I pro e i contro dello smartphone a scuola

Tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

L'uso degli smartphone è diventato ormai diffusissimo nella nostra società, soprattutto da parte dei giovani ragazzi. Infatti, i cellulari vengono sempre più utilizzati per ogni tipo di attività, anche quelle della vita quotidiana. Spesso viene impiegato anche a scuola, durante le ore di lezione. Molti insegnanti, soprattutto quelli più tradizionalisti, non vedono di buon occhio questa situazione, mentre altri ritengono che lo smartphone possa essere utile per rendere le lezioni più interessanti e innovative. In realtà, come in tutte le cose, ci sono dei vantaggi e degli svantaggi da considerare, per avere il quadro completo della situazione. Vediamo allora i pro e i contro dello smartphone a scuola.

210

Didattica

I cellulari possono essere degli ottimi strumenti da utilizzare per scopi didattici. Per esempio, un argomento affrontato su un libro di testo potrebbe benissimo essere approfondito in classe tramite siti internet indicati dall'insegnante. Oppure, può essere anche un sostituto del libro stesso, in quanto gli studenti potrebbero direttamente consultare file e siti online, rendendo l'accesso al materiale di studio più semplice e immediato. O ancora, lo smartphone può essere usato per creare una flipped classroom, cioè una lezione capovolta: gli studenti guardano a casa delle spiegazioni filmate e poi ne discutono insieme ai compagni e al docente in classe.

310

Applicazioni

Gli smartphone mettono a disposizione delle applicazioni molto utili per gli studenti. Ci sono per esempio app che possono facilitare alcuni compiti, tra cui "Dizionario di italiano completo", cioè un'app che permette di avere sempre sotto mano il vocabolario di italiano, oppure "Numbers", che fornisce dei fogli di calcolo. O anche SketchBook Pro, per disegnare in digitale. Esistono anche app di supporto allo studio da utilizzare a lezione, utili per esempio per consultare velocemente una tavola periodica, per fare delle traduzioni, per guardare una cartina geografica e tanto altro ancora. Infine, ci sono anche app che servono per prendere appunti e registrare la lezione, come "Notes Plus".

Continua la lettura
410

Divertimento

L'uso dello smartphone può rendere le lezioni molto più dinamiche e divertenti; ciò favorirà l'interesse degli studenti e una partecipazione più attiva alle lezioni. Gli insegnanti potrebbero infatti servirsi di modalità più vicine ai giovani, come per esempio testi multimediali, video, musica e immagini online. Per esempio, nell'apprendimento dell'inglese, si potrebbe ascoltare una canzone in inglese scelta dalla classe, leggerne il testo e farne una traduzione, per poi impararla e cantarla insieme agli altri. Non solo: si può anche chiedere agli studenti di realizzare video o progetti multimediali, anche in gruppo, per sviluppare la loro creatività e per motivare all'apprendimento.

510

Responsabilità

Gli smartphone a scuola possono aumentare anche la responsabilità e lo spirito di iniziativa di ogni studente. Questo è possibile solo grazie alla guida dell'insegnante, fondamentale per sviluppare gradualmente un approccio consapevole e critico all'uso dei cellulari, cioè sviluppare il cosiddetto critical thinking. Infatti, le notizie che circolano sul web non sono sempre vere, quindi gli studenti devono imparare a riconoscere quali sono le fonti affidabili da cui attingere informazioni. Altri criteri del critical thinking sono la capacità di distinguere fatti e opinioni, di consultare fonti accreditate e di esaminare le asserzioni.

610

Navigatore

Gli smartphone hanno una funzione che può rivelarsi utile in molte occasioni: il navigatore. Esso può essere utilizzato durante le gite scolastiche per organizzare itinerari di viaggio personalizzati o per modificarli in caso di imprevisti. Può anche tracciare i percorsi e mostrare la via più veloce per raggiungere una meta, in base al mezzo utilizzato. Inoltre, fornisce la mappa della città o del luogo che si sta visitando, con i maggiori punti di interesse evidenziati. In più, questa funzione può garantire una maggiore sicurezza agli alunni, in caso qualcuno dovesse allontanarsi dal gruppo e perdersi.

710

Discriminazione

Dopo aver analizzato i pro, diamo un'occhiata anche ai contro dello smartphone a scuola.
Uno di questi è la discriminazione fra gli studenti che ne potrebbe derivare. Infatti, come ben sappiamo, ci sono tantissimi modelli di smartphone sul mercato, ognuno con costi e funzioni diverse. Per essere accettati dal gruppo dei pari e avere successo, molti ragazzi tendono ad acquistare cellulari all'ultima moda per poi sfoggiarli alla prima occasione. Però, non tutte le famiglie possono permetterselo, e questo crea delle disparità tra gli studenti, con conseguente emarginazione e malessere per tutti gli studenti più poveri.

