I principali fiumi africani

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La Terra è ricca di meraviglie sorprendenti, basti pensare alle montagne, alle zone costiere e alle vallate sterminate che ogni continente nasconde e conserva nel corso di tantissimi secoli fino ai giorni nostri. Tra le principali fonti di vita i fiumi costituiscono l'esempio eclatante di come un corso d'acqua può dare vita a interi popoli. L'Africa è conosciuta per i suoi territori selvaggi e la sua fauna, difficile trovare un luogo che possa replicare questo insieme di risorse. Tra i più importanti elementi naturali non potevano mancare i fiumi. In questa occasione vedremo i principali fiumi africani, quali sono e le caratteristiche di ognuno con qualche cenno storico. Si tratta di percorsi d'acqua che hanno avuto un ruolo fondamentale per le popolazioni autoctone e che tuttora costituiscono la principale fonte di sostentamento idrico per uomini e animali. Anche Roma ha avuto origine dal proprio fiume, così in Africa il territorio è tracciato e alimentato da questi tre grandi e fondamentali corsi d'acqua.

25

Occorrente

  • Cartina fisica dell'Africa
35

Il Nilo

Il Nilo è lungo 6671 km ed è il secondo fiume più lungo del mondo, dopo il Rio delle Amazzoni e viene alimentato principalmente da due affluenti: il Nilo Azzurro e il Nilo Bianco. Il Nilo Bianco che sorge dal Lago Vittoria (Uganda), è più corto ma fornisce un maggior apporto di acqua e limo, mentre il Nilo azzurro nasce invece nel Lago Tana (Etiopia). Il Nilo inoltre attraversa il deserto del Sahara e poi l'Egitto, dove vi è un canale navigabile per scopi commerciali e turistici, che rappresentano un vero e proprio tuffo nel passato all'epoca dei Faraoni.

45

Il Congo

Il Congo è lungo ben 4.700 km, ed è il secondo fiume più lungo dell'Africa e il primo per l'ampiezza del bacino idrografico. Sorge sulle pendici del monte Munofi (monti del Mitumba) nella regione del Katanga (Congo) e sfocia a estuario nell'oceano Atlantico. Il Congo scorre quasi interamente nel territorio della Repubblica Democratica del Congo, ed in alcuni tratti è interrotto da cascate e cateratte che impediscono la navigazione. A differenza di altri fiumi africani non ha un andamento spezzato da dislivelli morfologici, ma come molti di essi, ha un corso lentissimo e diminuisce di portata quando raggiunge le zone particolarmente pianeggianti.

Continua la lettura
55

Lo Zambesi

Lo Zambesi sorge invece nello Zambia e sfocia nell'Oceano Indiano, ha un corso molto frastagliato e presenta le più grandi cascate della terra, e precisamente le Vittoria che si possono visitare in elicottero per ammirarne la sua ampiezza. Lo Zambesi è un fiume difficile da navigare, e al suo interno vi risiedono numerosi ippopotami e coccodrilli, ma in compenso viene molto sfruttato per la produzione di energia idroelettrica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

I principali fiumi della Lombardia

La Lombardia è una tra le più belle regioni d'Italia, con la sua ricca vegetazione e la presenza di numerose risorse idriche che danno vita a paesaggi veramente suggestivi.Meta battuta e ideale per tutti gli amanti della montagna e della quiete, è...
Elementari e Medie

Fiumi e laghi più importanti d'Europa

Laghi e fiumi sono definiti "acque dolci", in quanto a differenza del mare hanno una scarsa presenza di sale al loro interno. Essi però hanno caratteristiche piuttosto differenti. Infatti, i fiumi sono dei corsi d'acqua perenni che, alimentati dalle...
Elementari e Medie

Fiumi e laghi più importanti d'Africa

Dei cinque continenti, l'Africa è sicuramente quello che ha conservato di più la natura selvaggia che lo caratterizza; per questo motivo, attira milioni di turisti tutto l'anno. Questi visitatori possono ammirare le tantissime bellezze naturali che...
Elementari e Medie

I fiumi più lunghi in Italia

Per la sua conformazione geografica, l'Italia è un paese caratterizzato da molti fiumi anche se distribuiti a macchia di leopardo nelle varie regioni. I più lunghi si trovano nelle zone settentrionali e centrali poiché il clima è piuttosto piovoso,...
Elementari e Medie

Fiumi e laghi più importanti dell'America del Sud

Il territorio di tutto il continente americano, rappresenta gran parte della superficie terrestre. Come tutti sanno, in tutto il territorio americano, a partire dal nord dove troviamo l'Alaska, e per finire nel sud, dove troviamo l'Argentina, possiamo...
Elementari e Medie

Fiumi e laghi più importanti dell'America del Nord

Il territorio dell’America del Nord è delimitato dal Mar Glaciale Artico a nord, dall’Oceano Atlantico ad est, dal Mar dei Caraibi e dall’America del Sud a sud-est e dall’Oceano Pacifico a sud-ovest. Esso comprende gli Stati Uniti ed il Canada,...
Elementari e Medie

Fiumi e laghi più importanti d'Asia

Il continente Asiatico è situato interamente nell'emisfero boreale. Esso è delimitato a nord dal Mar Glaciale Artico, a est dallo stretto di Bering e dall'Oceano Pacifico, a sud dall'Oceano Indiano e a sud ovest da Mar Rosso e dal Mar Mediterraneo....
Elementari e Medie

Le principali pianure italiane

Le pianure italiane si differenziano molto tra di loro, in relazione alla loro origine. Le pianure strutturali sono così chiamate poiché sono nate dal sollevamento di alcuni fondali marini, mentre invece le pianure alluvionali derivano dall'avanzamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.