Il Decameron di Boccaccio in breve

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il Decameron (dal greco dieci giornate) è una delle opere più influenti e famose del '300 italiano. L'autore del testo è Giovanni Boccaccio (1313-1375), una delle "tre corone" della letteratura italiana, insieme a Dante e Petrarca. L'opera è una raccolta di cento novelle raccontate da dieci giovani che si rifugiano in una villa di campagna per mettersi in salvo dalla peste del 1348. Il Decameron raggiunse tra i contemporanei un successo clamoroso ispirando, tra le altre opere, anche i "Canterbury Tales" di Chaucer, ed il suo autore viene considerato come il fondatore della prosa in volgare. Vediamo, dunque, quali sono, in breve, gli argomenti principali e la struttura del testo del Decameron di Boccaccio.

25

Occorrente

  • Prima giornata: Regina Pampinea, tema libero
  • Seconda giornata: Regina Filomena, avventure a lieto fine
  • Terza giornata: Regina Neifile, chi riesce ad ottenere l'oggetto del desiderio
  • Quarta giornata: Re Filostrato, amori infelici
  • Quinta giornata: Regina Fiammetta, amanti felici dopo una disavventura
  • Sesta giornata: Regina Elissa, risposte pronte che tolgono dai guai
  • Settima giornata: Re Dioneo, beffe delle donne ai loro mariti
  • Ottava giornata: Regina Lauretta, qualunque tipo di beffa
  • Nona giornata: Regina Emilia, tema libero
  • Decima giornata: Re Panfilo, avventure d'amore cortesi e magnanime
35

Il contesto storico e la cornice narrativa

Nel 1348 Firenze venne devastata dalla peste nera. Per uno scherzo del destino proprio in quegli anni Boccaccio si trovava nel capoluogo toscano, dopo aver peregrinato per tutta Italia. La peste lo privò del padre, della matrigna e di molti amici. Proprio da queste vicende autobiografiche, il poeta trasse spunto per la cornice della sua opera principale che iniziò a scrivere in quegli anni e terminò nel 1351. I dieci giovani narratori delle novelle contenute nel Decameron, come Boccaccio, hanno vissuto l'orrore del morbo e hanno deciso di rifugiarsi nelle campagne fiorentine. L'opera, dunque, attraverso questa cornice narrativa, si configura come una serie di racconti all'interno di un racconto che le racchiude.

45

Struttura narrativa e temi narrati

I giovani protagonisti narranti (Pampinea, Filomena, Elissa, Neifile, Emilia, Lauretta, Fiammetta, Panfilo, Filostrato e Dioneo) non sono abituati alla noia della campagna, pertanto decidono di impiegare il tempo libero con canti e balli. Dal momento che ciò non era sufficiente, decidono inoltre di raccontarsi delle storie. Ogni giorno, escluse due giornate di riposo, viene eletto un re che ha il compito di scegliere il tema che dovrà essere trattato. Gli argomenti da trattare sono molti e, nonostante il Decameron si configuri come una ricostruzione della vita quotidiana e cerchi di trattare ogni aspetto dell'esistenza umana, quasi ogni novella finisce per incentrarsi sul rapporto tra fortuna e natura, i veri meccanismi che muovono il mondo. Se la fortuna costituisce l'inaspettato e si lega ad ogni evento imprevedibile, nella natura si ritrova l'istintività ed il sentimento. L'amore è, infatti, uno dei grandi protagonisti delle novelle, ad esso è dedicata la IV giornata, quella degli amori infelici, i quali spesso conducono alla follia.

Continua la lettura
55

La fortuna e le critiche

Un elemento fondamentale dell'opera è la lingua. Come abbiamo detto, il Decameron può essere considerato il capostipite della tradizione volgare, tuttavia Boccaccio si muove abilmente tra il linguaggio aulico e quello del volgo, creando un mosaico di lingue incredibile. Infatti, ad ogni tema corrisponde un livello della narrazione; a temi elevati ed impegnativi corrisponde una novella narrata con ricercatezza, mentre ad eventi più frivoli si lega un linguaggio più schietto. Proprio dal momento che l'insieme dei temi trattati è molto vasto, vi rientrerà anche il genere ironico e quello erotico che faranno storcere il naso al papa Paolo IV che inserirà il Decameron nella lista dei libri da censurare. A parte questa spiacevole vicenda, il Decameron gode tutt'ora di una popolarità incredibile; alle vicende narrate nelle campagne fiorentine persino Pier Paolo Pasolini decise di dedicare un film, intitolato proprio "Decameron".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Letteratura del XIV secolo

“Umanesimo” è un termine che deriva dal latino “studia humanitatis”. Fin dalla denominazione si vuole indicare un genere di studio, un'educazione di tipo letterario e filosofico volta ad una formazione completa dell'uomo. Nel corso del XIV secolo...
Superiori

Boccaccio: il Decamerone

La guida che svilupperemo nei passi che seguiranno, andrà a occuparsi di una delle opere più importanti della letteratura italiana: il Decamerone di Giovanni Boccaccio. Il Decamerone, conosciuto anche come Decameron, è una raccolta di 100 novelle scritta...
Superiori

Confronto fra Dante, Petrarca e Boccaccio

L'Italia, oltre ad avere una grandissima e gloriosa storia, sin dall'epoca dell'impero romano, è conosciuta anche per i suoi famosissimi autori di letteratura. Infatti, abbiamo avuto a Firenze, il famosissimo Dante Alighieri, per la sua opera maestosa...
Superiori

Antologia: la novella e il racconto

La novella e il racconto costituiscono due generi letterari di origine molto antica, nonostante che le caratteristiche con le quali si conoscono attualmente si affermarono soltanto durante l'Ottocento. Nel presente articolo sull'antologia, cercherò di...
Università e Master

Appunti: storia della lingua italiana

I secoli dell'Alto Medioevo sono caratterizzati dalla nascita delle lingue neolatine. La lingua italiana fa parte del gruppo delle lingue romanze e della famiglia delle lingue indo-europee. È la discendente diretta del latino parlato dai Romani ed è...
Università e Master

Guido Cavalcanti: vita ed opere

Le opere di Guido Cavalcanti, si definiscono, in modo articolato, all'interno della nuova poesia del Dolce Stil Novo, che ha, come perno principale del movimento, il bolognese, Guido Guinizelli. Non abbiamo notizie precise sulla sua nascita, si presume...
Superiori

Storia ed evoluzione della lingua italiana

La lingua italiana, come tutti già sapranno, deriva dal latino, che a sua volta fa parte del ceppo indoeuropeo e appartenente a popoli che approdarono nella nostra penisola circa duemila anni prima di Cristo. Dopo essere riuscito a soppiantare dialetti...
Superiori

Come studiare la letteratura

Lo studio della Letteratura è uno degli argomenti più discussi dagli alunni di tutto il mondo. Esistono molte tecniche e approcci allo studio di questa materia ma ognuno di essi può adattarsi o meno al nostro stile e capacità di assimilazione dei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.