I protagonisti della Prima Guerra Mondiale

Tramite: O2O 16/06/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

La prima guerra mondiale, originata dall'omicidio avvenuto a Sarajevo il 28 giugno 1914 dell'erede al trono d'Austria Francesco Ferdinando, fu il primo conflitto in cui quasi tutti i paesi del mondo si trovarono a confrontarsi ed affrontarsi divisi in due schieramenti opposti, in una serie di battaglie sanguinose, nel corso delle quali vennero inaugurati nuovi tipi di armi e combattimenti (tipico quello nelle trincee) e che si concluse con il tramonto definitivo di un mondo che aveva trovato affermazione fino a quell'istante, ma che non sopravvisse allo sconvolgimento che lo travolse e che portò, ad esempio, alla sua fine l'Impero austro-ungarico e quello russo. Gli eventi fondamentali della guerra si svolsero sostanzialmente fra il 1914 ed il 1918, vediamo ora insieme, seppur brevemente, quali furono i protagonisti della Prima Guerra Mondiale.

27

Francesco Giuseppe

Imperatore d'Austria, era salito al trono nel 1848, dopo l'abdicazione dello zio Ferdinando I, dichiarò guerra alla Jugoslavia dopo l'uccisione del nipote Francesco Ferdinando, designato suo successore, a Sarajevo e diede così il via alla prima guerra mondiale. Non ne vide però la conclusione, poiché morì nel 1916, quando il conflitto era ancora nel pieno del suo svolgimento. Fu l'ultimo dei grandi imperatori, il suo impero tramontò infatti con lui: gli successe il pronipote Carlo, che nel 1918, dopo la sconfitta dell'Austria, decise di abdicare.

37

Guglielmo II

Imperatore di Germania, animato da ideali nazionalisti ed espansionistici dichiarò subito guerra a Francia e Inghilterra nell'agosto del 1914, ma nel 1918, dopo la sconfitta e le seguenti rivolte che scoppiarono in Germania e che portarono alla nascita della repubblica di Weimar, fu costretto ad abdicare e si rifugiò in Olanda.

Continua la lettura
47

Nicola II

Ultimo zar di Russia, era salito al trono nel 1894, continuando la politica assolutistica del padre Alessandro III. Allo scoppio della prima guerra mondiale aveva fatto entrare in guerra la Russia contro la Germania e l'Austria, ma lo scoppio della rivoluzione del 1917 lo costrinse ad abdicare. Il paese si ritirò dal conflitto, dilaniato dai disordini interni, e lo zar e tutta la sua famiglia furono imprigionati e successivamente fucilati.

57

Il generale Diaz

Armando Diaz, venne incaricato di riorganizzare l'esercito italiano dopo la disfatta di Caporetto ed a tal fine sostituì il generale Cadorna. Per rinforzare le truppe italiane, indebolite e decimate dopo le sconfitte riportate contro gli Austriaci, si procedette all'arruolamento dei ragazzi della classe '99 con cui venne organizzata la celebre linea di resistenza sul Piave, che riuscì finalmente a ricacciare indietro l'esercito austriaco.

67

Il generale Joffre

Capo dell'esercito francese, immediatamente schierato contro i Tedeschi fin dalle prime ore del conflitto. Portò avanti l'idea di guerra di sfondamento e di attacco, ma fu una tattica che si rivelò poco efficace ed addirittura controproducente. L'esercito francese, infatti, conobbe massacri terribili sulla Marna (1914) e nella celebre battaglia di Verdun (1916), dopo la quale il generale Joffre venne destituito e sostituito con Nivelle.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Conseguenze della prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale scoppiò nel 1914 e vide coinvolti l'Impero Tedesco, l'Impero Austro-ungarico e l'Impero Ottomano contro Impero Russo, il Regno di Serbia, l'Impero britannico, l'Impero Giapponese, il Regno d'Italia, gli Stati Uniti e altri stati...
Superiori

Appunti di Storia: la fine della prima guerra mondiale

In questa guida illustreremo gli Appunti di Storia inerenti la fine della prima guerra mondiale. La prima guerra mondiale finì nel 1918. I cambiamenti territoriali e politici impressi da questo primo conflitto segnarono in maniera determinante le nazioni...
Superiori

la seconda guerra mondiale in pillole

In questa breve guida vi illustrerò brevemente la Seconda Guerra Mondiale, dividendo i fatti di primaria importanza in pillole, affrontando le diverse tematiche del conflitto e in particolare le politiche espansionistiche.Partiamo dal presupposto che...
Superiori

Le cause della Prima Guerra Mondiale

La pace e la spensieratezza della bella époque purtroppo si basavano su un equilibrio politico instabile. Numerosi motivi di rivalità creavano divergenze tra le grandi potenze europee. I popoli dei grandi imperi etnici, erano in tumulto, perché desideravano...
Superiori

La prima guerra mondiale in pillole

Difficile ridurla a poche righe, ma vediamo come raccontare la Prima Guerra Mondiale in pillole. La Grande Guerra infiammò l'Europa e non solo tra il 1914 e il 1918. Le premesse del sanguinoso conflitto vanno viste nella corsa agli armamenti che, tra...
Superiori

Storia: le origini della guerra fredda

Nel periodo seguente alla fine del secondo conflitto mondiale, per quasi 50 anni, la situazione politica generale venne fortemente compressa dallo scontro tra i paesi a regime comunista, guidati dall'Unione Sovietica e l'Occidente, capeggiato invece dagli...
Superiori

Le cause della Guerra Fredda

Con il termine Guerra Fredda si indica un forte stato di tensione, e non una guerra armata come molti erroneamente pensano. Questo stato di tensione si venne a creare tra Stati Uniti e l’ormai ex URSS nel periodo immediatamente successivo alla II Guerra...
Superiori

Le premesse della Grande Guerra

La prima guerra mondiale iniziò nell'agosto del 1914 dopo una serie di eventi scatenati dall'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando d'Austria. La guerra inizialmente venne organizzata tramite due alleanze: la triplice alleanza (Gran Bretagna,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.