I principali eventi della Rivoluzione Francese

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La Rivoluzione Francese è, senza ombra di dubbio, uno degli eventi principali della storia moderna e di certo fu il punto di svolta che portò dopo l'Assolutismo settecentesco alla nascita di una coscienza nazionale su cui trovarono fondamento gli Stati che, nel corso poi dell'Ottocento, andarono affermandosi, compresa l'Italia. Non fu il primo evento rivoluzionario dell'età moderna, naturalmente, fu preceduta, infatti, dalla Rivoluzione Inglese e dalla Rivoluzione Americana, che portò alla nascita degli Stati Uniti d'America, ma di sicuro fu la più sanguinosa, quella più meditata e che portò alle conseguenze più ampie di ogni altro evento rivoluzionario dell'epoca. Generalmente le cause possono essere ricercate nel malumore che serpeggiava già da anni nel popolo, vessato da continui aumenti di tasse a fronte di una situazione di esasperato benessere in cui vivevano nobiltà e clero, e dalla rivendicazione di maggiore potere da parte della classe borghese. Nel 1789, quando la situazione precipitò, sul trono di Francia sedevano Luigi XVI e Maria Antonietta, regina di origine austriaca, non amata dal popolo. Vediamo, dunque, insieme i principali eventi della Rivoluzione Francese.

27

14 luglio 1789

Nel maggio del 1789, con la convocazione degli Stati Generali, la situazione esplode. Il terzo Stato rivendica a gran voce un numero di deputati uguali alla somma degli altri due (Clero e nobiltà) ed il voto individuale, al posto dell'antico voto per ordine, ma la proposta non passa. A Parigi, nel frattempo, scoppia l'ennesima rivolta per l'aumento del prezzo del pane; in questa situazione il Terzo Stato, con l'appoggio di una parte della nobiltà e del clero, si distacca dagli Stati Generali e forma l'Assemblea Legislativa, che il Re riconoscerà il 27 giugno. L'Assemblea cerca di formare un nuovo ordinamento politico, ma il Re raduna le truppe a Versailles con il chiaro intento di tentare un colpo di Stato. Il popolo, però, si ribella ed il 14 luglio a Parigi una folla armata di ogni tipo di armi (dalle forche ai bastoni alle baionette) assalta quella che è l'emblema del potere regale e dei soprusi: la Bastiglia, storica prigione di Stato. È l'inizio ufficiale della Rivoluzione Francese.

37

Proclamazione dei Diritti dell'Uomo e del Cittadino

Il 26 agosto viene emanata la Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e del Cittadino, una sorta di dichiarazione dei diritti racchiusi nella celebre espressione che divenne il simbolo della Rivoluzione Francese: libertè, ègalitè et fraternitè. Con questa dichiarazione, che sancisce l'abolizione di tutti i privilegi e le ingiustizie che fino a quel momento avevano dominato la Francia, il popolo francese dimostrò al mondo che non esisteva nulla di utopico nella loro rivolta, ma soltanto valori ai quali ogni Stato moderno avrebbe dovuto ispirarsi.

Continua la lettura
47

Il governo dei Moderati

Mentre la rivoluzione si estende al resto del Paese, salgono al potere i Moderati con cui s'instaura una Monarchia liberal-liberista che trova la sua massima espressione nella Costituzione del 1791. I provvedimenti dettati dai Moderati sono accettati da Luigi XVI, che, tuttavia, spia l'Europa e soprattutto l'Austria cercando una via di fuga a quella situazione. Ed infatti il 20 giugno 1791 l'intera Famiglia Reale, che fino a quell'istante aveva continuato a godere di una serie di privilegi, tenta la fuga, ma viene bloccata a Varennes, riconosciuta e ricondotta a Parigi da una folla inferocita. Della situazione approfitta l'Opposizione di matrice repubblicana, che tenta di far cadere il governo moderato.

57

10 agosto 1792

Dopo l'eccidio di campo di Marte, nel corso del quale la Guardia Nazionale uccise una cinquantina di persone, la situazione politica crolla. Il 10 agosto 1792 cade finalmente il partito moderato. La Famiglia Reale viene accusata di tradimento e di cospirazione con l'Austria e viene imprigionata. Il potere passa ai Girondini, rappresentanti della borghesia, ma i Giacobini, rappresentanti dei ceti più bassi, scatenano una terribile opposizione andando a formare la c. D. Montagna.

