Il Nome della Rosa: temi e considerazioni

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il Nome della Rosa è il romanzo più famoso dello scrittore italiano Umberto Eco. Pubblicato nel 1980, ha ottenuto un successo internazionale senza precedenti, tanto da essere tradotto in venti lingue diverse. L'opera appartiene al genere del giallo storico, anche se la critica la definisce più come un incrocio di diversi generi. Nel 1986 venne realizzato il film diretto dal regista Jean-Jacques Arnaud. Sean Connery ha il ruolo del protagonista, il monaco Guglielmo da Baskerville. Vediamo brevemente i temi principali e le considerazioni su Il Nome della Rosa.

24

La arrazione e i temi

L'opera inizia con un prologo in cui l'autore spiega che durante un viaggio all'estero aveva letto un manoscritto in cui il frate benedettino Adso di Melk raccontava i fatti di cui fu testimone in una imprecisata abbazia benedettina dell'Italia settentrionale. La narrazione è divisa in sette giornate, suddivise a loro volta in periodi definiti in base alle ore canoniche. Guglielmo il protagonista, scopre che la biblioteca del monastero è il centro misterioso della vita della comunità e nel frattempo si susseguono una serie di morti inspiegabili. Comprenderà poi che il nodo dell'enigma è in un libro scomparso che era conservato nella sezione dedicata ai libri sul tema del riso. Ma nel monastero ci sono anche Remigio e Salvatore, che appartenevano alla setta dei dolciniani. Questi ultimi verranno poi accusati di riti satanici e delle morti misteriose dal nuovo inquisitore Bernardo Guidoni.

34

Il protagonista del libro

Il protagonista del libro, Guglielmo da Baskerville, è un monaco francescano ed ex inquisitore che ricorda in modo evidente il filosofo inglese Guglielmo di Ockham, celebre per il metodo deduttivo. Secondi alcuni critici Guglielmo ricorda nel fisico e nell'arguzia il personaggio di Arthur Conan Doyle, Sherlock Holmes, affinità resa ancora più palese dal fatto che uno dei racconti di Holmes è proprio Il mastino dei Baskerville. Altro personaggio importante è il novizio Adso di Melk, che racconta in prima persona la storia. Se il suo maestro somiglia a Sherlock Holmes, Adso ricorda invece la sua spalla, il fido Dottor Watson.

Continua la lettura
44

Le considerazioni

Opera dal fascino inestimabile, oggi per la critica è difficile attribuire un preciso genere letterario a Il nome della rosa perché presenta una molteplicità di livelli di lettura. Si presenta come romanzo giallo o storico all'apparenza ma è un'opera costruita su una densa rete di citazioni riprese da varie opere letterarie, come se fosse un libro composto da altri libri. Poi si nota anche una sottile componente esoterica e il libro può essere inteso anche come profonda meditazione filosofica su verità e ricerca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come fare un tema su un libro

La lettura ci arricchisce molto culturalmente. Essa potrebbe essere uno svago, un divertimento. Per svolgere un tema è necessario seguire una scaletta, aggiungendo considerazioni personali per darle originalità. I principali punti di cui bisogna tener...
Superiori

Otto von Bismarck: appunti

La storia è una delle materie più importati da studiare, perché capendo quali sono stati gli errori commessi in passato potremo cercare di evitare di commetterli nuovamente. Tuttavia alcuni passaggi della storia richiedono ulteriori approfondimenti,...
Superiori

Guida al pensiero di Manzoni

Alessandro Manzoni è senza dubbio uno degli scrittori italiani più importanti di tutti i tempi. Nato a Milano nel 1785, appartiene a quello che è conosciuto come il movimento romantico. La vita di Manzoni risulta particolarmente tranquilla e per questo...
Superiori

Come fare l'analisi di un testo narrativo

Il testo narrativo generalmente racconta una storia, una serie di eventi che si svolgono nel tempo e che si riferiscono a uno o più personaggi. Il testo narrativo può essere una favola, una novella, un romanzo. Ogni testo narrativo, a qualunque genere...
Superiori

Appunti sulla Divina Commedia

La Comedìa (solo in seguito divenuta Divina Commedia) è la celebre opera di Dante Alighieri. Il poema, scritto presumibilmente tra il 1306 e il 1321, è stato scritto in volgare fiorentino, con influenze linguistiche provenienti dai più diversi contesti....
Superiori

Hegel e La Fenomenologia Dello Spirito in pillole

Hegel fa parte di quel gruppo di filosofi che hanno fatto la storia della filosofia. Uno dei più grandi filosofi del mondo. Ma andiamolo a conoscere più a fondo: la filosofia di Hegel si concentra in particolar modo sulla ricerca dell'assoluto. Nella...
Superiori

Storia: la Rivoluzione inglese

L'Inghilterra viene riconosciuto, ad oggi, come il paese europeo dalla più antica tradizione democratica. Non tutti sanno però come è nato il suo peculiare ordinamento, ovvero la monarchia costituzionale da cui è governata ancora oggi. Le origini...
Superiori

I dolori del giovane Werther di Goethe in pillole

I dolori del giovane Werther è uno dei simboli dello Sturm und Drang, una corrente nata e sviluppatasi in Germania tra il 1785 ed il 1785. Scritto da Goethe nel 1774, è un romanzo epistolare, in cui il protagonista mette in risalto i suoi tormenti....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.