Il Neoclassicismo di Ugo Foscolo

Tramite: O2O 07/04/2018
Difficoltà: media
15
Introduzione

Ugo Foscolo nasce a Zante, un'isola greca sotto il dominio di Venezia, e percorre un periodo importante per la storia della letteratura italiana, quello che è a cavallo fra '700 e '800. L'Europa è scossa da tensioni e l'Italia frammentata e sotto i dominio di potenze straniere. In questo clima i poeta e scrittore cresce dal punto di vista letterario e dell'impegno politico. Nell'opera del poeta si incontrano e stemperano le tendenze neoclassiciste e del romanticismo nordico, e fanno da complemento alla sua vita nomade e solitaria, rendendolo uno dei poeti cardine della storia d'Italia. Vediamo alcuni aspetti del Neoclassicismo di Ugo Foscolo.

25

Il neoclassicismo in Foscolo

Foscolo è un poeta in bilico fra neoclassicismo e preromanticismo. Figlio del suo tempo risente fortemente delle influenze dei contemporanei come Goete e Schelling, ma al tempo stesso la sua educazione classica è fortemente presente in tutta la produzione. La poesia dei classici è vista come composta elegante e sublime, mentre le tendenze nordiche che influenzano il romanticismo non riescono a competere. Il poeta vede se stesso come custode e vate. La mitologia greca e romana risultano nettamente superiori rispetto a quelle nordiche e gli antichi monumenti assumono una loro sacralità, anche come risposta di protesta alla politica napoleonica sui sepolcri, visti dal poeta come unico vincolo con la memoria della nazione.

35

Armonia del neoclassicismo

Nella composizione foscoliana gli stilemi classici sono fortemente presenti, ma ad essere dominante è il tema della compostezza delle opere classiche. L'opera in cui maggiormente si sente l'impronta dell'antico nel Foscolo è "Le Grazie", che sebbene incompleta contiene in se temi fondamentali quali: pudicizia, giustizia ed ospitalità. L'importanza dell'opera sta proprio nel fatto che il richiamo ad un mondo antico in cui i valori sono incarnati nel reale in pieno contrasto con un presente materialista in cui gli aspetti fondanti della civiltà sono passati in secondo piano.

Continua la lettura
45

Funzione civilizzatrice

Per Foscolo la poesia classica svolge una funzione civilizzatrice e di elevazione, un riferimento per evitare di ripetere gli errori e per tendere alla creazione di un mondo migliore. Il sonetto famosissimo "A Zacinto" riprende i emi della classicità, sia per l'ambientazione dell'isola greca in cui il poeta è nato, sia per la ripresa di temi che riportano all'Odissea e alla figura di Ulisse. L'esilio del poeta e dell'eroe vengono accostati per similitudine, ma viene messo in chiaro come a Foscolo
non sarà più concesso di tornare alla sua isola natia se non tramite la sua poesia.

55
Consigli
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

A Zacinto di Ugo Foscolo: commento e analisi

Uno dei sonetti più importanti e celebri dell'età dell'Ottocento è sicuramente "A Zacinto". Scritto da Ugo Foscolo, ha da subito riscontrato un notevole successo divenendo ai giorni nostri, una vera opera di notevole valore e rilevanza della classica...
Superiori

"Le Odi" di Foscolo in breve

Molte volte soprattutto durante il periodo scolastico, ci troviamo a dover studiare i grandi poeti del passato e le loro opere. Spesso può risultare difficile capire il significato delle loro poesie per cui potremo cercare aiuto online, dove troveremo...
Superiori

I principali esponenti del Neoclassicismo

Il neoclassicismo è una corrente artistica e letteraria sviluppatasi tra il XVIII e il XIX secolo ed ispirata all'arte antica, specialmente quella greco-romana. Questa tendenza, nata come risposta al tardo barocco e al Rococò, ha influenzato moltissime...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Neoclassicismo

Il Neoclassicismo è un movimento letterario, artistico e culturale che si sviluppò in Europa tra la seconda metà del Settecento e il primo decennio dell'Ottocento. La nascita di questa corrente è da collegarsi alle importanti scoperte in ambito archeologico,...
Superiori

Antonio Canova: vita e opere in breve

Antonio Canova, grande scultore dell'arte Neoclassica, fu il promotore della bellezza ideale femminile. Il nuovo Fidia, trasse ispirazione dalle opere del grande artista, scultore ed architetto ateniese. La sua vita, ricca di enormi successi, si contraddistinse...
Superiori

Letteratura: l'eroe romantico

Durante la seconda metà del diciottesimo secolo, avviene in campo letterario e pittorico una vera e propria rivoluzione e cioè avviene un evolversi e una trasformazione dei valori precedenti ad una visione della vita incentrata sull'individuo. La rivoluzione...
Superiori

Breve guida sull'arte neoclassica

Il neoclassicismo nasce intorno alla metà del diciottesimo secolo in un periodo in cui ad essere dominante era lo stile decorativo del rococò. A differenza degli eccessi barocchi di quest'ultimo, le opere neoclassiche si caratterizzano linearità e...
Superiori

Differenze tra Illuminismo e Romanticismo

Ben prima di essere due mondi culturali, artistici e letterari con molte differenze, il Romanticismo e l'Illuminismo rappresentano due visioni della mondo completamente contrapposte e focalizzate, rispettivamente, in ambiti opposti dell'essere umano.L'illuminismo...