squallidi sobborghi londinesi a contatto con le classi sociali più indigenti, nei suoi romanzi egli descrive con taglio ironico ed empatico i problemi sociali e umani del tempo.

In tutti i suoi romanzi più importanti Dickens riflette sui difetti della società e sul mal funzionamento dell’amministrazione pubblica dell'età vittoriana: quella che ne emerge è una società dura e indifferente, in cui contano le sole leggi del profitto.
Il merito di Dickens fu di aver messo in luce con grande lucidità le sproporzioni sociali oltre che le contraddizioni del proprio secolo.

57

Tolstoj e l'evoluzione del realismo letterario

Tolstoj in Russia fu ritenuto non solo il più grande continuatore del realismo letterario ma anche il più attento osservatore della rivoluzione operaia. Il romanziere russo sviluppò le tradizioni del vecchio realismo sempre in modo originale e adatto alla sua epoca.

Al realismo degli autori francesi Tolstoj aggiunse una visione più soggettiva e meno impersonale del mondo: nei suoi romanzi principali come Anna Karenina e "Guerra e Pace" il linguaggio e le descrizioni della società sono messe a punto con grande partecipazione ed estremo realismo senza escludere lo scavo condotto sulla psicologia dei personaggi, ritratti magistralmente in tutte le loro sfumature.

67

La fusione di realismo e verismo in Italia

In Italia non mancarono letterati come Verga sensibili alle nuove correnti filosofiche e letterarie che giungevano d'oltremanica: sulla spinta di Capuana e del naturalismo zoliano, Verga sarà il primo dei nostri scrittori a scuotere la narrativa romantica di stampo manzoniano, con il suo eccessivo idealismo e la tecnica del narratore onnisciente. Con Verga anche il nostro romanzo ottocentesco realista - per cui è stato coniato il termine verista -, si avvale di uno stile impersonale interessato a osservare e descrivere con crudo realismo i dettagli anche più umili dell'esistenza, che fino ad allora non avevano trovato dignità letteraria.

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Letteratura italiana: il realismo dell' Ottocento

Nella letteratura italiana, l'Ottocento rappresenta un periodo di notevole interesse. La produzione letteraria conosce il realismo ed il verismo. Queste correnti nascono dalla degenerazione del primo Romanticismo. Dopo l'Unità, si diffondono idee positivistiche....
Superiori

I principali esponenti del Dolce Stil Novo

Il Dolce Stil Novo è una corrente letteraria di grande importanza e di forte impatto su molti altri generi successivi. Si sviluppa tra il 1280 ed il 1300 ed il centro culturale più attivo sarà proprio Firenze, anche se questa esperienza poetica, ufficialmente,...
Superiori

Art Nouveau: gli esponenti principali

Il mondo dell'arte ha subìto diversi stravolgimenti attraverso le epoche. Il periodo che va dalla seconda metà dell'Ottocento ai primi del Novecento, ad esempio, si caratterizza per il fiorire di importanti correnti artistiche. Una delle più influenti...
Superiori

Appunti di letteratura: Le principali correnti dell'800

Sono otto le correnti letterarie principali che si sono susseguite nel corso dell'800 in Europa, continente che era a tutti gli effetti il principale snodo culturale del mondo. Per integrare i vostri appunti di letteratura procederemo ad una carrellata...
Superiori

I principali esponenti dell'antifascismo

Il fascismo rappresenta una parte buia ma pur sempre importante della storia recente del nostro paese. Durato per circa un ventennio, con la data di presa al potere che solitamente viene fatta coincidere nel 1925 con la marcia su Roma organizzata dal...
Superiori

I principali esponenti dell'Illuminismo in Italia

L'Illuminismo è stata una corrente politica, filosofica e letteraria sviluppatasi in Europa intorno al XVIII secolo che aveva il compito di "illuminare" la mente degli uomini, servendosi della scienza e della razionalità come principi cardine. In Italia...
Superiori

I principali esponenti del surrealismo

Il surrealismo nacque a Parigi negli anni '20 del Novecento, e fu un movimento culturale che arrivò a toccare tutte le arti, dalla pittura, alla letteratura, al cinema. Il tema principale del surrealismo venne sviluppato dal poeta André Breton, che...
Superiori

Appunti sul realismo nella storia dell'arte

In storia dell'arte, il periodo del realismo rappresenta il momento in cui gli artisti si lasciano alle spalle i canoni romantici per abbracciare l'idea della bellezza del mondo esattamente per come lo si vede. Mentre nel periodo romantico si cercavano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.