Il grande Impero napoleonico in breve

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La storia è piena di condottieri valorosi che con le loro imprese hanno scritto la storia. Da Alessandro Magno, a Giulio Cesare, per citarne alcuni, senza dimenticare l'intramontabile Napoleone Bonaparte, che grazie alla sua arguzia e strategia militare riuscì tra il '700 e l'800 a rendere la Francia una nazione potente. In questa guida ripercorreremo in breve la storia dell'impero Napoleonico, parlando dei fatti più importanti che ne hanno decretato l'ascesa e il decadimento. Dal 1803 fino alla caduta di Napoleone nel 1814 si combatté una accesa guerra tra Francia e Inghilterra conclusasi con il riconoscimento di Napoleone come imperatore d’Occidente. La Francia impose anche ai suoi nuovi alleati il blocco continentale contro l’Inghilterra. Ecco in breve la storia del grande impero napoleonico.

24

L'ascesa di Napoleone

Ai territori già annessi in precedenza alla Francia (Belgio, Nizza, Savoia, Piemonte, Liguria) si aggiunsero la Dalmazia, la Croazia e nel 1807 la Toscana. Al Regno d’Italia, (Napoleone si era posto sul capo la corona dei re Longobardi a Milano il 26 maggio 1805), si erano aggiunti il Regno di Westfalia, affidato a Girolamo Bonaparte e il Regno d’Olanda, retto da Luigi Bonaparte, mentre sul trono di Napoli, spodestati i Borboni, veniva posto Giuseppe Bonaparte (1806). Anche le sorelle di Napoleone ebbero dei titoli prestigiosi e molto importanti.

34

La conquista dell'Europa

Le Marche e lo Stato pontificio vennero annessi al Regno d’Italia mentre il Vicerè di Milano divenne il figlio della moglie di Napoleone. Anche la Spagna dovette cedere allo strapotere di Napoleone e cadde sotto il suo scettro. Nel 1808 aveva piazzato a capo di tutte le nazioni europee tutti i suoi parenti e quindi era ormai imperatore del continente più potente del mondo.

Continua la lettura
44

La gloria e la sconfitta

Sino al 1811 l’impero napoleonico continuò ad espandersi, arrivando a coprire con i suoi alleati, l’intero continente europeo. Dovunque Napoleone estese i nuovi ordinamenti francesi, infliggendo un duro colpo al feudalesimo nei Paesi Bassi, in Italia e gran parte della Germania; ma iniziarono le resistenze e le ostilità dei popoli sottomessi. Il suo proposito di creare una nuova dinastia europea era destinato a fallire per le sue contraddizioni interne, che da un lato, intendeva imporre una nuova dinastia familiare, e dall’altro diffondere gli ideali della Rivoluzione francese. Ma come tutte le cose del mondo anche l'egemonia napoleonica era destinata a finire e fu proprio per mano inglese che il grande condottiero fu sconfitto a Waterloo e finì esiliato a Sant'Elena dopo ben 20 anni di successi e splendore. Nonostante tutto il suo nome è ancora oggi sinonimo di grandezza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Storia: il secondo impero francese

Con il termine Secondo Impero francese nella storia si indica il regime monarchico instaurato da Napoleone III in Francia tra il 1852 al 1870, tra la Seconda e la Terza Repubblica. L'Impero fu instaurato ufficiosamente il 2 dicembre del 1851 ed ufficialmente...
Superiori

La fine dell'Impero Romano d'Occidente

L'anno in cui si fa risalire la fine dell' Impero Romano d'Occidente è il 476 d. C. In quell'anno, infatti, Odoacre, che era il generale a capo delle milizie germaniche dell'Impero, depose l'ultimo imperatore romano d'Occidente, Romolo Augusto. Per comodità...
Superiori

Differenze impero romano d'Oriente e d'Occidente

Le principali differenze fra l'Impero Romano D'Oriente e d'Occidente sono da considerarsi la religione, la ricchezza, l'area geografica la distribuzione delle popolazioni sul territorio.Teodosio nominò suoi eredi con pari dignità i due figli: l'Impero...
Superiori

Storia: il declino dell'Impero Bizantino

La storia dell'impero romano è una delle vicende più affascinanti. Si suddivide in impero romano d'occidente ed impero romano d'oriente, e, dipendentemente dal secolo cui si fa riferimento, è possibile inscrivere alcuni traguardi e delle scoperte importanti,...
Superiori

Storia: l'Impero Ottomano

L' Impero Ottomano fu un impero turco attivo nell'età medioevale e che rimase tale per circa 623 anni. Fu uno degli imperi più vasti e duraturi della Storia, che più volte tentò di lanciarsi alla conquista dell'Europa occidentale, senza riuscirci....
Superiori

Storia: l'Impero bizantino

Il nome di Impero bizantino nasce dalla sua capitale Bisanzio (Costantinopoli) ed è il nome che viene attribuito all'Impero romano d'oriente, dopo la caduta dell'Impero d'occidente nel 476 d. C.. La sua storia non viene spesso degnamente analizzata ed...
Superiori

Guida sull'Impero di Nerone

Personaggio molto complesso, la figura di Nerone attrae ancora oggi. Fu Anzio a dargli i natali nel 37 d. C. La madre era Giulia Agrippina Augusta (Agrippina minore). Ella fece si che l'imperatore Claudio lo nominasse come suo successore legittimo all'Impero....
Superiori

Storia: l'impero di Alessandro Magno

Tutti i libri di storia narrano le gesta epiche di un personaggio che ancora oggigiorno è considerato e ricordato come uno dei più guerrieri valorosi e conquistatori di tutti i tempi. Stiamo parlando di Alessandro Magno. Egli nacque a Pella, che era...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.