I principali animali frugivori

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In zoologia con il termine "frugivoro", termine che deriva dal latino e letteralmente significa "divoratore di frutta", vengono catalogati appunto tutti gli animali che si nutrono principalmente di frutta o di semi. Genericamente, sono catalogati in questo genere tutti gli organismi animali ma è attribuito in particolar modo ad alcuni rettili, uccelli e mammiferi. Scopriamo nel dettaglio quali sono i principali animali frugivori.

26

Uccelli frigivori

Tra gli animali frugivori più conosciuti ci sono sicuramente gli uccelli. Questi si nutrono con piccoli insetti necessari all'assorbimento delle proteine indispensabili per la crescita fino a quando sono ancora troppo piccoli per uscire dal nido e successivamente la loro dieta diventa quasi esclusivamente a base di frutta. La forma del becco di molte razze di uccelli ha infatti una forma adatta a forare la buccia della frutta per permettere all'animale di nutrirsi della polpa.

36

Alcuni esempi di uccelli frugivori

Alcuni esempi di uccelli frugivori che si nutrono soprattutto di frutta sono: i fringuelli, le capinere, i tucani e i pappagalli. Tutte queste specie sono caratterizzate da un tubo digerente corto e tubolare senza stomaco ben differenziato, motivo per cui il cibo che ingeriscono lo attraversa molto velocemente, permettendogli di digerire solo la polpa della frutta.

Continua la lettura
46

Mammiferi frugivori: le scimmie

Oltre agli uccelli, tra gli animali frugivori vi sono anche alcuni mammiferi come ad esempio le scimmie, in particolare gli oranghi. Questi animali, anche se ci può sembrare strano, hanno una dieta composta al 65% da frutta e il restante da foglie, miele, corteccia e alcuni insetti.

56

Altri esempi di mammiferi frugivori

Un altro mammifero frugivoro è sicuramente il pipistrello che si aggira di notte in foreste e campagne alla ricerca di alberi con frutti succosi o fiori pieni di nettare. I pipistrelli sono considerati molto importanti per la vegetazione perché aiutano l'impollinazione, la semina e la fertilizzazione. Mammiferi frugivori sono anche i porcellini d'india, gli scoiattoli, i furetti e i criceti, questi ultimi particolarmente ghiotti di semi di girasole.

66

Rettili frugivori

Un po' più raro invece distinguere i frugivori tra i rettili perché quasi tutti sono carnivori, ci basta pensare alla maggior parte dei serpenti che si nutrono di piccoli topi, uccelli, ecc... Vi sono in particolare alcune razze di lucertole e gechi, come il Rhacodactylus auriculatus (in inglese chiamato Gargoyle Gecko) la cui alimentazione è sia a base di frutta che a base di insetti, e tutti i rettili da terrario: iguana, corucia, uromastice, ecc...

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Geografia: i deserti degli Stati Uniti d'America

Data la grande vastità del territorio statunitense possiamo trovare al suo interno delle aree desertiche o semi-desertiche. Principalmente queste aree sono collocate nella zona sud-occidentale. In questa guida, sostanzialmente, ci concentreremo proprio...
Superiori

Scienze: l'adattamento degli animali

Il comportamento animale comprende una serie di reazioni che vanno da quelle geneticamente programmate (comportamento innato) a quelle acquisite con l'esperienza (portamento appreso), queste reazioni vengono analizzate in zoologia (scienze degli animali)....
Università e Master

Appunti di zoologia

La zoologia è una scienza affascinante e coinvolgente. Questa disciplina studia gli animali e la loro evoluzione. La comprensione della nascita della vita ed il suo evolversi è il metodo più adeguato per la scoperta delle sue origini. La guida di oggi...
Superiori

La fotosintesi clorofilliana

La fotosintesi clorofilliana è uno dei pilastri su cui poggia la possibilità di vita sulla terra: senza di essa i vegetali non potrebbero esistere né, di conseguenza, gli animali per i quali i vegetali costituiscono infatti un alimento insostituibile....
Elementari e Medie

I principali animali del deserto

I deserti sono luoghi inospitali, gli animali che li abitano devono perennemente lottare contro le forti escursioni termiche e la scarsità d'acqua e di cibo. È per questo che nel tempo alcuni animali si sono evoluti sviluppando caratteristiche che permettono...
Università e Master

Appunti di fisiologia animale

Alcune persone prendono molto a cuore gli animali: li amano, vorrebbero capirne di più e magari farne il proprio mestiere. Non semplice, ma sicuramente con sbocchi lavorativi di diverso genere: dal ricercatore all'autore di programmi televisi al veterinario:...
Elementari e Medie

I più grandi cetacei marini

Niente affascina tanto il genere umano quanto il mare. I mari e gli oceani riservano delle sorprese mirabolanti, ma soprattutto sono anche l'habitat degli animali più grandi della terra: i cetacei. I grandi cetacei marini si sono evoluti da animali terrestri...
Elementari e Medie

I piccoli animali del sottobosco

Quando un ambiente è caratterizzato da forte umidità, presenza di arbusti ad alto fusto, che causano un ambiente ombreggiante sul suolo in cui stazionano le loro radici, quest'ambiente verrà definito col nome di sottobosco. Come in ogni altro ambiente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.