Il pensiero di Sören Kierkegaard

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Studiare la filosofia aiuta moltissimo a sviluppare il nostro pensiero. Purtroppo non tutti gli adolescenti che lo studiano "per dovere" a scuola la pensano allo stesso modo, ma crescendo ci si accorge di quanto la filosofia venga in nostro soccorso nei momenti quotidiani di difficoltà. In questa guida parleremo di Sören Kierkegaard (5 Maggio 1813 - 11 novembre 1855): filosofo, teologo, poeta, critico sociale danese e autore religioso (considerato primo filosofo esistenzialista del mondo). Ha scritto testi critici sulla religione organizzata, la cristianità, la moralità, l'etica, la psicologia e la filosofia della religione, mostrando una predilezione sulla metafora, l'ironia e le parabole. Il lavoro teologico di Soren si concentra su diversi argomenti spirituali: l'etica cristiana, l'istituzione della Chiesa, le differenze tra le prove puramente oggettive del cristianesimo, la distinzione qualitativa tra l'uomo e Dio e il rapporto soggettivo dell'individuo con Gesù Cristo (il Dio-Uomo, che è venuto attraverso la fede).

25

L'arte dell'amore cristiano

Maggiore lavoro di Kierkegaard si fonda sull'arte dell'amore cristiano. Egli era molto critico sulla pratica del cristianesimo, per lui religione di Stato. Mentre la sua psicologia esplorava emozioni e sentimenti delle persone di fronte alle scelte di vita. Le primissime opere di Kierkegaard sono state escritte sotto vari pseudonomi per presentare diversi punti di vista in modo distintivo e per interagire tra loro in un dialogo piuttosto complesso.

35

Il dubbio e la parte razionale della dottrina cristiana

Kierkegaard pone l'accento su alcune questioni molto importanti: la fede, l'importanza del sè, e la relazione del sé con il mondo. Egli pensava che la fede comportava dubbi. Il dubbio quindi è la parte razionale del pensiero di una persona senza il quale la fede non avrebbe alcuna sostanza. Le persone che non si rendono conto che la dottrina cristiana è intrinsecamente dubbia e che non esiste alcuna certezza oggettiva, non hanno fede. Secondo il filosofo la soggettività è la verità e la verità è soggettività, sottolineando la distinzione tra ciò che è oggettivamente vero e il rapporto personale di un individuo (come indifferenza o impegno) alla verità.

Continua la lettura
45

"Discorsi" per capire il significato delle sue opere

Kierkegaard ha previsto un libro scritto di proprio pugno nel 1847, "Discorsi", nel quale spiega prontamente il significato delle sue opere e diretto al "singolo individuo". Egli ha enfaticamente negato, a scapito degli scienziati, che l'osservazione potrebbe rivelare Mentre gli scienziati possono conoscere il mondo attraverso l'osservazione, Kierkegaard enfaticamente ha negato che l'osservazione potrebbe rivelare il funzionamento interno del mondo spirituale.

55

Soggettività e nozione

Il salto della fede è una delle idee più influenti di Kierkegaard insieme alla soggettività ed alla nozione. Il salto della fede tratta la concezione di un umano credente in Dio e di come un individuo può agire in amore. La fede non si basa su prove anche perché esse non potrebbero mai essere sufficienti a giustificare il tipo di impegno svolto e coinvolto nella vera fede religiosa o nell'amore romantico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Filosofia: il pensiero di Heidegger

La guida che seguirà entrerà a trattare una materia davvero bellissima: la filosofia. Nello specifico, ci dedicheremo allo studio del pensiero di un filosofo cardine del pensiero protestante luterano: Martin Heidegger. Comincerei con una piccola biografia...
Superiori

Il pensiero dei filosofi tedeschi dell'Ottocento

In Germania, agli inizi dell'Ottocento prese vita l'idealismo tedesco. Questa corrente filosofica appena citata fonda le sue radici nel pensiero platonico e nel pensiero kantiano. Se siete interessati a queste tematiche, vi è fortemente consigliato continuare...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Aristotele

La filosofia è una materia piuttosto complessa ma allo stesso tempo interessante, che per essere compresa richiede un po' di tempo e molto studio. Durante i secoli molte sono le scuole che si sono susseguite e che hanno rappresentato una rivoluzione...
Superiori

Guida al pensiero di Leopardi

Tra i maggiori esponenti del Romanticismo italiano troviamo il celebre Giacomo Leopardi. Nato a Recanati nel 1768, per comprendere appieno il suo pensiero, nonché il suo modo di scrivere, dobbiamo partire dal principio. Innanzitutto, è di fondamentale...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Platone

La filosofia è quell'insieme di principi che cerca di interpretare e definire i modi del pensare e anche del'agire umano. Nel corso dei secoli si sono succeduti molteplici filosofi, ognuno dei quali ha dato la sua concezione ai diversi aspetti della...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Shopenhauer

Uno dei maggiori filosofi dell'800 è sicuramente Arthur Schopenhauer. Il suo pensiero è molto complesso, e trae la sua origine dall'illuminismo, con delle forti contaminazioni orientali. La sua filosofia è tendenzialmente pessimistica, quasi misantropa,...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Montesquieu

Montesquieu è stato un giurista e filoso illuminista francese. L'illuminismo può essere considerata una corrente di pensiero innovativa e rivoluzionaria del Settecento, un movimento culturale che ha influenzato le arti e il pensiero tecnico- scientifico....
Superiori

Filosofia: il pensiero di Kant

Immanuel Kant nacque a Könisberg nella Prussia orientale il 22 aprile del 1724. È stato uno dei più importanti filosofi di tutti i tempi, esponente della corrente di pensiero dell'Illuminismo. È stato inoltre anche precursore dei principi basilari...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.