I protagonisti della Rivoluzione Francese

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La Rivoluzione Francese, avvenuta a cavallo tra il 1789 e il 1799, rappresenta uno dei periodi più violenti e di forte turbamento della storia europea all'alba dell'età moderna. Ha decretato, insieme alla Rivoluzione Americana avvenuta pochi anni la prima, la fine dell'assolutismo e la nascita del concetto di Stato Liberale: capisaldi che hanno traghettato il sistema politico delle principali nazioni del mondo fino al XX secolo. In Francia, in particolare, la conseguenza più immediata della Rivoluzione è stata la proclamazione della Repubblica e l'eliminazione dell'Ancien Régime, nonché l'emanazione di uno dei trattati più importanti della storia dell'uomo: la Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino. Ma vediamo meglio quali sono stati i protagonisti della Rivoluzione Francese che hanno permesso all'Europa di fare un passo decisivo verso l'età contemporanea.

27

Luigi XVI

Partiamo dal principio, ovvero dal rappresentante della Monarchia francese. La politica finanziaria portata avanti dai suoi ministri (Turgot e Necker) fu la miccia che portò all'esplosione della rivoluzione. I tentativi intrapresi per risanare l'economia del Paese, infatti, portarono solo ad un ulteriore aggravamento di un sistema finanziario già da tempo in procinto di collassare. Cercò dapprima di collaborare con il fronte rivoluzionario ma il suo tentativo di fuga, avvenuto nel 1791, compromise ancor di più la sua posizione: venne catturato e ghigliottinato.

37

Jacques Necker

Ministro delle Finanze di Re Luigi XVI. Si espresse sin da subito in favore del popolo: le sue manovre finanziarie infatti miravano al ripristino della situazione economica per mezzo di interventi mirati ad attaccare le ingenti ricchezze delle classi sociali più abbienti. Per tale motivo si attirò le ostilità del ceto alto e fu allontanato. Nel 1788 venne tuttavia richiamato per ricoprire la posizione di Direttore Generale delle Finanze. Anche in questo caso l'incarico non durò a lungo. Dopo la notizia della sua destituzione, il popolo si infiammò e iniziarono una serie di moti di insurrezione che culminarono nella presa della Bastiglia (14 luglio 1789). Si ritirò definitivamente nel 1790.

Continua la lettura
47

Georges Jacques Danton

Uno dei protagonisti della Rivoluzione Francese. Nominato Ministro della Giustizia dopo il suo sostegno al moto del 10 agosto 1792 (presa del Palazzo delle Tuileries, simbolo del dispotismo monarchico francese), divenne successivamente membro del Comitato di Salute Pubblica, l'organo di governo della neonata Repubblica Francese. Venne tuttavia espulso perché sospettato di fare il doppio gioco (altro motivo dell'allontanamento, la profonda antipatia con un altro facoltoso membro del comitato, Robespierre). Danton non abbandonò la politica ma si mise a capo di un folto gruppo di moderati che proclamava a gran voce la fine della Rivoluzione. Fu arrestato qualche anno più tardi (1794) e accusato di cospirazione. A nulla valse l'eloquente e accorato discorso pronunciato in sua difesa davanti ai giudici: fu condannato e ghigliottinato.

57

Maximilien de Robespierre

Probabilmente il personaggio più noto, e controverso, della Rivoluzione Francese. Una volta entrato all'interno del Comitato di Salute Pubblica, soffocò e represse le altre fazioni al suo interno. Varò una serie di misure altamente repressive rivolte agli avversari politici di qualunque schieramento politico, dando il via, di fatto, al cosiddetto Regime del Terrore. Le misure eccessive emanate in questo periodo, e la sua condotta sempre più simile a quella di un dittatore, compromisero la sua figura soprattutto agli occhi del popolo, che lo abbandonò definitivamente nell'estate del 1794. Dapprima arrestato dalla milizia, venne liberato da un gruppo di sostenitori. Catturato nuovamente, fu giustiziato il giorno successivo. La sua morte sancì la fine del Terrore.

67

Jean-Paul Marat

Politico e sostenitore della Rivoluzione. Supportò e fiancheggiò i moti con la sua attività da giornalista. I suoi ferventi articoli, pubblicato nella rivista Ami du peuple, a favore della rivoluzione contribuirono alle sommosse popolari e all'ondata di violenze che ne seguirono. Ciò lo portò all'arresto che, tuttavia, si concluse con un nulla di fatto: Marat venne prosciolto e accolto trionfante dalla folla. Venne assassinato nella sua abitazione nel 1793.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Le conseguenze della rivoluzione francese

La rivoluzione francese fu una successione di eventi politici e sociali che ebbero come effetto la caduta della monarchia, il crollo dell'Ancien Régime e l'istituzione della repubblica in Francia. La principale conseguenza a livello sociale è stata...
Superiori

Appunti di storia: la rivoluzione di Luglio

Dallo scoppio della rivoluzione francese nel 1789 l'Europa si era profondamente trasformata. La Restaurazione quindi non poteva essere un ritorno integrale al passato, in quanto in molti paesi c'erano stati dei mutamenti irreversibili. In Francia, ad...
Superiori

I protagonisti della Prima Guerra Mondiale

La prima guerra mondiale, originata dall'omicidio avvenuto a Sarajevo il 28 giugno 1914 dell'erede al trono d'Austria Francesco Ferdinando, fu il primo conflitto in cui quasi tutti i paesi del mondo si trovarono a confrontarsi ed affrontarsi divisi in...
Superiori

Storia: la Rivoluzione inglese

L'Inghilterra viene riconosciuto, ad oggi, come il paese europeo dalla più antica tradizione democratica. Non tutti sanno però come è nato il suo peculiare ordinamento, ovvero la monarchia costituzionale da cui è governata ancora oggi. Le origini...
Superiori

Breve storia della rivoluzione russa

La storia è una delle materie maggiormente importanti da studiare in quanto ci permette di avere una conoscenza del passato, facendo in modo di capire come siamo arrivati fino ai giorni nostri, però anche per conoscere quali sono stati gli errori fatti...
Superiori

Storia: la Seconda Rivoluzione Industriale in pillole

In questa breve guida intendo proporvi delle pillole riguardo alle invenzioni e alle scoperte, che ha portato con sé la Seconda Rivoluzione Industriale. A differenza di quanto avvenne con la Prima Rivoluzione Industriale, la quale comportò benefici...
Superiori

La Rivoluzione russa: le Tesi di aprile

Per ripercorrere la storia della rivoluzione russa non si può non menzionare tutta una serie di immagini e monumenti che raffigurano l'arrivo di Lenin alla stazione di Pietrogrado: secondo la leggenda, ad attenderlo alla stazione c'erano i suoi compagni...
Superiori

La Rivoluzione Russa: la nascita dell' URSS

La Rivoluzione Russa fu un evento a livello sociale e politico che caratterizzò la Russia dal 1917 sino al 1922, anno della nascita URSS. Essa portò a cambiamenti radicali nello stato russo e fece sminuire la figura dello zar. Fu anche una prova di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.