I falsi amici in francese

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I falsi amici sono quei termini che possono indurre in una traduzione errata perché somigliano a delle parole italiane ma, in realtà, hanno un significato differente. I falsi amici o "faux amis" portano, solitamente, ad apprendere in modo errato la lingua francese (o altre lingue straniere) e, se non vengono subito corretti, perché portano alla convinzione che un determinato termine abbia un certo significato che somiglia alla lingua italiana, ma in realtà ne ha un altro, che non si sa ma è bene imparare il prima possibile. Cerca di avere sempre a portata di mano un dizionario francese, oppure un glossario contente il maggior numero possibile di "falsi amici". Puoi creare tu stesso un elenco! Prosegui la lettura per conoscere alcuni falsi amici in francese.

27

Accident, affolé, atteindre

Un esempio di faux amis è "accident" che somiglia alla parola italiana "accidente" ma che in realtà vuol dire "incidente". La parola "accidente" si traduce con "hasard". La parola "affolé" può somigliare alla parola "affollato", ma in realtà vuole dire "sconvolto". La parola "affollato" si traduce con "bondé". La parola "atteindre" può sembrare "attendere" ma in realtà vuole dire "raggiungere". "Attendere" si traduce con "attendre": in questo caso i due termini sono quasi uguali e la difficoltà è maggiore.

37

Cornichon, case, poltronne

La parola "cornichon" vuol dire "cetriolo" e non "cornicione", infatti quest'ultima si traduce con la parola "corniche". "Case" non significa "casa", ma vuole dire "casella"; "casa" in francese si dice "maison". La parola "poltronne" può sembrare "poltrona", ma vuol dire "vigliacca". "Poltrona" si traduce con "fauteuil".

Continua la lettura
47

Passer un examen, costume

Anche alcune espressioni possono trarre in inganno "passer un examen" non vuol dire "passare un esame" ma piuttosto "sostenere un esame". La parola "costume" vuol dire "vestito da uomo"; in francese il costume da bagno si chiama "maillot de bain". "Fermer" non vuol dire "fermare" ma "chiudere". "Fermare" si traduce con "arreter".

57

Car, code

La parola francese "car" può sembrare il termine inglese per dire "macchina" o quello italiano per dire "carro", invece significa "pullman" o "corriera". "Carro" si traduce con "chariot" o "char" e "macchina" si traduce con "voiture". Anche la parola "code" può sembrare sia inglese sia italiana, ma in realtà vuol dire "codice", la parola "coda" si traduce con "queue" (in questo caso il francese è più simile all'inglese).

67

Confetti, mare, sale

La parola "confetti", in francese, vuol dire "coriandoli", mentre per loro i confetti sono i "dragées". La parola "firme" (in francese) non vuol dire "firma" ma bensì "ditta"; la parola "firma" si traduce con "signature", proprio come in inglese. "Mare" in francese vuol dire "stagno"; se vuoi dire la parola italiana "mare", inteso come spiaggia, dovrai pronunciare il termine "mer". Ancora, "sale" (in francese) significa "sporco", mentre "sel" vuol dire "sale" (in italiano").

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come imparare le espressioni base del francese

Avete intenzione di compiere un viaggio nella meravigliosa Parigi o comunque in un Paese dove la lingua ufficiale è il francese, ma non conoscete una parola di questo linguaggio e siete leggermente preoccupati di non riuscire a comprendere le frasi o...
Lingue

L'uso degli articoli in francese

Esattamente come nella grammatica italiana anche nella grammatica francese esistono due tipologie di articoli; gli articoli determinativi e gli articoli indeterminativi. In francese questi articoli vengono chiamati définis et indéfinis.In questa guida...
Lingue

Lingua francese : gli errori più comuni

Per un italiano, imparare il francese, potrebbe non essere un grande problema. Le due lingue, per molti aspetti, sono abbastanza simili. Ci sono termini che hanno un'incredibile somiglianza e ciò non fa che aumentare la facilità di comprensione della...
Lingue

La forma interrogativa in francese

Prendendo come riferimento il francese e l'italiano, sono presenti delle differenze anche nella realizzazione della forma interrogativa. Per questo motivo, bisogna avere un po' più di attenzione nel cercare di esprimersi in modo corretto.Nella presente...
Lingue

Consigli per imparare il francese

Sei alla ricerca di utili consigli per imparare il francese? In questa guida troverai suggerimenti e indicazioni per imparare il francese in modo più semplice e funzionale. Il francese, infatti, è una lingua molto affascinante ma non facile da imparare....
Lingue

Come si forma il condizionale in francese

La lingua ufficiale parlata in Francia è il francese. Grazie alle numerose colonie che questa nazione possedeva, il francese ad oggi è la terza lingua più parlata al mondo. In ambito comunitario è la più insegnata dopo inglese e tedesco. Alcune associazioni...
Lingue

Francese: i verbi ausiliari

I verbi ausiliari in francese sono molto simili a quelli della lingua italiana. Infatti, come per la lingua francese, i verbi ausiliari vengono utilizzati per definizione in combinazione ad altre voci verbali per dare uno specifico significato alla forma...
Lingue

10 segreti per imparare il francese

Imparare una lingua oltre quella madre è un'operazione che può risultare molto difficile, ma se si affronta con dedizione e costanza si può riuscire nell'intento. Imparare una lingua straniera non è difficile, basta anche trovare dei metodi di studio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.