I fiumi più lunghi in Italia

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Per la sua conformazione geografica, l'Italia è un paese caratterizzato da molti fiumi anche se distribuiti a macchia di leopardo nelle varie regioni. I più lunghi si trovano nelle zone settentrionali e centrali poiché il clima è piuttosto piovoso, rispetto alla parte sud del territorio italiano dove invece prevale una maggiore siccità. I suddetti fiumi, peraltro nascono a seguito della presenza di molte zone montuose e numerosi ghiacciai. In riferimento a ciò, ecco una guida dettagliata in cui sono elencati i fiumi più lunghi in Italia.

24

Il Po è sicuramente il fiume più lungo presente in Italia, e a seguire in ordine di lunghezza troviamo l'Adige, il Tevere, l'Adda, l'Oglio, il Tanaro, il Ticino, l'Arno, il Piave e il Reno. Il Po nasce dal Monviso e con i suoi 652 Km di lunghezza scorre lungo tutta la Pianura Padana. Inoltre, attraversa numerose regioni tra cui il Piemonte, la Lombardia, l'Emilia Romagna e il Veneto per poi sfociare nel Mar Adriatico. Il fiume Adige invece come già accennato in precedenza, è il secondo più lungo d'Italia; infatti, raggiunge i 410 Km e nasce in Val Venosta, attraversando poi le regioni del nord est come il Trentino Alto-Adige e il Veneto.

34

il terzo dei fiumi più lunghi d'Italia è il Tevere, che si dirama per 405 Km; infatti, il corso d'acqua nasce in origine dal monte Fumaiolo e si riversa poi nel Mar Tirreno, bagnando le regioni dell'Emilia Romagna, la Toscana, l'Umbria e il Lazio. L'Adda è invece un altro fiume che però è di fatto un affluente del Po che sgorga dalla Val Alpisella, bagnando con i suoi 313 Km solo la Lombardia. L'Oglio è anch'esso un affluente del Po, e percorre la Lombardia per circa 280 Km. Il Tanaro invece con una lunghezza di 276 Km, nasce dal monte Saccarello e bagna il Piemonte e la Liguria, per poi defluire nel Po. Il Ticino con i suoi 248 Km, percorre il Piemonte e la Lombardia, sfociando infine nel Po, non prima di aver attraversato parte dell'omonimo cantone svizzero.

Continua la lettura
44

Continuando la carrellata dei fiumi più lunghi che attraversano la penisola italiana, non possiamo omettere di citare l'Arno che nasce dal monte Falterona e sfocia nel Mar Ligure, bagnando gran parte della Toscana con i suoi 241 Km di lunghezza. Gli ultimi due fiumi, tra i dieci più lunghi, sono il Piave e il Reno. Il Piave nasce infatti dal monte Peralba ed è lungo 231 km, e sfocia poi nel Mar Adriatico percorrendo gran parte del Veneto. Il Reno invece lungo 210 Km, nasce dall'Appennino Pistoiese e si riversa poi nel Mar Adriatico, bagnando Toscana ed Emilia-Romagna. Infine ci sono tanti altri piccoli fiumi che seppur poco noti, raggiungono comunque lunghezze superiori ai 100 Km.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

I principali fiumi italiani

La geografia è una di quelle materie dove non siamo sempre ferrati. Tuttavia apprendere nozioni basilari può rivelarsi utile e appassionare a questa materia tanto affascinante quanto indispensabile. Se siete giunti fin qui, domandandovi quali sono i...
Elementari e Medie

I principali fiumi della Lombardia

La Lombardia è una tra le più belle regioni d'Italia, con la sua ricca vegetazione e la presenza di numerose risorse idriche che danno vita a paesaggi veramente suggestivi.Meta battuta e ideale per tutti gli amanti della montagna e della quiete, è...
Elementari e Medie

Fiumi e laghi più importanti dell'America del Sud

Il territorio di tutto il continente americano, rappresenta gran parte della superficie terrestre. Come tutti sanno, in tutto il territorio americano, a partire dal nord dove troviamo l'Alaska, e per finire nel sud, dove troviamo l'Argentina, possiamo...
Elementari e Medie

Fiumi e laghi più importanti d'Africa

Dei cinque continenti, l'Africa è sicuramente quello che ha conservato di più la natura selvaggia che lo caratterizza; per questo motivo, attira milioni di turisti tutto l'anno. Questi visitatori possono ammirare le tantissime bellezze naturali che...
Elementari e Medie

Fiumi e laghi più importanti dell'America del Nord

Il territorio dell’America del Nord è delimitato dal Mar Glaciale Artico a nord, dall’Oceano Atlantico ad est, dal Mar dei Caraibi e dall’America del Sud a sud-est e dall’Oceano Pacifico a sud-ovest. Esso comprende gli Stati Uniti ed il Canada,...
Elementari e Medie

Fiumi e laghi più importanti d'Asia

Il continente Asiatico è situato interamente nell'emisfero boreale. Esso è delimitato a nord dal Mar Glaciale Artico, a est dallo stretto di Bering e dall'Oceano Pacifico, a sud dall'Oceano Indiano e a sud ovest da Mar Rosso e dal Mar Mediterraneo....
Elementari e Medie

I principali fiumi africani

La Terra è ricca di meraviglie sorprendenti, basti pensare alle montagne, alle zone costiere e alle vallate sterminate che ogni continente nasconde e conserva nel corso di tantissimi secoli fino ai giorni nostri. Tra le principali fonti di vita i fiumi...
Elementari e Medie

I principali laghi d'Italia

Come voi lettori e lettrici ben saprete, l'Italia è un Paese che (come altre terre mediterranee) possiede una vasta gamma di paesaggi naturali: in Italia troviamo fiumi, mari, montagne, stagni, pianure, colli e altopiani. Soprattutto, apprezzati e famosi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.