67

La decapitazione dei Sovrani e il governo giacobino

Viene formulata una nuova Costituzione, d'ispirazione decisamente repubblicana. Luigi XVI e sua moglie Maria Antonietta sono riconosciuti colpevoli di tradimento e condannati a morte, saranno decapitati rispettivamente il 21 gennaio 1793 e il 16 ottobre 1793. Nel frattempo l'Europa intera si schiera contro la Francia, terrorizzata che la Rivoluzione possa varcare i confini francesi e dilagare negli altri Paesi. Il governo girondino inizia a vacillare, ne approfitta Maximilien Robespierre, rappresentante dei Giacobini, che con il colpo di Stato del 2 giugno 1793 sale al potere con Saint-Just e Carnot. I giacobini danno al Paese una nuova costituzione repubblicana, d'ispirazione più democratica, mentre le opposizioni vengono progressivamente soffocate nel sangue. Robespierre acquista in breve tempo un potere quasi illimitato, accresciuto dal Terrore che inizia a dilagare nel Paese soprattutto a seguito delle leggi dei sospetti (17 settembre 1793 e 10 giugno 1794) in virtù delle quali ogni sospetto cospiratore poteva essere condannato alla ghigliottina.

77

Ritorno al potere dei Moderati

Il 28 luglio 1794 (9 termidoro) un nuovo colpo di Stato riporta al potere i Moderati, Robespierre e i suoi più stretti collaboratori vengono condannati a morte. Dilaga il Terrore Bianco, una vera e propria caccia al giacobino, e viene promulgata una nuova costituzione con cui vengono abolite le concessioni introdotte da Robespierre, fra cui il suffragio universale. L'esecutivo, davanti a un nuovo tentativo di colpo di stato neo-giacobino sventato, viene affidato al Direttorio, politicamente instabile, che decide di appoggiarsi all'esercito, al quale passa il potere dopo il colpo di stato del 4 settembre 1797 (18 fruttidoro), al quale si era giunti dopo la vittoria dei realisti alle elezioni. Comincia da qui il cammino di Napoleone Bonaparte, all'epoca ventisettenne generale, che quell'anno inizia a distinguersi nella campagna d'Italia e che in breve tempo conquisterà il potere assoluto della Francia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Le cause della Rivoluzione Americana

La rivoluzione americana è quel famoso conflitto noto anche come guerra di indipendenza che permise appunto l'indipendenza alle 13 colonie americane che all'epoca si trovavano sotto il dominio del Regno di Gran Bretagna. Il conflitto ebbe una durata...
Elementari e Medie

I migliori libri per imparare il francese da piccoli

Il francese è una lingua molto importante, in quanto parlata in tantissime parti del mondo. Imparare il francese non è affatto semplice, nonostante sia una lingua neolatina. Coloro che apprendono più velocemente sono di sicuro i bambini, che riescono...
Elementari e Medie

Come Usare Correttamente I Partitivi In Francese

Gli articoli partitivi francesi corrispondono alle nostre preposizioni articolate: del, della, dello, delle, dei, degli. I partitivi francesi sono in numero minore, infatti abbiamo soltanto: de la, de l', du e des per il plurale, sia maschile che femminile....
Elementari e Medie

Le principali regioni della Francia

Sin dalla conquista romana da parte di Giulio Cesare, i territori ora appartenenti alla Repubblica Francese hanno avuto un ruolo di primaria importanza all'interno degli equilibri del vecchio continente, ed è facile intuirne il motivo: da secoli la Francia...
Elementari e Medie

Come rendere le frasi negative in francese senza l'uso del "PAS"

Generalmente nella lingua francese le frasi si rendono nella forma negativa utilizzando la particella "ne", da porre davanti al verbo, e "pas" dopo la forma verbale. Tuttavia, in alcune circostanze l'uso del "pas" risulta sbagliato. Quando si crea una...
Elementari e Medie

Come Formare Il Femminile Di Aggettivi E Sostantivi In Francese

Formare il genere femminile di sostantivi ed aggettivi nella lingua francese è un'operazione semplice per chi conosce una lingua derivata dal latino, come ad esempio l'italiano, e per alcuni aspetti la procedura è simile; bisogna tenere però sempre...
Elementari e Medie

Come tradurre correttamente gli aggettivi dimostrativi in francese

La grammatica francese come quella italiana è molto vasta, presenta infatti notevoli termini che devono essere analizzati singolarmente, grazie alle diverse analisi, come quella grammaticale, quella logica e quella del periodo. Le particelle che compongono...
Elementari e Medie

I verbi irregolari in francese

il francese come l'italiano presenta una grammatica abbastanza vasta e articolata, che serve a racchiudere la sintassi nel linguaggio sia scritto che orale. Nella grammatica francese sono presenti i nomi, i pronomi, le congiunzioni, i verbi e gli avverbi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.