Il cannocchiale astronomico e galileano

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il cannocchiale è uno strumento ottico che serve ad osservare oggetti posti a grande distanza ed è costituito da due sistemi di lenti: obiettivo e oculare. L'obiettivo è sempre un sistema convergente, l'oculare invece può essere convergente o divergente. È molto importante conoscere come la distanza focale di un sistema di lenti. L'obiettivo ha la distanza focale molto superiore rispetto a quella dell'oculare e i due sistemi sono posti a tale distanza che il sistema risulti telescopico, ovvero il sistema complessivo deve risultare a focale infinita. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, tutto quello che c'è da sapere sul cannocchiale astronomico e galileano.

24

Le differenze

L'obiettivo produce sul suo fuoco un'immagine reale di un oggetto molto lontano (raggi incidenti paralleli) mentre l'oculare, produce successivamente un'immagine fortemente ingrandita e virtuale. La differenza tra il cannocchiale astronomico e quello galileano sostanzialmente è che quest'ultimo produce un'immagine diritta di una cosa mentre l'altro un'immagine capovolta. Il cannocchiale astronomico quindi può essere utilizzato come cannocchiale terrestre.

34

Gli svantaggi

Per avere un forte ingrandimento dell'immagine occorre che la focale dell'oculare sia molto piccola rispetto a quella dell'obiettivo. Il rapporto fra i diametri dei fasci luminosi entranti ed uscenti è uguale al rapporto tra le focali. Lo svantaggio del cannocchiale galileiano rispetto a quello astronomico è la forte diminuzione del campo visivo dell'uno rispetto all'altro.

Continua la lettura
44

Gli usi

Per la motivazione elencata precedentemente il cannocchiale galileano non è molto usato ma si preferisce usare un sistema telescopico di tipo astronomico e raddrizzare l'immagine con un altro sistema analogo in esso inserito, il cui ingrandimento sia costituito da due lenti convergenti uguali. Nei binocoli terrestri il problema è risolto invece con due prismi a riflessione totale incrociati. Il loro utilizzo permette anche di limitare la lunghezza del binocolo perché i raggi luminosi a causa delle due riflessioni percorrono un cammino triplo della distanza tra i due prismi. In ultimo bisogna ricordare che il cannocchiale astronomico che è stato ideato da Galileo ha costituito una delle scoperte più interessanti di sempre, in modo particolare per gli studiosi che lo hanno potuto utilizzare per effettuare numerose e fondamentali scoperte.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Rinascimento: innovazioni e scoperte scientifiche

Firenze fu, tra il quattordicesimo e il sedicesimo secolo, il centro culturale d'Europa: nella città toscana si sviluppò un sorprendente movimento culturale denominato Rinascimento volto a rivoluzionari tutti i campi della scienza e delle arti. In questo...
Superiori

Galileo Galilei e la scienza moderna

Galileo Galilei era un fisico e astronomo italiano, nato a Pisa il 15 febbraio 1564. Il padre nel 1581, lo mandò all'Università di Pisa per studiare medicina. Qui scoprì la sua grande passione per la matematica e la scienza in generale. Galileo riuscì...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Galileo Galilei

Galileo Galilei nacque a Pisa nel 1564 da genitori della ricca borghesia. Ricevette una prima educazione del pensiero umanistico-letterario, seguita da saltuari studi di medicina. Egli è uno dei protagonisti indiscussi della Rivoluzione Scientifica,...
Superiori

Galileo Galilei: vita e opere

Il nome Galileo Galilei è generalmente associato alla fisica e all'astronomia. La sua è una delle menti più geniali di tutti i tempi e un vanto per l'Italia. Alcuni capisaldi della moderna scienza e della ricerca si basano sulle sue teorie e sui suoi...
Superiori

Galileo e il metodo sperimentale

Da sempre l'uomo ha avuto la naturale attitudine di cercare una spiegazione ai fenomeni naturali a cui quotidianamente assisteva e in generale alla vita intorno a lui, per cercare di capirli e renderli meno estranei. Nell'antichità, quando le conoscenze...
Università e Master

Come costruire un microscopio

L'uomo non si è mai accontentato di quello che vedevano i suoi occhi: così ha creato strumenti per migliorare la vista difettosa (gli occhiali), per scrutare il cielo e le stelle (il cannocchiale) o per osservare cose troppo piccole per essere viste...
Superiori

come misurare le distanze col teodolite

Se avete voglia di imparare a misurare le distanze al di sopra di un terreno, utilizzando il teodolite ed alcune semplici formule di trigonometria, questo è senza dubbio il posto che fa per voi. Il teodolite è un apparecchio non elettronico costituito...
Superiori

Le Leggi di Keplero e il moto dei pianeti

La Geografia Astronomica è una delle materie scolastiche più belle e interessanti di tutto il percorso: scoprire l'origine dell'Universo, la formazione della Terra ed il motivo della propria rotazione su se stessa sono degli argomenti che si studiano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.