Il Criticismo di Kant

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Quando si parla di filosofia non si può non parlare del celebre filosofo tedesco Immanuel Kant. Kant diede vita a quella che era una corrente tutta sua, lontana dai canoni perseguiti nei decenni passati, il Criticismo. Il Criticismo di Kant fu un qualcosa che influenzò particolarmente i filosofi dei decenni a venire e che diede luogo anche a diverse dispute filosofiche tra i suoi seguaci. Fu infine un punto di partenza per nuove ricerche. In questa guida ci occuperemo del criticismo di Kant. Vediamo insieme quali erano gli aspetti che lo caratterizzavano.

28

Occorrente

  • Libro di filosofia
38

Tra Razionalismo ed Empirismo

Prima di parlare e capire il significato della filosofia del Criticismo di Kant è necessario che sappiate che ai suoi tempi esistevano due contrapposte correnti di pensiero: Razionalismo ed Empirismo.
Solo ora possiamo parlare del Criticismo di Kant, visto che fu l'unico a riuscire a conciliare la corrente del Razionalismo con quella dell'Empirismo, sostenendo che tutte le conoscenze avevano origine dalle esperienze sensoriali (Empirismo), ma che nell'intelletto si trovavano i presupposti per comprendere la realtà (Razionalismo).

48

Le basi del criticismo

Il Criticismo si fonda sulle forme a priori della sensibilità, che possiamo definire come intuizioni indipendenti da ogni pregressa esperienza.
Tutto ciò che noi siamo in grado di percepire sono i fenomeni presenti nello spazio e nel tempo. In questo secondo passo vi ricordo di leggere e capire molto bene ogni singolo passo per poi poter proseguire nei passi successivi senza alcun problema.

Continua la lettura
58

Le categorie

Per il filosofo tedesco esistono forme a priori dell'intelletto, che chiama categorie, che servono a unificare l'universalità della conoscenza, Sono dodici, suddivise in quattro gruppi:

- QUANTITA': unità, pluralità, totalità. (Parliamo sempre di una cosa, più cose o una totalità di cose).

- QUALITA': realtà, negazione, limitazione. (Si intende che qualcosa è reale, che non lo è, oppure che quella che noi percepiamo come realtà non è come noi la vediamo).

- RELAZIONE: inerenza, causalità, reciprocità. (Si può pensare che una determinata proprietà appartenga a una certa cosa, oppure che è causa di un altro fatto, o che due cose agiscono e reagiscono).

- MODALITA': possibilità, esistenza, necessità. (Significa che una cosa è possibile o impossibile, esiste o non esiste, oppure è accidentale).

68

La metafisica

Il Criticismo però non si limita qui, ma spazia anche nella metafisica, in cui rientrano i concetti di anima, mondo e Dio.
In questo caso il filosofo sostiene che la conoscenza di queste entità sia impossibile per l'uomo, perché si tratta di idee della sua ragione a cui non corrisponde però alcuna esperienza.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Filosofia: la "Critica della Ragion Pura" di Kant

Immanuel Kant, tedesco di nascita, fu uno dei più importanti scrittori nella storia della filosofia. L'opera per la quale egli è più noto è indubbiamente la "Critica alla Ragion Pura" che fu una rivoluzione copernicana nel campo gnoseologico: secondo...
Superiori

Kant: la dialettica trascendentale

Kant è senza dubbio uno dei più importanti filosofi tedeschi, nonchè un esponente dell'illuminismo tedesco; inoltre è noto per essere il fondatore della filosofia idealistica. Nella terza parte della sua maggior opera, la Critica della ragion pura,...
Superiori

La "Critica della Ragion Pratica" di Kant

Immanuel Kant è stato un filosofo tedesco durante l'epoca illuminista del tardo 18° secolo. Nacque il 22 aprile 1724 a Königsberg, ovvero quella che oggi è la città di Kaliningrad, in Russia. Ha pubblicato documenti scientifici dal 1755 al 1804,...
Superiori

La filosofia di Kant in pillole

Immanuel Kant, uno dei maggiori filosofi di tutti i tempi, nacque a Konigsberg nel 1724 da famiglia povera. È stato uno dei maggiori esponenti della corrente illuministica tedesca e precursore della filosofia idealistica. Il perno della dottrina kantiana...
Superiori

La filosofia di Arthur Schopenhauer

La filosofia dell'800 si sviluppa in opposizione all'idealismo sistemistico di Hegel. I filosofi di questo periodo rifiutano, rompono, capovolgono il sistema del filosofo tedesco, recuperando tematiche che la "Ragione" o la "Razionalità" hegeliana avevano...
Superiori

Il pensiero dei filosofi tedeschi dell'Ottocento

In Germania, agli inizi dell'Ottocento prese vita l'idealismo tedesco. Questa corrente filosofica appena citata fonda le sue radici nel pensiero platonico e nel pensiero kantiano. Se siete interessati a queste tematiche, vi è fortemente consigliato continuare...
Superiori

L'estetica trascendentale di Kant

Ci sarà sicuramente capitato, durante il nostro percorso scolastico di dover studiare alcuni particolari ed importantissimi filosofi, ma molto spesso il loro pensiero risulta molto complesso e per riuscire a comprendere il senso alla perfezione potrebbe...
Superiori

La "Critica del Giudizio" di Kant

Salve a tutti in questa guida vi parlerò della critica del giudizio di Immanuel Kant poeta e filososo illuminista tedesco del tardo 700. Una delle sue composizioni letterarie più importanti come "La Critica della Ragion Pura" e quella della Ragion Pratica...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.