810

Distrazione

Se il cellulare non viene impiegato in modo giusto e consapevole, è molto facile che si trasformi in una continua fonte di distrazione per gli studenti. Spesso gli smartphone vengono utilizzati durante le lezioni per inviare messaggi, chattare, navigare su internet o sui social network e quant'altro, e, di conseguenza, lo studente non presta la minima attenzione a quel che il docente sta spiegando. Quando non vengono autorizzati dall'insegnante, i cellulari dovrebbero rimanere spenti o bisognerebbe disattivarne le notifiche, ma quasi nessuno segue questa regola.

910

Pigrizia

Un altro contro che è opportuno analizzare è la mancanza di autonomia e la pigrizia che questi cellulari possono indurre nei giovani. Se infatti lo studente si abitua ad utilizzare continuamente il cellulare per svolgere qualunque compito, anche il più semplice, finirà per non essere più in grado di fare le cose da solo. Per esempio, molti si servono del cellulare per trovare idee e suggerimenti per scrivere un tema su un determinato argomento, senza nemmeno sforzarsi di riflettere autonomamente sull'argomento in questione. Oltre a ciò, se i ragazzi si abituano a scrivere solo su dispositivi digitali, perderanno anche la capacità di scrivere manualmente.

1010

Isolamento

Infine, l'uso dello smartphone potrebbe portare molti adolescenti ad estraniarsi dal mondo e a chiudersi in se stessi. A scuola, in particolare, alcuni studenti potrebbero trascorrere gli intervalli o i momenti di pausa tra una lezione e l'altra completamente assorti sul telefonino, divertendosi con attività solitarie e perdendo la voglia di socializzare con i compagni. Questo porterà i ragazzi all'isolamento progressivo e all'indifferenza verso il mondo reale, oltre che al peggioramento delle loro abilità cognitive, sociali, comportamentali e linguistiche.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

10 cose da fare l'ultimo giorno di scuola

Che suoni la campanella dell'ultimo giorno di scuola dell'anno o della nostra vita, è obbligatorio per i ragazzi, dopo tanti sacrifici, festeggiare il meritato riposo.  Ma come celebrare la fine delle interrogazioni, dei compiti in classe, dello studio...
Superiori

10 consigli per aiutare i figli a scegliere la scuola superiore

Quello della scelta della scuola superiore è un momento particolarmente delicato sia per i ragazzi, che si trovano di fronte ad un bivio che offre diverse possibilità di scelta, che per i genitori che non hanno sempre ben chiaro quale ruolo assumere...
Superiori

5 consigli per affrontare la scuola al meglio

Per tanti bambini e tanti ragazzi, la scuola rappresenta una vera e propria tortura! L'affrontano con scarso entusiasmo, come una forzatura. Molti bambini e ragazzi appaiono demotivati e disinteressati allo studio, alle attività curricolari e a tutte...
Superiori

10 regole per tornare a scuola con il sorriso

Con la fine dell'estate e delle divertenti vacanze al mare, per un giovane studente è sempre molto difficile rinunciare al relax, ai giochi ed alle compagnie estive per tornare tra i banchi di scuola. Riprendere la solita routine di studio ed impegno...
Superiori

10 cose da sapere sull'Alternanza Scuola-Lavoro

L'alternanza scuola lavoro è sicuramente il punto più importante introdotto con la legge 107 del 2015 (meglio conosciuta come "La Buona Scuola"). Essa porta gli studenti degli ultimi 3 anni di ogni scuola superiore a contatto col mondo del lavoro, inserendoli...
Superiori

Come cambiare scuola

Generalmente quando si conclude il ciclo della scuola secondaria di primo grado e necessariamente si deve cambiare scuola, ci si trova di fronte a una vasta rosa di possibilità. Ci sono i licei di vario tipo come il liceo classico, il liceo scientifico,...
Superiori

5 consigli per non fare tardi a scuola

Alzarsi presto per andare a scuola. Essere puntuali. Che incubo! Quanti di voi non vorrebbero iniziare la scuola a mezzogiorno? E quanti invece hanno dovuto inventarsi mille scuse per giustificare i continui ritardi? Ecco allora che questa lista vi viene...
Superiori

Le migliori scuse per non andare a scuola

Tutti, almeno una volta nella nostra carriera scolastica, abbiamo tentato di marinare la scuola. Per certi ragazzi, l'obbligo della frequenza a lungo andare può essere monotono e causa di una piccola ribellione interna. Ma non solo, il fatto stesso di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.